Per adottareNormativaAlbo EntiConvenzione AiaForum di AdottooAltri ForumLink UtiliNotizieNews da UcrainaDalla CAI

 

   

 

LA STORIA DELLA REPUBBLICA UCRAINA

La storia dell'Ucraina e;' iniziata con il rumore degli zoccoli dei cavalli, quando gli sciti che dominavano le steppe a nord del Mar Nero, dal VII al IV secolo a.C., diedero inizio a secoli di dominazione politica e culturale straniera. Nel Monastero delle Grotte di Kiev, и possibile trovare alcune testimonianze della cultura scita: qui, infatti, ci sono tombe che contengono bellissimi oggetti in oro che raffigurano animali e uomini. Dopo gli sciti, altre ondate d'invasori (tra cui ostrogoti, unni e i kazari turco-iraniani) occuparono le terre che costituiscono l'attuale Ucraina.

I primi che riuscirono a unificare e a controllare la zona per un lungo periodo furono gli scandinavi, noti con il nome di rus. Conquistarono Kiev nell'882 d.C. e, alla fine del X secolo, la cittа divenne il centro di uno stato unitario chiamato Rus' di Kiev, che si estendeva dal Volga a ovest del Danubio e verso sud in direzione del Baltico. Nel 988, il capo della Rus' di Kiev, Volodymyr, accolse il cristianesimo da Costantinopoli, dando cosм inizio a un lungo periodo d'influenza bizantina sulla politica e sulla cultura dell'Ucraina. Nel 1520, l'impero ottomano controllava tutta la zona costiera dell'Ucraina.

Alla fine del XV secolo, la guerra e la peste avevano decimato la popolazione dell'Ucraina; in questo periodo, la regione venne occupata da schiavi in fuga e da rifugiati ortodossi che scappavano dalle regioni vicine, dove i controlli erano molto piщ severi. Tutte queste persone vennero definite kazaks (cosacchi), un termine turco che significa fuorilegge, avventuriero o predone. I cosacchi dell'Ucraina con il passare del tempo diedero vita a uno stato che, anche se ufficialmente era sotto la dominazione dapprima della Polonia e poi della Russia, godeva di una grande autonomia. Vent'anni piщ tardi, perт, questo stato venne diviso fra Polonia e Russia.

 

Il nazionalismo ucraino che fiori' negli anni intorno al 1840, spinse i russi a proibire l'uso della lingua ucraina nelle scuole, sui giornali e sui libri. Dopo la prima guerra mondiale e la caduta dello zar, l'Ucraina ebbe la possibilitа di guadagnarsi l'indipendenza, ma nessuna delle diverse fazioni del paese riuscм a ottenere il sostegno decisivo. Ebbe cosi' inizio una guerra civile e il paese si ritrovт ben presto in una situazione di anarchia, con sei eserciti che si contendevano il potere e Kiev che cambiava governo cinque volte l'anno. Dopo una lunga serie di battaglie che coinvolsero anche la Russia, la Polonia e diverse fazioni etniche e politiche dell'Ucraina, la Polonia si appropriт di alcune zone dell'Ucraina occidentale e i sovietici ottennero il resto del paese. Nel 1922, l'Ucraina entrт a far parte ufficialmente dell'URSS.

 

Nel corso degli anni '20, mentre la leadership di Mosca diventava sempre piщ palese, si ebbe una ripresa del nazionalismo ucraino. Tuttavia, quando sali' al potere nel 1927, Stalin utilizzo' l'Ucraina come prova per le sue idee sul nazionalismo 'pericoloso'. Nel 1932-33 macchinт una carestia che uccise almeno 7 milioni di ucraini. Il paese fu ulteriormente decimato, a causa di deportazioni ed esecuzioni d'intellettuali. Stalin combattй anche i principali simboli religiosi del paese, distruggendo piu' di 250 tra chiese e cattedrali. Durante l'epurazione del 1937-39, milioni di ucraini vennero assassinati o deportati nei campi di concentramento sovietici. La seconda guerra mondiale portт ulteriore devastazione e morte: 6 milioni di persone persero la vita nelle battaglie tra l'Armata Rossa e l'esercito tedesco. e' stato calcolato che, nella prima metа del XX secolo, la guerra, la carestia e le epurazioni causarono la morte di piщ della metа della popolazione maschile e di circa un quarto di quella femminile dell'Ucraina.

 

Il disastro di Chernobyl, avvenuto in Ucraina nel 1986, e l'angosciosa lentezza della risposta ufficiale sovietica provocarono malcontento in tutto il paese; due anni dopo, la chiesa uniate emerse dall'isolamento. Il Movimento del Popolo Ucraino per la Ricostruzione, un movimento nazionalista fondato a Kiev da intellettuali e scrittori, si diffuse in tutto il paese nel 1990. Nel luglio dello stesso anno, il parlamento ucraino proclamт la sovranitа della repubblica (ma non la secessione), dichiarazione che non ebbe molto effetto. Poco dopo il fallito colpo di stato sovietico dell'agosto del 1991, il Partito Comunista Ucraino (CPU) venne dichiarato fuori legge e in dicembre la popolazione votт all'unanimitа per l'indipendenza.

 

Leonid Kravchuk, ex-presidente del CPU, fu eletto primo presidente dell'Ucraina. La divisione in diverse fazioni costrinse il governo a rassegnare le dimissioni nel settembre del 1992; inoltre, la disputa con la Russia, in merito alla riserva di armi nucleari dell'Ucraina e al controllo della flotta del Mar Nero (che si trovava presso il porto di Sebastopoli in Crimea), rese ancora piu' tesi i rapporti tra i due paesi. Nel frattempo, un'inflazione altissima, la mancanza di riserve energetiche e un potere d'acquisto sempre piщ basso ridussero in miseria il paese ed esacerbarono le differenze etniche e regionali. Leonid Kuchma, un riformatore a favore dei russi, sconfisse Kravchuk nelle elezioni presidenziali del 1994. Il CPU trasse vantaggio dalla confusione politica ed economica e, nelle elezioni del 1994, riusci' a ottenere una sostanziosa maggioranza di seggi in parlamento. Alla fine degli anni '90, sorsero nuovi motivi di tensione tra la Russia e l'Ucraina, a causa degli stretti rapporti di quest'ultima con la NATO. Alla fine di aprile del 2001, la destituzione del primo ministro Viktor Yushchenko ha messo a repentaglio la stabilitа politica del paese. Il 29 maggio 2001 la carica di primo ministro e' stata affidata ad Anatoliy Kinakh, che ha governato per quasi un anno e mezzo. Dal 21 novembre 2002 il nuovo primo ministro e' Viktor Fedorovych Yanukovych, nominato per decreto dal presidente. L'opposizione, dal 16 settembre, chiede la destituzione del presidente Kuchma e sta cercando il sostegno dell'opinione pubblica.

Nell'aprile del 2004 il potere del presidente Kuchma (in sella dal 1994) ha iniziato a vacillare, quando il suo tentativo di modificare la costituzione in vista delle elezioni di ottobre e'  stato bloccato dalle opposizioni, guidate dal partito La Nuova Ucraina, di centro destra, e dal blocco di Yuliya Timoshenko, l'altro grande rivale di Kuchma.

 

I fermenti del cambiamento erano nell'aria e alle elezioni di ottobre 2004 Kuchma e'stato spodestato e, dopo un periodo di incertezza, la carica presidenziale e'  stata rivestita da Viktor Yushchenko. Se il paese si avvia lentamente alla normalitа dopo un passato turbolento ma con qualche crisi durante il suo percorso quale quella ultima del 25 maggio 2007 dove si sfiorata una guerra civile dimostrando per che la democrazia ormai dentro la politica ucraina ed  pur vero che l'Ucraina ha ancora molta strada da percorrere prima di essere in regola per l'ingresso nell'Unione Europea. Se ne riparlerа, sembra, tra una decina d'anni.

 

 

 

Per adottareNormativaAlbo EntiConvenzione AiaForum di AdottooAltri ForumLink UtiliNotizieNews da UcrainaDalla CAI