Associazione Cardina


Vai ai contenuti

Nocciolo

L'Ambiente > Flora F-O

Famiglia botanica Specie Autore Altezza Foglie
BETULACEAE Corylus avellana Fino a 9 metri Decidue, obovate

Foglie: tormentose, sono alterne, obovate-rotonde, leggermente cordate alla base, doppiamente dentate, ramoscelli giovani tormentosi e con radi peli glandolosi rossicci. Sono lunghe e larghe 10 cm e hanno forma variabile.

Frutti: inclusi in un involucro fogliaceo irregolarmente frastagliato, crescono in gruppi di 2-4. Sono utilizzati nell' industria dolciaria nella fabbricazione di torroni, nocciolati, paste di gianduia e vengono impiegati nei sostitutivi del cioccolato.

Portamento: ha un portamento arbustivo e se capitozzato produce una ceppaia con molti fusti, se non tagliata raggiunge anche i 9 metri di altezza. I flessibili rami sono usati intrecciati per costruire cesti e canestri. Dai cespugli si ricavavano anche manici per badili e rastrelli.

Corteccia: squamosa, marrone e lenticellata.

Legno: di breve durata usato per torneria, lavori di falegnameria; d un buon carbone e per polvere pirica.

Origine: Europa.

Habitat: in boschi e boscaglie di collina e bassa montagna si adattano a tutti i tipi di terreno.

Fiori: i fiori maschili sono penduli, quelli femminili minuscoli hanno rossi stimmi piumosi, in Italia il nocciolo cresce ovunque ed straordinario in Febbraio, quando interamente coperto di amenti.

Note: in campagna i noccioli formano siepi divisorie insieme ad arbusti spinosi per conferire maggior resistenza. Dai semi si ricava un' olio usato in pittura, dai profumieri e nell' industria saponaria. In Italia molto diffuso come pianta coltivata in Campania e Piemonte.

Home Page | L'Associazione | Cardina | Intorno a Cardina | L'Ambiente | Crediti | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu