6.4.10. Il Castelluccio di Battipaglia

Sui resti di un antico castello edificato intorno all'XI secolo a difesa degli abitanti della Valle del Tusciano, e che apparteneva agli inizi del secolo scorso ai principi Strangoli Ferrara Pignatelli, Ŕ stato interamente ricostruito, per opera dell'architetto Farinelli, un nuovo castello che conserva ben poco dello stile della originaria costruzione.

Di proprietÓ della chiesa salernitana fino al XIII secolo per volontÓ di Guaimario IV e dei suoi successori, pass˛, dopo la morte di Enrico VI, al conte Marcoaldo capitano del suo esercito ed infine fu concesso da Federico II di Svevia ai monaci dell'Ordine Teutonico.
Abbandonato per lungo tempo a causa della malaria che infestava la zona, nel 1612 fu acquistato dai Doria, da cui pass˛ nel 1638 al marchese Giulio Pignatelli.
Il Castelluccio, che conserva le mura originali che poggiano direttamente sulla roccia e un prezioso affresco all'interno della chiesetta, oggi Ŕ in stato di abbandono e necessita di urgenti lavori di restauro.

 

Figura 6. 15. Castelluccio