NON SUONI, MA RUMORI

nonsuoni

* Anche oggi il sole

* Patriarcale

* La Salvezza del Fuoco

* Il gusto della metamorfosi

 

Pubblicazione vincitrice del Premio Venilia 2007 (Pubblicazione)


ANCHE OGGI IL SOLE                                    Torna su

 

Credevamo che saremmo arrivati

A vette scabre, a picchi immacolati,

ma si capì subito

che il viaggio era più in basso:

terre e acquitrini, un piatto tavoliere

di erba gialla, qua e là un orticello

ben recintato, chiuso il cancelletto; dentro,

il biancospino e la menta,

un filo d’acqua da bere con la mano a coppa.

Ma, alla fine,

tutto si accomoda: sediamoci pure, amici miei,

su un cumulo di macerie alto

quanto le vette che avevamo sognate,

fumiamoci sopra

la nostra sigaretta: anche oggi il sole

ce l’ha fatta, a incendiare il cielo.


PATRIARCALE                                                                   Torna su

 

Ripercorrere i tempi

E i luoghi della famiglia:

un balcone di ferro, un lume acceso,

un regalo di compleanno.

Come i tonni e i salmoni,

come gli uccelli migratori,

una forza immane ci sospinge,

non ci importa

l’asprezza del percorso.

E, alla fine,

riflesso in uno specchio d’acqua,

troviamo il nostro volto


LA SALVEZZA DEL FUOCO                                           Torna su

 

Già è scesa la sera

sul deserto paesetto di montagna; una donna

attraversa la strada

-da casa a casa-

portando in mano il coccio

pieno di brace,matrice

del fuoco che va ad accendere.

Sale tre gradini di pietra,

entra e chiude la porta.

Nell’aria gelida e vuota

Resta la traccia di quel passaggio ardente,

 la salvezza del fuoco, il primo segno

dell’intelligenza dell’uomo,

della pietà degli dei.


IL GUSTO DELLA METAMORFOSI                             Torna su

 

Al bruco che si fa farfalla si apre

la meraviglia del mondo:dall’ombra

alla luce, dal chiuso, all’aria aperta,

dal silenzio alla music a dei suoni. E poi

c’è l’ebbrezza del volo.

Il tempo porterà a conclusione

questo ciclo di vita luminosa: le ali

si faranno vizze. Il respiro

sempre più pesante.

Ma, all’ora della schiusa, la farfalla

Ha appreso il gusto della metamorfosi,

ne ha intuito il valore.

Perciò affronta, serena,

l’azzardo dell’ultimo volo. 

 


MOTIVAZIONE PREMIO "VENILIA" 2007           Torna su

 

Una silloge i cui versi hanno una rara maturità e compostezza,un’aderenza completa a ciò che il poeta ha da dire.

La varietà straordinaria di temi è ricondotta ad unità proprio da uno stile sicuro, dove ogni parola ha il proprio ruolo e nessuna è superflua o ridondante.

Siamo di fronte a un’opera di vaste e minute considerazioni sulla vita,che colpisce per semplicità e per le chiusure epigrammatiche , inattese e folgoranti.

Bisogna ave r vissuto a lungo e in profondità per far scaturire queste riflessioni e questa poesia.

E via via che scorrono le pagine si fa dominate la sensazione che una persona abbia vissuto, capito e poi offerto con passione disincantata un quaderno poetico del cielo umano, con le sue stelle cadenti, le sue parabole, le sue costellazioni, i suoi spazi siderali, tuttavia così vicini e intimi come lo sono i nostri poveri destini.

 

 

 

E' vietata ogni forma di duplicazione totale o parziale dei contenuti di questo sito, se non espressamente autorizzata dall'autrice.