About us

I VINI DI VERONELLI 2003. Guida Oro Veronelli Editore

“… produce una linea ampia e consolidata di vini monovarietali basati sulle tradizionali uve rosse della Langa (Dolcetto, Barbera e Nebbiolo), tutti di affidabile e ben mediata identità stilistica.”
“…il Dolcetto della casa rimane uno dei migliori della zona. In pochi posti si sentono le differenze fra il nebbiolo di vigne e posizioni diverse come qui: i profumi del Rocche, il nerbo di Villero, la completezza di Serralunga d’Alba che dà le origini all’eccellente Ca’Mia.”

DUEMILAVINI 2003. Associazione Italiana Sommelier. Bibenda Editore

“… continuano incessantemente a produrre tra i più belli e affascinanti vini del comprensorio, ottenuti dai vigneti di prima classe Rocche e Villero di Castiglione (Falletto) e Brea di Serralunga (d’Alba). Vini sempre appaganti e pienamente rispettosi della tradizione langarola.”
...ritorna ad inizio pagina

VINI D’ITALIA 2003. Gambero Rosso Editore / Slow Food Editore

“…I Brovia posseggono vigneti ubicati in eccellenti posizioni e pongono vini rispettosi della tradizione, interpretati con mano felice.”
...ritorna ad inizio pagina

INTERNATIONAL WINE CELLAR. Stephen Tanzer.

“…These Barolos have fared well in my comparative tastings in recent years, and on my recent visit to the property I came away with the feeling that they're better today than ever before.”
...ritorna ad inizio pagina

WINEREPORT. “La verticale: Rocche dei Brovia: l'elegante finezza dei Barolo di Castiglione Falletto”. Franco Ziliani. Ott 2002
...ritorna ad inizio pagina

“…Tra le aziende che hanno la fortuna di possedere parti del Rocche di Castiglione, quella che, mio avviso, maggiormente ha onorato e si riconosce in questo vigneto, è Brovia, che non casualmente riporta sull’etichetta del suo Barolo la dizione Rocche dei Brovia… Su un totale aziendale di 60 mila bottiglie, che comprendono anche i Barolo Villero e Ca’ Mia, da uno splendido vigneto esposto a sud – sud est a Serralunga d’Alba, il celeberrimo, e superbo, Dolcetto d’Alba Solatio, e altre ottime cose.”
...ritorna ad inizio pagina

PORTHOS. Verticale: Barolo Rocche dei Brovia. Sandro Sangiorgi; Giovanni Bietti. ...ritorna ad inizio pagina

“…il barolo delle Rocche di Castiglione…non tradiscono nel tempo e si fanno interpreti di una consuetudine, di un territorio, rivelandone l’intima essenza senza perdere mai, la loro spontaneità.”
“Questo è ciò che emerge dalla degustazione che vi raccontiamo: una stupefacente identità territoriale, una ammirevole continuità qualitativa pur nel rispetto profondo delle differenze tra le varie annate, senza alcuna forzatura”.

Num. Primavera / Estate 2003: “… Basterebbero poche righe per riportare l’esibizione dei vini di questa che ora è la migliore azienda del Barolo…”...ritorna ad inizio pagina

EL MUNDO VINO. Juancho Asenjo.

“…una magnífica bodega … con un conjunto muy interesante de barolos, comenzando por el sencillo Barolo de base, el Rocche de Castiglione Falletto muy aromático, maduro, fino y elegante, un Barolo Ca' Mia, más potente y estructurado, de Serralunga, y el mejor, un Barolo Villero complejo, mineral, elegante y concentrado. También producen uno de los mejores dolcettos, el Solatio “.
...ritorna ad inizio pagina


THE WINE ADVOCATE. 31-ott-2003.

“Giacinto Brovia, now working with his daughters Cristina and Elena, has been making fine traditional Barolo for decades. His 1985 Barolo Monprivato was, in fact, one of the wines of the vintage. Quality has further improved in the 1990’s, however, and I have not found a weak wine in the lineup since the 1996 vintage”...ritorna ad inizio pagina

IN VINO VERITAS. Nov 2003.

 Bernard Arnould: “…Un enthousiasme sans réserve m’a saisi devant les bouteilles de l’Az.Agr. Brovia. La pureté et la vitalité de l’ensemble placent à mon sens la famille Brovia parmi les meilleurs… Brovia produit quatre Barolo mettant en valeur les quatre crus précités afin de transmettre l’identité du terroir plutôt que de faire un vin moderniste qui gomme les origines… »...ritorna ad inizio pagina