Castiglione Falletto  







Cantina di invecchiamento

Le tecniche. La vinificazione è tradizionale e la meticolosa attenzione e cura con cui è eseguita proviene dalla lunga esperienza dell’enologo Giacinto Brovia e dall’apporto di nuove tecniche da parte di Cristina. Innanzitutto si ha una pigiatura soffice delle uve a cui segue una fermentazione a temperatura controllata intorno ai 28-30 °C. I tempi di macerazione variano a seconda del tipo di vino. In seguito si ha una stabilizzazione naturale dei vini, quindi l’invecchiamento e l’affinamento in bottiglia. La vinificazione è seguita daGiacinto Brovia opportune analisi di laboratorio che consentono di stabilire, insieme a frequenti degustazioni, il momento più adatto per le singole operazioni. Per quanto riguarda l’invecchiamento del Barolo e del Barbaresco si utilizzano botti di rovere di Slavonia e di rovere francese di dimensioni di circa 30 Hl. Completata la maturazione, il vino è messo in bottiglia senza alcuna pratica di filtrazione: l’affinamento si svolge in luogo a temperatura ed umidità costante, protetto da luce solare ed artificiale. Qui il vino sviluppa il suo “bouquet” caratteristico donando le migliori sensazioni.