CAPO PELORO...

“Dentro, più dentro dove il mare è mare”

 

 

Torre Faro con Capo Peloro è l’origine della Sicilia. Zona di rara bellezza, scenario unico al mondo si trova alla confluenza dei due mari, Ionio e Tirreno, uno blu cobalto e l’altro verde giada, gorgheggianti di “refoli” nelle sue correnti e controcorrenti che bagnano la Sicilia e la Calabria, vicinissime. Questo fiume a forma d’imbuto è lo Stretto di Messina. Chi s’immerge ad osservare questo luogo vive la sua magia attraverso la capacità di apprezzarne i colori, le correnti, i paesaggi al variare delle ore del giorno e del succedersi delle stagioni, le antiche tradizioni legate al mare, i venti che vi soffiano perennemente, le calmerìe ed infine il mito. Quel mito che profondamente e misteriosamente identifica questo naturale spartiacque. La “punta”, la “marin’e fora”, il lago, il “monumento” di fronte al mare, le barche nella praia, la lanterna, il pilone, questi luoghi e gli affetti ad essi legati appartengono al vissuto dei nostri avi, di ciascuno di noi e descrivono emozioni, richiamano le nostre più antiche memorie, rivivono il villaggio e colgono le sensazioni e gli ambiziosi sogni del futuro di Torre Faro.