Approfondimenti al tema di école 9, novembre 2001

FOCAULT A SCUOLA

Occuparsi di Foucault può significare per noi, educatori ed insegnanti, ripensare al senso del nostro "fare" educazione tutti i giorni. Stretti tra necessità di normatività pedagogica e sensibilità per la tensione tra pratiche di libertà e processi di liberazione, diventa importante porre criticamente il senso del disciplinamento educativo. In un momento in cui "ciò che è diverso" ci fa paura, è salutare ripensare alla soggettività come esperienza di "cura di sé" (e dell’altro), recupero di ciò che è marginale (il corpo), di ciò che non comprendiamo (la malattia, nelle sue forme reali e metaforiche). In un momento di possibili restaurazioni autoritarie della società e della scuola presentate sotto la veste complementare di un’adesione incondizionata ai "valori dell’occidente" e di un liberismo euforicamente produttivo di "modernità", ci può essere d’aiuto una riflessione più alta che colga la radice delle cose: gli uomini e le donne che ciascuno di noi siamo.

 

Michel Foucault

Bibliografia Foucault (1926 - 1984)

Tra dispositivo e apparato ideologico

Avvicinandosi ai luoghi del disagio

 

Pagina approfondimenti