Caccia selvaggia: attacco all’autonomia della scienza degno dei ricercatori di tutta Italia.
La scienza rivendica il suo profilo autonomo e non deve piegarsi alle convenienze della politica. E’ questo il senso di una dichiarazione sottoscritta, in poche ore, da oltre cento ricercatori e docenti universitari che hanno voluto così esprimere piena solidarietà ai colleghi dell’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica (INFS) oggetto, attraverso un’interpellanza, di un grave e prevaricatorio attacco portato da un gruppo di deputati del centro destra guidati dall’on. Onnis, relatore alla Camera della proposta di legge di stravolgimento della caccia. Di seguito il testo della dichiarazione e i firmatari.
"E' stata presentata in data 11.10.2004 un'interpellanza urgente a firma dell'on Onnis e altri parlamentari con cui si chiede alla Presidenza del Consiglio dei Ministri di surrogare i dati scientifici forniti dall'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica con altri dati e di disporre meccanismi sanzionatori nei confronti dello stesso Ente. Tale interpellanza si configura come un grave e prevaricatorio attacco all'autonomia della ricerca scientifica, alla professionalità validata da centinaia di pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e nazionali ed all'onestà intellettuale di tanti ricercatori che, pur nelle difficoltà del mancato sostegno istituzionale ed economico, hanno continuato ad operare con rigore e competenza.
La scienza deve mantenere un suo autonomo profilo, non può e non deve piegarsi alle convenienze della politica ed il tentativo di esautorare ruolo e funzioni dell'INFS mina alle radici questo principio costituente".
Prof. Luigi Boitani, Prof. Gianni Tamino, Prof. Augusto Vigna Taglianti, Prof. Sandro Lovari, Prof. Francesco Dessi'-Fulgheri, Prof. Paolo Audisio, Prof. Giuseppe Bogliani, Prof. Silvio Spanò, Prof. Carlo Matessi, Prof. Davide Csermely, Prof. Lorenzo Colombo, Prof. Noemi Toreadore, Prof. Renza Trosti, Prof. Margherita Turchetto, Prof. Giancarlo Moschetti, Prof. Marco Tannini, Prof. Antonella Russo, Prof. Nicola Saino, Prof. Enza Piccolella, dott. Raffaella P. Ferrari, dott. Giuliano Matessi, dott. Maria B. Rasotto, dott. Carlotta Mazzoldi, dott. Loriano Ballarin, dott. Diego Ruolini, dott. Paola Nicolosi, Dr. Alessio Mengoni, Dr Maria Gabriella Marin, Dr Stefano Mazzotti, dott. Giuseppe Fusco, Dr. Andrea Balduzzi, dott. Andrea Pilastro, dott. Anna Gagliardo, dott. Paolo Burighel, dott. Adriano Martinoli, Dr. Mara Marzocchi, Dott.ssa. Annalena Pugliesi, dott. Luisa Dalla Valle, dott. Vera Bianchi, dott. Sebastiano Salvidio, Dr. Claudia Barberio, Dott.ssa Teresa Catalani, dott. Sandro Bertolino, dott. Andrea Sforzi, dott. Rosario Fico, dott. Angelo Giuliani, dott. Franco Perco, dott. Paolo Perna, dott. Bonacoscia Marco, dott. Mino Calò, dott. Fulvio Fraticelli, dott. Paolo Ciucci, dott. Irene Montanari, dott. Filippo Savelli, dott. Pennelli Paolo, dott. Mauro Ferri, dott. Roberto Ambrosiani, dott. Vito Lazzarone, dott. Alessandro Montemaggiori, Dott. Enrico Vettorazzo, dott. Francesca Lo Russo, dott. Luciano Vettoretto, dott. Giuliana Zanella, dott. David Fiacchini, dott. Gessica Foglia, dott. Domenico Verducci, dott. Enrico Merli, dott. Marco Cantini, dott. Emiliano Verza, dott. Simona Signorelli, dott. Vittorio Fagioli, dott. Deborah Celauro, dott. Christiana Soccini, dott. Vincenzo Ferri, dott. Elisabetta De Bernardi, dott. Federica Puccetti, dott. Monica Lazzaroni, dott. Serena Scorrano, dott. Sara Sanetti, dott. Rosy Caniato, dott. Paola Irato, dott. Susanna D’Antoni, dott. Federico Merli, dott. Tommaso Campedelli, dott. Mario Campedelli, dott. Bianca Zanobini, dott. Vittorio Romeo, dott. Egidio Fulco, dott. Alberto Sorace, dott. Eleonora Cignola, dott. Silvia Fracasso, ecc……
Arcicaccia 06-4067413
Legambiente 06-86268355/77
Lipu 0521-273043
Wwf 06-84497377

INTERPELLANZA URGENTE, ONNIS ...

I sottoscritti chiedono di interpellare il Presidente del Consiglio dei ministri, il Ministro delle politiche agricole e forestali, per sapere - premesso che: il ministero delle politiche agricole e forestali ha recentemente interpellato i competenti organismi dell'Unione europea per ottenerne una valutazione preventiva in ordine all'auspicato allargamento al mese di febbraio del prelievo venatorio in Italia di alcune specie migratorie; l'interpello alla Comunità europea presuppone una congrua interpretazione e applicazione della non sempre univoca normativa di cui alla Direttiva 79/409 CEE e della Guida interpretativa alla Direttiva Uccelli con riferimento alla fase biologica della partenza dei volatili verso i luoghi di nidificazione; in vista della emissione del parere della Comunità europea sono stati previsti dagli incontri a Bruxelles tra rappresentanti della C.E. e rappresentanti del Ministero; con riferimento alla preparazione di tali incontri (in occasione dei quali la richiesta italiana sarà supportata da documentazione congrua, idonea a fondare la stessa richiesta) sarebbero stati programmati e si sarebbero avuti precedenti incontri tra rappresentanti del ministero e rappresentanti dell'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica; la partecipazione dell'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica sarebbe stata decisa per ottenere la "consulenza" che allo stesso istituto è attribuita dall'articolo 7 comma 1 della legge n. 157 del 1992; si ignora se il Ministero abbia chiesto consulenza e "documenti" anche ad altri soggetti qualificati, in ipotesi del mondo universitario e accademico o del mondo ornitologico, legittimati e titolati a fornire al Governo, in aggiunta all' INFS o in alternativa all'INFS, apporti scientifici e contributi di verifiche e di catture utili a giustificare e confermare la congruità delle richieste modifiche della stagione venatoria; l'INFS, ente sottoposto per legge alla vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, può operare, se richiesto, come "consulente" per lo Stato, ma lo Stato, anche sul piano dei rapporti internazionali e comunitari, può rinunziare all'utilizzo delle consulenze, ritenendole errate, non corrette scientificamente o validamente contrastate da altre risultanze probanti, già acquisite o da acquisire; nel corso del lungo esame davanti alla XIII Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati delle proposte di legge di modifica della legge 11 febbraio 1992, n. 157, ed in particolare nel contesto della approfondita indagine conoscitiva, sono stati acquisiti autorevoli documenti scientifici che provano il fondamento della richiesta avanzata dal ministero alla Comunità europea; lo stesso documento "Ornis" conferma la congruenza e fondatezza di tale richiesta -: se l'INFS, d'iniziativa o perché richiesto, abbia espresso un suo parere in ordine alla richiesta inoltrata dal Ministero alla Comunità europea; se tale parere, ove espresso, sia rimasto all'interno del rapporto Stato (Ministero)-consulente ovvero abbia valicato tale rapporto attraverso percorsi non istituzionali e verso destinatari diversi dal referente (mandante) previsto dalla legge; se, qualora l'INFS abbia violato la legge ed il mandato della legge previsto, non si ritenga di dover attivare i meccanismi sanzionatori conseguenti alla Vigilanza che compete alla Presidenza del Consiglio dei Ministri; se eventuali pareri espressi dall'INFS, qualora inaffidabili in quanto errati, condizionati, scientificamente non corretti o in contrasto con precedenti valutazioni provenienti dallo stesso Istituto ovvero contrastati da altre risultanze altrimenti acquisite non debbano essere surrogati da altri dati, di diversa provenienza e caratura, comunque validi e riscontrati. "Onnis, Caruso, Patarino, Pezzella, Villani Miglietta, Meroi, Fatuzzo, Geraci, La Grua, Gallo, Angela Napoli, Arrighi, Ghiglia, Gianni Mancuso, Paolone, Messa, Maggi, Bornacin, Strano, Trantino, Alberto Giorgetti, Menia, Saia, Airaghi, Foti, Alboni, Cola, Leo, Benedetti Valentini, Nespoli, Ascierto, Cristaldi, Carrara, Maceratini, Porcu, Rositani, Mereu, Peretti, Giuseppe Gianni, Tanzilli, Emerenzio Barbieri, Dorina Bianchi, Misuraca, Romele, Ricciuti, Masini, Collavini, Zama, Germanà, Cuccu, Di Virgilio, Testoni, Minoli Rota, Massidda, Grimaldi, Marinello, Floresta, Pinto, Brusco, Vascon, Bricolo, Guido Dussin, Stucchi