Al Dirigente Scolastico

della Scuola

..............................

..............................

 

 

 

ATTO DI DIFFIDA

I sottoscritti genitori dell’alunno/a ............................................. frequentante la classe ............................... di codesta scuola

considerato

- che la valutazione predisposta dall’INVALSI per la rilevazione degli apprendimenti per l’a.s. 2004/2005 è stata organizzata senza alcuna forma di coinvolgimento dei genitori;

- che nessuna disposizione di legge impone agli alunni l’obbligo di sottoporsi alla rilevazione prevista dall’INVALSI;

- che nel POF portato a conoscenza dai sottoscritti non risulta tale attività e che pertanto codesta scuola non può introdurla senza alcun consenso dei genitori nè alcuna forma di partecipazione;

- che peraltro il consiglio di Circolo/Istituto non ha mai deliberato su tale attività;

- che che tale rilevazione che riguarda la didattica della scuola non è stata deliberata dal collegio dei docenti che, ai sensi dell’art. 7 D.Lgs. n. 247/94 è l’organo competente a deliberare su tutta l’attività didattica della scuola;

- che pertanto tale rilevazione che "usa" gli alunni minori senza alcuna forma di consenso dei genitori legali rappresentanti, oltre ad essere palesemente lesiva della personalità degli alunni, è anche illegittima per palese violazione della normativa sulla partecipazione ( L. n. 241/90) , dell’autonomia scolastica e delle prerogative degli OO.CC.

- che peraltro, in violazione della disposizione sulla "privacy" non è garantito l’anonimato nè sono state esplicitate le finalità della rilevazione che oggettivamente introduce modelli didattici molto discutibili ed incompatibili con un processo formativo personalizzato e partecipato;

- che pertanto tale attività imposta in modo unilaterale senza alcun potere legittimamente attribuito è, sotto ogni profilo inaccettabile, e si configura come un abuso di potere.

Tutto ciò premesso, i sottoscritti

diffidano

il dirigente scolastico, in qualità di rappresentante legale della scuola, dal sottoporre il/la proprio/a figlio/a alla "somministrazione" delle prove INVALSI e si riservano di promuovere tutte le opportune azioni, anche legali, a tutela dei diritti propri e del proprio figlio/a.

Firma

Data,