ARTIFICIALI & Co

 

 

 

 

 

Jerk Bait con livrea adesiva-varie realizzazioni

Testo e foto . Roberto Binario "Robin" (Apr. 2006)

Livrea adesiva :

Sulla linea di altre autocostruzioni, tra l’altro dalle eccellenti finiture, nel settembre/ottobre di un paio di anni fa, decisi anche io di tentare la realizzazione di artificiali con livrea stampata e rielaborata con programmi di fotoritocco digitale.. Il risultato fu per me veramente appagante, con risultati sul campo eccellenti. Pensai pertanto che nella pesca del mio amato luccio, un jerk con livrea di pesce foraggio poteva essere risolutiva in situazioni difficili. Dilettandomi quasi sempre in un impervio bacino artificiale, mi accorsi che oltre al pesce bianco presente, il pike non disdegnava di cacciare specie sue coinquiline, con netta predilezione per il persico reale ed il persico sole. Anzi, ebbi la sensazione che questi due ultimi, fossero nettamente preferiti nella sua “lista della spesa”.

Costruii pertanto delle sagome di scardola e reali, ripromettendomi altresì di realizzare anche il persico sole, aimè ancora manco cominciato per la solita e cronica mancanza di tempo.

Le caratteristiche tecniche costruttive sono le seguenti:

-         Peso 60-70 gr, lunghezza 16 cm, legno di abete per uno spessore di 1,5 cm. Armatura composta da occhielli in filo di ferro zincato da 1,5 mm avvolti a spirali da 5 cm affondati in buchi praticati nel corpo del jerk ed ancorati con stucco per marmisti bicomponente.

-         Piombatura sistemata in fori da 10 mm praticati lungo il corpo ed ottenuta con fusione di piombo, poi stuccata e scartavetrata.

-         Livrea: dopo essere stata scaricata da internet (livrea di scardola e reale) l’ho schiarita e resa lucente con programma di fotoritocco, creando altresì oltre all’immagine speculare, una sagoma possibilmente a goccia, “tirandola” ed eliminando tutte le appendici esterne a quella originale (pinne). Con semplice colla stick ma di ottima qualità, ho “appiccicato” le due porzioni speculari sui fianchi del jerk. Prima comunque ho verniciato sia il dorso che la pancia dell’artificiale per renderlo più verosimile alla realtà. Il lavoro viene concluso con kk1 o politex (resina bicomponente per marmisti liquido) ripassando poi, con protettivo da parquet. La resina va seccata bene, meglio se in fornetto da verniciatura, solo così avremo una superficie veramente vetrificata.

Oltre alla scardola ed al reale, allego anche una foto di luccetto\minnow sempre a livrea adesiva..

Le prossime realizzazioni del medesimo tipo, le ricaverò però da essenze legnose più toste, in quanto questi, hanno lamentato problemi di “perforazione da dente” e da urto abbastanza evidenti nonostante la protezione a più strati di vernice.

Spero di poter essere stato utile anche se l’argomento era stato ampiamente ed esaustivamente trattato in precedenza da altri amici autocostruttori,

Semilavorato con fori di piombatura

occhielli incollati all’interno dei jerk

La mia prima soddisfazione con jerk a livrea adesiva

Minnow luccio a livrea adesiva

…….In asciugatura

un ciao a tutti,

Roberto   bina_temp-spinningXXXXXX@yahoo.it (togli le XXXXXX).

 

 

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites   Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |