ARTIFICIALI & Co

 

 

 

 

 

Esche in gomma

 

Roberto Cicolella (11/00)

 

 

Perché farsi da soli le esche in gomma ? I negozi ormai hanno una scelta enorme di misure , colori e modelli. Il costo è accettabile ( e qui comunque potremmo aprire una discussione infinita se paragonassimo i nostri prezzi agli altri paesi , Stati Uniti in testa )

 

 Forse è per lo stesso spirito che ci ha spinto a costruire i nostri minnow in legno; sperimentare qualcosa di nuovo, voglia dell’esca unica ,oppure più semplicemente il gusto del far da sé.

 

Prima di tutto ci serviranno gli stampi.

 

Abbiamo poche alternative all’acquisto via Internet dalle ditte specializzate negli USA .

Ho provato con diversi materiali, il gesso, il legno, il DAS ( reminescenze della scuola media), alla fine sono arrivato alla Gomma siliconica per stampi da modellismo.

 

Una resina liquida che con un catalizzatore indurisce in 24 ore ,restando elastica , inodore e, con il pregio di resistere alle alte temperature della colata , e soprattutto non fa incollare l’esca all’interno dello stampo anche senza una lubrificazione preventiva.

 

Unico limite è quello che ti permette solo di copiare esche già esistenti come forma e dimensioni e che ovviamente lo stampo non è un 3D.

 

Ho scelto le matrici tra le esche in mio possesso , selezionando quelle che mi hanno dato buoni risultati in pesca e, dopo la miscelazione del catalizzatore con la resina ho versato il tutto in un contenitore quadrato largo circa 25 cm per 5 cm di altezza .

 

Dopo circa 2 ore la gomma è abbastanza solida da permettere l’inserimento delle “ matrici “; affondandole quasi completamente nel preparato si otterrà un esca quasi 3D con un pezzettino piatto su un lato.

 

Se questo può sembrare un problema estetico per i Grub non esiste come difetto utilizzando gli shad rap coricati su un lato ,oppure infilati in orizzontale nella mescola, otterremo delle copie perfette.

 

Una volta solidificato lo stampo si presenta di consistenza piuttosto elastica e sarà possibile sfilare facilmente le esche matrici dalle cavità prodotte.

 

A questo punto abbiamo due alternative per la colata.

 

La più immediata è sicuramente il riciclaggio delle nostre esche industriali che con il tempo e l’uso si sono indurite oppure hanno perso la brillantezza ed il colore originale.

 

Tagliuzzate in piccoli pezzi  fondono molto facilmente in un pentolino su un fornello con fiamma molto bassa.

 

[nota: Nel fondere le esche riciclate abbiate l'accortezza di proteggere le vs. vie respiratorie e di farlo in ambiente areato. Alcune mescole infatti (in particolare quelle di cui ignorate la provenienza o di fabbricazione asiatica), potrebbero includere delle sostanze tossiche  e queste per effetto del calore potrebbero venire liberate sottoforma di gas e quindi inalate].

 

La colorazione originale può essere modificata con l’aggiunta di qualche goccia di colore per alimenti, quando la mescola è liquida , ed è a questo punto della fusione che aggiungeremo glitter oppure altri materiali riflettenti oppure le essenze varie o sale per l’aromatizzazione dell’esca finita.

E’ inutile dire che nel riciclaggio potremo utilizzare solo colori in una tonalità più’ scura dell’originale.

 

La seconda soluzione è in Italia anche la più complicata per quel che riguarda la reperibilità del materiale.

 

Negli Stati Uniti esiste il Plastisol , gomma liquida dall’aspetto lattiginoso venduta in bottiglie a partire dal mezzo litro, che diventa trasparente una volta riscaldata e raffreddandosi assume la consistenza classica dell’esca industriale.

 

Si riscalda anche questa sul fornello oppure nel microonde e si versa molto facilmente negli stampi senza formare bolle d’aria.

 

Raffredda in circa tre minuti permettendoci di lavorare con lo stesso stampo a “catena di  montaggio “

 

Molto facile anche questa da colorare e da utilizzare ,da una bottiglia da circa mezzo litro si otterranno diverse decine di pezzi dal costo vergognosamente basso e comunque tutte riciclabili con una seconda fusione.

 

Con un po’ di manualità e di pratica si ottengono molto facilmente anche esche bicolori e con colorazioni di fantasia

 

Per quel che riguarda l’inserimento dei vari rattling e compagni date spazio alla vostra fantasia

 

stampoFusioneColata.jpg (83594 byte)

 

risultati2.jpg (15401 byte)

 

 

 

Roberto Cicolella

 

 

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites   Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |