ARTIFICIALI & Co

 

 

 

 

 

Fai da te - minnows per trota "thomas


di Umberto Bosatelli alias "red shark ads" pubblicato febb. 2006

Premetto che sono solo pochi anni che mi dedico all'autocostruzione e quindi la mia esperienza in materia è in continua evoluzione ma visti gli esiti positivi nei test di questo particolare artificiale mi sono deciso a scrivere questo articolo che spiega come costruire un minnows apposito per trote .

il minnows in questione si è dimostrato molto catturante sia su trote di allevamento(i classici laghetti a pagamento) sia su esemplari catturati in natura lungo i corsi d'acqua della nostra amata penisola, tantè che ad oggi uso prevalentemente questo tipo di artificiale per insidiare la regina,inoltre  sono da segnalare anche catture di diversi cavedani di taglia.

le caratteristiche principali di quest'esca sono le forti vibrazioni emesse ,la buona visibilità dovuta alla ricopertura in carta stagnola ,la lunghezza del lancio e la flessibilità di utilizzo, infatti quest'esca si riesce a gestire bene sia in acque poco profonde (50cm) sia in acque piu' profonde (raggiunge anche i 2 metri di profondità), senza contare che se viene ben bilanciato non teme nessun tipo di corrente.

per il minnows si è utilizzato sia il ramino che il faggio , entrambi legni abbastanza duri e con un peso specifico simile ,questi legni sono abbastanza duri da lavorare ma in compenso hanno un ottima resistenza e permettono un livello di finitura maggiore inoltre hanno bisogno di una minore piombatura, io personalmente prediligo il ramino ma entrambi vanno benissimo ,attualmente ho provato a utilizzare il samba ma avendo un peso specifico molto inferiore ho dovuto aumentare la piombatura, cosa che ha causato uno sbilanciamento del minnows in fase di lancio con una conseguente riduzione della gittata.,per la verità ,  il minnows fotografato in questo articolo è addirittura in ulivo ,infatti ha un assetto prettamente affondante ed è stato molto piu' difficile lavorarlo a causa della sua durezza.

 

l'artificiale è lungo 6 cm e l'assetto che ricerco in acqua è suspending o leggermente galleggiante ma dato che basta poco per cambiarlo consiglio in fase di test di cercare di ottenere un assetto galleggiante così che con l'aggiunta delle ancorette e della verniciatura al limite potrà diventare un suspending o un low sinking.

il materiale che ci serve è:

 

legno ramino o faggio

fino di acciaio inox diametro 0.8mm

pinza becchi tondi

pinza becchi piatti

morsa da banco

seghetto per il ferro (lama denti fini)

lexan per la paletta spessore 2mm

raspa da legno

carta vetrata

e possibilmente un minutensile tipo dremel per le finiture.

mastice per marmisti

carta stagnola (io consiglio quella dei poket coffe)

vinavil

lametta da barba

un coltello

bomboletta di vernice nera o aerografo

lastra di piombo

 

bene ora si può cominciare, dopo aver procurato un assetta di ramino delle dimensioni di 2cmX2cm ci si incolla sopra questa sagoma oppure ce la disegnate sopra con una matita come faccio io .

Quindi con un traforo o con un seghetto ritagliate il vostro minnows dall'assetta di legno , io successivamente uso la smerigliatrice a nastro ma anche con una raspa da legno e un di olio di gomito si riesce a sgrossare il minnows senza troppi problemi, la rifinitura va fatta con la carta vetrata.

si fissa in minnows in morsa e con un seghetto da ferro(denti fini) si la sede armatura facendo un taglio per il lungo sul minnows, io mi sono fatto un attrezzino per scavare ulteriormente il minnows nella zona della coda per poter inserire piu' in profondità l'armatura in alternativa smontate la lama del seghetto e usate quella di punta ,successivamente con un miniutensile a cono allargo la sede armatura in coda e in testa per poter inserire l'armatura e le spire che la chiudono senza che esse escano dall'artificiale.

in questo modo l'armatura è praticamente incastrata all'interno del minnows , con lo stesso sistema si la sede della paletta che  deve essere molto piu' in avanti rispetto ai minnows tradizionali e molto piu' inclinata.

a questo punto io fisso armatura e paletta con una goccia di uhu extra e prendo una lastra di piombo morbido da 1 mm e ne ritaglio un pezzetto ( la vendono i rivenditori di materiale edile) normalmente il peso di questa non supera i 2-3

la incollo con una goccia di uhu al ventre del minnows e lo provo in vasca,a questo punto possono essere fatte delle correzioni personali al movimento dell'artificiale , se si vuole un movimento piu' accentuato basta fare la classica forma a sfera sulla paletta oppure basta abbassare leggermente l'anellino di testa.

adesso che il minnows ha superato la fase di test . smontate tutto, piombo, armatura e paletta e incollate tutto per bene , rimontando paletta armatura e piombo, io uso sulla paletta per comodità la uhu extra ma voi usate pure la colla che preferite poi stucco tutto con il mastice per marmisti.

Ora con una limetta da ferro io normalmente incido le branchie e con un miniutensile ci faccio le cavità degli occhi, sempre con la lima arrotondo la lamina di piombo facendola aderire il piu' possibile al legno.

ora io normalmente ci una stuccata (ma non sempre) con il mastice per marmo o con  del normale stucco per legno ,appena asciutto si ricarteggia il tutto e si passa all'incollatura della carta stagnola e alle finiture.

la carta stagnola che uso è quella che recupero dai poket coffe , è color oro ma con una passata di acetone (quello che usano le donne per togliere lo smalto dalle unghie) si scolora e diventa argento , inoltre è la piu' resistente di tutte quelle che ho provato vino ad a oggi.

bisognerà fare un lato alla volta (dx e sx) ,con una forbicina si ritaglierà la sede paletta e poi con un di vinavil si incolla la carta stagnola al minnows , cercate di ritagliare il foglio il piu' preciso possibile ,appena finito il primo lato prendete un coltello da cucina e usandolo dal lato opposto a quello della lama premete sulla stagnola facendo delle righe a 45 gradi lungo il corpo del minnows , in questo modo otterrete un effetto squame davvero notevole , ricordate però di mantenere la stessa distanza tra una riga e l'altra.

ora con una lametta da barba o con un taglierino rifilate perfettamente la stagnola sulla pancia e sulla schiena del minnows in modo che occupi esattamente la metà appena fatta e non sbordi in quella da fare.

ripetete lo stesso procedimento nel lato restante e non preoccupatevi se in alcune zone della schiena la stagnola non è sormontata lasciando intravedere il legno,mentre sulla pancia cercate di essere il piu precisi possibile ,ripeto sulla schiena non serve perchè poi la vernicerete.

se sulla pancia è rimasta qualche parte scoperta potete sempre usare dello smalto per unghie color "perla" (lo trovate al mercato) che con un paio di gocce copre ogni magagna.

ora serve l'aerografo o una bomboletta , passate una mano di nero sulla schiena e se volete di bianco sulla pancia, appena asciutto con due gocce di attack ci mettete gli occhi ,ora manca solo il trasparente (3mani di vetrificatore per parquet)e avrete il minnows pronto per sfidare la regina.

ciao by umberto

p.s. questo minnows lo dedico a mio figlio thomas quindi lo battezzo thomas

e per finire buona permanenza sul sito

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites   Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |