ARTIFICIALI & Co

 

 

 

 

il “Fai da Te” - la montatura porta Grubs
(o vermoni) per la pesca al Siluro

 

Testo e foto Loris Ferrari (feb.2000)

 

Impareremo ora a costruire un semplice ma efficace sistema per innescare grossi Grubs o Vermoni nella pesca al Siluro, in Po ed in tutte le acque profonde che lo ospitano.

 

La pesca al Siluro con gli artificiali, è una pesca relativamente giovane, in commercio non sempre possiamo trovare le attrezzature giuste. Il sottoscritto ha iniziato, come sempre, a cercare di risolvere da solo, alcune situazioni.

 

Leggendo i primi articoli sulla pesca al siluro con gli artificiali, si intuisce immediatamente che le catture effettuate dagli autori (ed anche dal sottoscritto), sono risultate più dovute al caso ed alla costanza nel pescare nei posti giusti, che alla conoscenza specifica del pesce... non è certamente una vena polemica, ma una semplice constatazione.

 

Il Siluro, è un pesce difficile e facilissimo allo stesso tempo; dipende dalle situazioni.

 

Qualcuno di voi, più avanti con gli anni, gli sembrerà di leggere i primi articoli sulla pesca del Black Bass di oltre vent’anni fa, quando si dicevano le stesse identiche cose perché (malgrado di B. ce ne fossero in quantità industriali), si insidiavano solamente con minnows e rotanti.

Si vedeva, si lanciava e lui, o se ne andava piano o non si muoveva di un millimetro ! 

Con gli anni si è poi capito che il B. di cui sopra, si abituava rapidamente agli artificiali ed ai relativi recuperi e non lo si fregava più !

 

Il Siluro, se abbiamo la fortuna di beccarlo in caccia, è ancora un pesce facilissimo, quasi sempre basterà lanciargli qualcosa davanti ed abboccherà ! Non ha ancora la malizia (conoscenza ed esperienze negative vissute), di conoscere il pericolo “artificiale” e sentendo questo “essere strano” vibrare e muoversi, lo attacca senza indugio.

 

Se invece è inattivo, non attacca (dorme ?), diventa un tormento, un pesce difficilissimo...neppure usando l’esca più costosa ! Il sottoscritto ha vissuto giornate piene di cappotti e successi esaltanti, proprio grazie alle due situazioni di cui sopra !

 

Ancora, per me, il Siluro è un enigma, se non noto segni evidenti di caccia, di salti e “delfinamenti” (movimenti a delfino), sulla superficie, o bolle e bollicine che salgono in superficie dal fondo, causate dal branco di Siluri in movimento, so già che si presenterà dura, perché bisogna cominciare ad insidiarlo sul fondo, sperare di trovarlo e cercare di convincerlo ad attaccare.

 

Quali artificiali utilizzare ?

 

Pur nella mia pur breve esperienza (alcuni anni), con questo pesce,  posso affermare che vanno ancora bene tutti. Abbiamo catturato (quando ne avevano voglia !), con tutti i tipi di artificiale, di ogni dimensione: ondulanti, rotanti, tandem, minnows, vermoni, pesci dalla coda piatta, plughi di superficie...

 

A mio parere, a tutt’oggi, uno degli artificiali dalla resa più costante, è sicuramente l’ondulante, che viene attaccato soprattutto mentre si recupera a scendere facendolo sfarfallare verso il fondo e con discontinue tirate vs. l’alto.

 

Il Siluro non è un pesce stupido, come tutti i predatori, impara in fretta, deve usare da secoli l’intelligenza per aver ragione delle prede, anch’esse sempre più smaliziate.

 

State certi che diventerà sempre più selettivo nei confronti degli artificiali... ...personalmente frequentando piccoli laghi di irrigazione popolati di Siluri, ne ho già subito le conseguenze; dopo catture iniziali a ripetizione, sono diventati quasi imprendibili !

 

Cosa provare quando il Siluro è inattivo ?

 

Bisognerà provare con esche che rasentano il fondale, magari antialga, ed insistere nei punti che le ns. esperienze fanno ritenere caldi, quali le buche, gli avvallamenti, le briglie, gli ostacoli di vario genere.

 

Le ancorette dei rotanti, dei minnows e degli ondulanti possiamo renderle antialga con il sistema che già conoscete (vi rimando all’articolo dedicato in questa rubrica).

 

Ora impareremo a costruire un semplice sistema per l’innesco dei grossi grub e vermoni di buona taglia, per poterli recuperare sul fondo su e giù, facendoli saltellare davanti alle presunte tane dei siluri.

 

La montatura per Grubs e Vermoni.

 

Materiale ed attrezzi occorrenti:

 

1)  La solita ruzzola di filo di acciaio inox dello 0,80 (anche più grosso se vogliamo insidiare i giganti delle specie !);

 

2)  Le pinzette a becchi conici, le pinze normali e le tronchesi;

 

3)  Piombi sferici forati da 5 - 10 - 15 gr. o quelli grossi a proiettile impiegati nell’innesco Texas nella pesca al B.B.

 

4)  Grossi e robusti ami singoli, ad occhiello, nelle misure adeguate alla taglia delle prede e delle grandi esche siliconiche impiegate.

 

...Inizia il montaggio:

 

n    Iniziamo tagliando uno spezzone di acciaio inox della lunghezza di ca. 12 centimetri ;

 

n    costruiamo in una delle estremità un anello, con l’aiuto di pinze e pinzette, come già spiegato nell’articolo sui rotanti;

 

n    Infiliamo la sfera di piombo (o il piombo a proiettile);

 

n    Richiudiamo il tutto con un secondo anello, dopo averci infilato dentro l’amo;

 

n    Verniciamo il piombo, se non ci piace il colore ”plumbeo”, e la montatura è ultimata.

 

grubsiluro01.JPG (19699 byte)

 

N.B. Se poi non vogliamo far spostare il verme siliconico dall’amo, possiamo avvolgere attorno a questo alcuni giri di filo d’acciaio piegando a 90° rispetto al gambo le estremità, in modo da ottenere due asperità che impediranno all’artificiale di scivolare lungo l’amo.

Oppure, più semplicemente, possiamo tenere l’ultimo pezzetto di filo, nell’occhiello vicino all’amo, sporgente di alcuni millimetri.

 

Considerazioni finali :

 

Innescando il vermone od il grosso grub, avremo una montatura capace di arrivare rapidamente sul fondale, anche facendolo lavorare in corrente, e capace di portare all’attacco i Siluri perché riusciremo (soprattutto pescando dalla barca), ad insistere nei punti ottimali. Innescandolo antialga sarà poi possibile anche fermarlo sul fondale, farlo strisciare e ripartire di scatto per far innervosire il ns. amico siluro.

 

Il pezzetto di filo d’acciaio serve a due cose:

 

1)  a non ledere il filo o la treccia dai continui sfregamenti con il piombo ;

 

2)  a renderlo più sicuro nei confronti della dentatura, fine, numerosa ed abrasiva del Siluro.

 

L’attacco del Siluro :

 

Il Siluro, può attaccare queste esche anche a piccoli strappetti (tipo Black Bass), se accade, abbassate la canna e quando parte il filo, preparatevi a ferrare un paio di volte con forza, per conficcare bene l’amo nell’ampia bocca del pesce.

Questo tipo di attacco all’esca è però tipico delle acque ferme, dove il pesce ha tutto il tempo per “meditare” l’artificiale e pure di rifiutarlo.

 

Usandola in corrente (ad es. recuperando a flipping dalla barca), il pesce attaccherà quasi sempre in modo deciso e brutale.

 

Attenti al momento dell’attacco, è quasi sempre repentino ed inaspettato, e capace di strapparci la canna dalle mani ! Quando il Siluro decide di attaccare, anche se di media taglia, lo fa in modo irruento partendo con fughe improvvise e velocissime. La ferrata (o le ferrate), andranno impresse comunque, per essere certi di far presa. La frizione andrà tarata al punto giusto (per chi la usa), pena la rottura sicura della lenza.

 

Personalmente la frizione non la uso, preferisco assecondare le sfuriate dei pesci sfruttando l’elasticità della canna ed andando all’indietro con la manovella del mulinello.

 

Ritengo, adottando da tanti anni questo sistema, di avere maggiore sensibilità e contatto col pesce, riesco a concedergli solamente il necessario per impedire la rottura della lenza e senza farlo arrivare (possibilmente), nell’intrico della sua tana.

 

Non devo poi preoccuparmi di eventuali blocchi o slittamenti della frizione (la parte più delicata del mulinello), se si inceppasse durante la lotta, potrebbe portare alla perdita della ns. sudata preda.

 

Se già anche voi non lo avete adottato, vi consiglio di provare, iniziando con i pesci abituali; vedrete che con un minimo di pratica, lo troverete davvero utile ed efficace pescando tutti i grossi predatori.

 

Ciao a tutti e buona p... permanenza sul ns. sito !

Loris Ferrari

e-mail :lorisfer@libero.it

 

 

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites   Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |