ARTIFICIALI & Co

 

 

 

Snodato - 13cm X 22gr.

 Testo e foto di : Tiziano Tozzi (Tiziano78) - Ottobre 2009

Ciao a tutti gli autocostruttori e non!!!
Vi presento un nuovo tutorial di un vecchio e famoso artificiale che ormai tutti conoscono fatto alla mia maniera.
L’ho chiamato snodato-13 anche se per la verità è di 13,5 cm!!!
E’ forse lo snodato per eccellenza,il 13 cm più amato e anche più usato almeno per i bestioni dell’Arno fiorentino,i siluri!!!!Ma pure per le spigole,lucci,bass ecc...
L’artificiale è galleggiante e la robusta armatura inox di 1 mm garantisce un ottima tenuta!!!
Ma veniamo alla sua costruzione:
Dal nostro solito “vendi legno” di fiducia a questo giro ci facciamo dare un tondello di samba di 20mm.

Per dare la forma al nostro snodato potremmo avvalerci dell’uso di un tornio o più semplicemente di una levigatrice a nastro...(oltre naturalmente al vecchio ma mai fuori moda olio di gomito!!)
Io ho optato per la levigatrice...
Tagliamo il tondino di 20mm a 14 cm tanto per stare più larghi e daremo con l’attrezzatura giusta la forma desiderata,sia in testa che in coda

e dopo una lisciatura manuale per renderlo perfettamente liscio,si potrà accorciare il tutto a 13,5 cm!!!

Sega a nastro o più semplicemente classico seghetto a ferro e creiamo i due pezzi dello snodato...
7,5 cm la parte anteriore e 5,5 cm la coda.

Inseriamo i due pezzi in una morsa e realizziamo gli scassi per l’inserimento dell’armatura passante.

Sul pezzo di testa si realizza anche l’alloggiamento per l’armatura con un taglio centrale fatto con un seghetto a lama tonda e affonderemo di 1,2 cm.

Restando sempre alla testa prendiamo il trapano elettrico e creiamo l’insenatura per il piombo da 3mm, di peso pari ad 1 grammo...
è poco,ma basterà per far stare in assetto il nostro snodato durante il recupero!!!
Perciò punta da 3mm e via!!!

Si crea l’armatura con la classica dima che ci saremo fatti in precedenza e con l’inox AISI 316 da 1mm faremo lo scheletro della nostra creatura...
Ricordiamoci di piegare di 90° l’anellino posteriore della parte anteriore e pure quello di coda in modo da poter mettere un amo singolo!!!

Si assembla il tutto e fermiamo con qualche goccia di cianoacrilato(attack)...

Il corpo è già a buon punto e non ci rimane altro che realizzare la paletta.
Policarbonato da 2mm.
Ricalchiamo il disegno fatto o, come sempre, ci facciamo una dima, e abbiamo i contorni da lavorare e lisciare del nostro futuro timone!!!
Le misure le vedrete nelle successive foto.

La linea a 1,2 cm sarà dove daremo la piega alla paletta inserendola nella morsa dopo averla levigata...

Facciamo anche la bombatura sempre in morsa e per ultima cosa facciamo il taglio centrale da dove uscirà la nostra armatura...

n.b. il taglio va fatto dopo la bombatura,perché se faremo il contrario al momento di pressare il dado contro il policarbonato il taglio tenderà ad allargarsi compromettendo tutto il nostro lavoro!!!

Inseriamo anche lei dentro al legno e incolliamola con il bi componente...

Ci rimane solo da stuccare con stucco da legno e lisciare il tutto.

A secondo del peso del legno e con le giuste ancorette avremo un artificiale di 22 gr circa perfettamente galleggiante!!!
Si smussano i lati allo snodo come in foto...

...e se vogliamo rendere ancora più bella la nostra esca gli facciamo anche i buchi per gli occhi 3d con una apposita fresettina...

Coloriamo ,proteggiamo come sempre e andiamo a pescarci che i pesci ci aspettano!!!!!

Spero di essere stato semplice e chiaro a tutti,soprattutto per chi è alle prime armi volevo ricordarvi che  potrete vedere la sua costruzione anche su Sky canale "caccia e pesca" nella rubrica Passione Artificiale con Matteo de Falco!!!!

Per approfondimenti e discussioni sui Fly minnow vai al forum di autocostruzione

Ciao e buona p...ermanenza sul sito!!!!!

Tiziano Tozzi

 

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites   Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |