ARTIFICIALI & Co

 

 

 

 

“Fai da Te” - Mini Spinnerbait "Rengo" per l'ultraleggero al cavedano

 

Testo e foto di Gianni Burani
(ultimo aggiornamento - Gennaio 06)

 

 

 

Quando Luciano Cerchi mi mandò per la pubblicazione, l'articolo sui mini spinner bait per trote e cavedani, rimasi  affascinato da quel gioiellino. Un artificiale, lo spinner bait, che fino a quel giorno conoscevo solamente per la pesca del black bass, del luccio e del siluro, ma che così reinterpretato si presentava in una nuova veste adatto anche per i piccoli torrenti e le rogge, per i cavedani e per le trote. Il mio pensiero, immediatamente, è volato in  una roggia del Mantovano che sapevo essere ben popolata di diffidenti cavedani e che volevo frequentare nel periodo invernale.

 

Un mini spinner bait, a pensarci, era in effetti l'ideale per quel luogo ,  giusta velocità alla giusta profondità , un buon compromesso insomma tra peso e volume ed inoltre con quel minimo di azione antialga che aiuta sempre, in particolare in questi piccoli ambienti in cui la vegetazione è a tratti ridondante. Mi piaceva anche la possibilità di riuscire ad utilizzare l'esca su una lenza pulita, ossia senza l'ausilio di girelle, visto che lo spinner bait a differenza dei rotanti non ruota sul suo asse e quindi non genera torsioni al monofilo. 

 

Non ho perso tempo e  sono passato alla costruzione del "Rengo" il mini spinner presentato in questo articolo (Rengo mi ricorda il luogo specifico a cui li ho destinato...) liberamente ispirato, come detto,  al mini spinner bait di Luciano Cerchi.

 

Si tratta di un artificiale ideale per acqua lenta e per un recupero blando  fino da 0,5-1mt  di profondità. Il colore è fondamentalmente una mia preferenza  o meglio è il colore che secondo le mie osservazioni ha riscosso in quel luogo il gradimento migliore da parte dei cavedani. Meglio del bianco del giallo del rosso, gli altri colori provati. Il motivo per certo non lo so. Può  essere il colore predominante del cibo presente o il colore che in quelle condizioni di acqua e di luce meno infastidisce il pesce  o una semplice casualità. 

 

Il Rengo nella  prima uscita,  ha  fruttato un bel cavedano a cui sono seguiti altri  in  battute successive. Da allora ho sempre un mini spinnerbait nelle mie tasche quando affronto quella roggia e non solo quella, in particolare nel periodo più freddo

 

 

Prima di passare alla spiegazione del procedimento costruttivo, va detto che con artificiali di queste dimensioni,  per avere il  massimo della sensibilità e del divertimento, dobbiamo utilizzare una attrezzatura veramente leggera con potenza di lancio della canna di 2-8 grammi , monofilo sottile in naylon da 0,14-0,16mm, un piccolo mulinello  proporzionato alla canna e conseguentemente, nella speranza di utilizzarlo spesso, un  ampio guadino.

Vediamo quindi la costruzione di questo mini spinner .

 

Materiali

 

 

  • Spezzone di acciaio (meglio se inox) di 0,6mm

  • Filo fusibile di piombo Dn 1,5-2mm

  • Paletta con cavaglierino  del numero 0 tipo Francese oppure in linea  tipo Martin  per rotanti da 2  gr. 

  • Cavaglierino (non necessario per le palette in linea tipo Martin)

  • Perline in plastica (meglio se galleggianti) (*)

  • Gonnellino in gomma

  • Un mini grubbettino in gomma (meglio se in pasta di sale affondante) (**)

  • amo del nr.  8 o 6  con occhiello

  • Filo di montaggio nero

  • Colla cianoacrilata

(*) Il nostro mini spinner ha una massa veramente ridotta all'osso. Per dargli il giusto assetto quindi dobbiamo cercare di operare anche su questi componenti onde evitare di dovere correggere con troppa spiralina di piombo

 

 

Attrezzi

  • Pinza a becchi tondi

  • Pinza normale

  • Tronchesi

  • Un morsetto o una morsettina da banco

  • Un annodatore (raccomandato ma non indispensabile)

 

 

Costruzione

 

Iniziamo a creare l'armatura dello spinner e fissiamo il filo da 0,6 mm  all'amo. Tagliamo con la tronchesina l'eccesso.

 

Facciamo 12-14 giri di spiralina di piombo sulla armatura

 

Sagomiamo l'armatura come da foto seguenti. Per l'occhiello di testa si deve utilizzare la pinza a becchi tondi onde evitare "spigolature", per le altre piegature va benissimo  una comune pinza

 

 

Inseriamo nella armatura la prima perlina, la paletta sul suo cavaglierino e la seconda perlina, quindi con la pinza normale facciamo un angolo per evitare lo sfilamento delle perline e tagliamo l'eccesso. La paletta può essere con cavaglierino ma anche di tipo Martin ed infilata direttamente sulla armatura.

 

Sul morsetto, montiamo ora con del filo di montaggio nero il gonnellino , se necessario rifiliamo il gonnellino con le forbici per tagliare l'eccesso, quindi inneschiamo il piccolo grub sull'amo e portiamolo a ridosso della legatura. Il mini spinner  è terminato.

 

A questo punto non rimane che la fatidica prova in acqua. Se ci accorgiamo che l'assetto non è perfetto e la parte alta con la paletta tende di lato  possiamo ancora correggere questo difetto aggiungendo spiralina di piombo o sostituendo quella presente con altra di diametro maggiore. Prima di farlo tuttavia suggerisco di utilizzare, se non è stato fatto, un grubbettino affondante , unitamente alla spiralina già presente dovrebbe infatti essere sufficiente.

 

Variazioni sul tema - Il peso. 

Volendo costruire un mini spinnerbait generico, una valida alternativa alla spiralina di piombo,  puo' essere l'utilizzo di un piccolo piombo ad oliva con foro passante. Il procedimento costruttivo è quello descritto nell'articolo  "Spinner bait facile".II piombo da usare naturalmente deve avere dimensioni proporzionate al nostro mini spinner. Indicativamente e senza dare regole statutarie direi di stare  tra i 2 e 5 grammi. 

 

 

Variazione sul tema - il micro spinner e... conclusioni....  

Dopo avere costruito i miei primi mini spinner mi sono poi chiesto fino a che punto era  possibile ridurre le dimensioni di questi artificiali, alla ricerca del  limite funzionale e naturalmente di gradimento da parte dei pesci.  Riduci che ti riduci sono arrivato a costruire micro spinner delle dimensioni di 15-20mm . Oggi queste misure mi sembrano il limite sotto al quale diventa difficile ottenere un oggetto lanciabile e bilanciato. Ma non voglio mettere dei limiti. Magari utilizzando materiali diversi dal piombo per appesantire, come per esempio il  tungsteno, è possibile costruire micro spinner ancora piu' piccoli. 

 

 

Non mi rimane che rinnovarvi l'invito a costruirvi un mini spinner bait , ad  usarlo con fiducia, a sperimentare diversi recuperi e soluzioni e se vi và, a condividere con noi, le vostre esperienze in merito. 

 

 

Ciao e buona permanenza sul nostro sito

Gianni Burani

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |