PRIMI LANCI

 

Altri articoli sul tema:

Montature e  inneschi dei worm siliconici

Pesi ed ami

 

 

 

Approfondimenti sugli Inneschi e sulle Montature per i worm siliconici

 

 

Testo e foto di Gianni Burani (11/2004)

 

 

Dopo avere toccato molto genericamente le metodologie classiche di innesco e montatura dei vermoni siliconici , nell’articolo “innesco e montatura dei worm” (ricordo sempre che il termine vermone è preso unicamente come convenzione, essendo il metodo applicabile ad una gran quantità di esche tenere), vediamo di approfondire l’argomento.

 

Ripercorreremo in dettaglio l’innesco dell’amo offset per le montature Texas-rig e vedremo alcuni metodi per la realizzazione di montature con il piombo bloccato a ridosso del vermone , molto utile (per non dire obbligatorio) quando si affrontano ambienti ricchi di vegetazione.  

 

Se qualche termine vi sembra incomprensibile vi suggerisco di tenere una finestra aperta sul piccolo glossario tecnico presente su questo sito.

 

 

Innesco dell’amo offset

Si infila la punta dell’amo in testa al vermone , facendola uscire a breve distanza

 

 

 

 

Si sfila lo stelo dell’amo facendogli compiere contemporaneamente una rotazione sul suo asse di 180° . Si sfila fino a quando l’occhiello si trova ben posizionato sulla testa (o leggermente dentro la testa) del vermone e la parte dritta dello stelo è tutta fuoriuscita dal corpo dell’esca.

 

 

 

Si innesca la punta dell’amo secondo una delle metodologie che illustrero’ di seguito (La denominazione adottata è quella americana. Anche negli stati uniti tuttavia esistono diverse denominazioni tra stato e stato e soprattutto tra i vari produttori di esche)

 

Texas rigged  (classico antialga): la punta deve essere inserita nel corpo ma non fatta uscire. Per aumentare ulteriormente l’effetto antialga di questo innesco, la punta puo’ essere anche solo appena inserita nel corpo del vermone. E’ un innesco fortemente antialga e da preferire quando sondiamo gli anfratti piu’ intricati e ricchi di vegetazione per evitare veramente ogni tipo di incaglio. La punta è molto nascosta nel corpo del vermone per cui la ferrata deve essere decisa.

 

 

 

Texas exposed (con la punta esposta): la punta viene fatta uscire completamente. E’ un innesco da preferire con la gomma o i siliconici piu’ compatti e quando cerchiamo il pesce in acque sgombre da ostacoli. In caso di abboccata la presa dell’amo è immediata.

 

 

Texas skin on top (con la punta inserita leggermente sottopelle) : La punta una volta fatta uscire viene fatta leggermente rientrare nel corpo del vermone. Questo innesco è un buon compromesso tra la ricerca di un buon effetto antialga ed una buona condizione dei presa dell’amo in caso di abboccata .

 

Texas skin on side (con la punta sottopelle lateralmente): La punta viene fatta entrare sottopelle lateralmente. Si tratta di un buon innesco antialga dove tuttavia il corpo del vermone oppone veramente poca resistenza ad un attacco, mettendo l’amo in immediata condizione di presa. Per questo tipo di innesco esistono anche specifici ami offset con lo stelo ritorto. Da provare quando il pesce attacca svogliatamente.

 

 

Pegged Texas rig

La montatura Pegged Texas Rig come sappiamo prevede l’utilizzo di: un peso a proiettile (bullet), un amo off set, uno stecchino o uno stop di plastica o gomma per fermare (pegged) il peso sulla lenza. La necessità di fermare il peso sulla lenza è una esigenza piuttosto frequente nella pesca al bass in particolare pescando in verticale e tra la vegetazione.

 

 

Il fissaggio del peso è molto semplice si puo’ utilizzare un ramettino,  uno stuzzicadenti o degli appositi cunei plastici inseriti a fermare a mo di zeppa il filo contro il foro del peso.  L’eccesso viene poi  tagliato o spezzato via. In alternativa esistono dei fermapiombi in plastica o in gomma con foro passante che si inseriscono nella lenza prima del peso.

 

 

Florida rig

La variante della montatura Pegged Texas Rig nota con il nome di Florida Rig (oppure screw-in rig), si realizza utilizzando dei particolari pesi dotati di una spiralina (screw-in) da avvitare sulla tesa del vermone, evitando cosi lo schiacciamento della lenza. Il peso in questo modo, non puo’ scorrere sul filo, vincolato come è sul vermone stesso.

 

 

 

Nella foto il peso è un normale bullet che ho modificato con l’inserimento di una spiralina ricavata con filo inox 0.8 e fermata al vertice del piombo con una leggera ricurvatura. I piombi commerciali che si trovano per questo tipo di innesco si differenziano poco nella sostanza dalla mia realizzazione artigianale (quando si trovano…).

 

Grazie al fatto che a differenza della montatura “pegged texas rig”, il piombo non è bloccato direttamente sul filo, possiamo traslare verso la coda dell’esca l’innesco dell’amo, variando questa distanza a piacere, senza interventi sul peso e sulla lenza.

 

Variazioni sul tema

Ci sono situazioni in cui puo' essere utile ricorre all' ausilio di una porzione rigida di armatura per consentire la traslazione dell'amo in esche particolarmente lunghe e dal corpo compatto come grossi grub single o double tail, grossi vermoni ecc.

 

Quello che dobbiamo realizzare pertanto è una semplice armatura su cui inserire piombo ed amo. Essa includerà la spiralina per fermare la testa del worm, un occhiello per fissare la lenza un occhiello per fissare l’amo. 

.

Prendiamo del filo inox  e realizziamo un occhiello ed inseriamo un peso .

 

 

 

Stabilita la distanza che dovrà avere la posizione dell’amo sull’esca, realizziamo un secondo occhiello senza chiuderlo ed inseriamo l’amo off set nella armatura.

 

Quindi chiudiamo l’armatura a ridosso del peso facendo una spirale.

 

 

Come si puo’ intuire il peso non puo’ traslare essendo vincolato dalla armatura.

 

 

Non ci rimane che innescare il nostro siliconico nel metodo classico partendo dalla testa e facendo uscire l’amo piuttosto indietro.

Facciamo scorrere il corpo del vermone sulla armatura e reinseriamo l’amo offset nel corpo con un metodo a piacere tra quelli visti (nella foto ho utilizzato questo vermone esclusivamente per motivi di "trasparenza").

 

 

 

 

 

Altre variazioni sul tema…

Avendo a disposizione una armatura rigida , diventa facile inserire altri accessori...

 

Ecco per esempio due soluzioni pensate per una pesca orizzontale da sfruttare con i lunghi lanci che ci consente questa montatura

 

 

 

 

 

 

Innesco del Tube con il  tube weight

Per questa montatura è necessario un tube-weight, ossia uno speciale peso cilindrico  munito di un occhiello abbastanza ampio e un amo off-set. Un peso di questo tipo puo' con facilità essere fabbricato con il fai da te utilizzando un normale piombo ad oliva e pochi centimetri di filo inox. In commercio ne esistono di svariate forme e dimensioni in piombo o in tungsteno (Nella foto il piombo è particolarmente grosso solo per ragioni illustrative). 

 

 

 

Il tube-weight viene inserito nel corpo cavo del tube con l'occhiello rivolto verso la testa dell'esca. 

L'amo off-set si inesca nella testa del tube ,nella maniera vista sopra, attraversando anche l'occhiello del tube-weight. 

 

 

A seguire si termina l'innesco dell'amo off-set come visto in precedenza. 

 

 

Il peso, come è intuibile, è fermato dallo stelo dell'amo e non puo' sfilarsi dal corpo del tube. Questa montatura puo' essere utilizzata un po'  per  tutte le tecniche di presentazione anche se  trova una applicazione veramente eccellente nella tecnica dello skipping

 

 

 

Ciao e buon divertimento sul ns. sito…

 

Gianni Burani

 

 

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |