FAI DA TE accessori & co

 

 

 

Il portacanne per belly boat 

  Testo e foto Mauro Maccagnani (Sipadan) - Dic. 2006

 

Caso 1

Il mio primo tentativo di fare un portacanne da belly è stato questo.

Ovviamente mi sono basato su quello visto a   Max Mughini, cui va il merito dell’idea originale.

Servono 2 tubi da canalina elettrica di  diametro 40 mm tagliati lunghi a piacere (circa 50 cm nel mio caso).
Avvitare con viti da legno direttamente sulla canalina due pezzi di legno ben lisciati.
Avvitare nel mezzo una vaschetta (l'avevo in casa) che ha anche funzione portante, ovvero irrobustisce il tutto.

La vaschetta può essere forata per far scolare l’acqua o le esche o col fondo pieno per ottimizzare il galleggiamento .


Avvitare sul pezzo di legno grande altri  ( 3 nel mio caso) pezzi di canalina - con 2 viti tramite due fori passanti. Col dremel ho poi realizzato l'invito per ospitare il mulinello che resta bloccato in modo perfetto.

Io ho avvitato sul legno anteriore anche tre blocchi per le canne, che però se i tubi sono a misura non servono.


Per tenere alto il tutto ho avvitato sotto il legno 2 "L" di lexan da 5 mm di misura 10 cm sotto e 20 cm di sbalzo che si appoggiano sulla curva del pontone del belly.
Il tutto si fissa al belly col velcro (e due clip per maggiore sicurezza)
Io ho usato un diametro dei tubi usati come portacanna di diametro adatto alle mie canne

L’innesto delle canne in pesca può sembrare scomodo, ma non lo è e si ha la quasi certezza di evitare cadute delle canne
 
Caso 2

Visto pero che ingombra troppo per i miei gusti ne ho progettato e realizzato un altro di dimensioni ridotte portato alla dimensione del lato minore della vaschetta e avvicinando le canne.
Inoltre i supporti per tenere dritto il tutto li ho fatti  rimuovibili così da potere portare il portacanne a destra o sinistra, in pratica sostituisco la "L" di lexan con due tubi rimuovibili.

Il punto di forza di questo sarà l'opportunità di portare bene 2 canne a mulinello alto, e una terza in emergenza col mulinello nella vaschetta oppure una da casting.

La versione definitiva deve poter  galleggiare bene in quanto desidero poter lasciare il portacanne, che è piccolo, eventualmente fuori da un intrico di rami per entrare solo col belly ed una canna, ovvio che pur galleggiando andrà attaccato fuori dalla portata da riva e assicurato con una clip a delle frasche.

Per rifinire il tutto ho chiuso i tubi col silicone per renderli stagni.

Si può anche dare  dell'impregnante o del coprente al legno per bellezza, ma usando del preimpregnato non serve.

----------
L'intaglio nelle canaline  va fatto col dremel con un impegno di pochi minuti come visto in precedenza.

Ho comprato tubi idraulici che si innestano (questo risolve l'ambidestro in maniera elegante e pure il trasporto, le parti che stanno contro il belly nel trasporto si possono mettere sopra)

Servono due tubi lunghi sui 50 cm, 4 raccordi a “T”,2 tubi sui 30 cm, i tubi idraulici sono dotati di guarnizioni quindi di per sé stagni.

I tubi hanno da un lato un incastro femmina con guarnizione e dall’altro un incastro maschio senza guarnizione.
Costo totale circa 15  euro per i tubi (più il legno e la vaschetta, che io ho usato di recupero)

Si fissano a mano  le “T” alle estremità e la vaschetta ai tubi con viti autofilettanti

Qui si vede il fissaggio alle estremità delle tavole di legno ovvio che il legno sia stato carteggiato  bene su tutti gli spigoli.

Visto che i raccordi a “T” sono alle estremità fissiamo a questi i supporti di legno.

Per aumentare la tenuta mettiamo un pezzo di legno all’interno per fare da battuta alla vite, tanto poi siliconeremo il tutto.

Particolare del fissaggio dei tubi che terranno le canne.

Le due all'esterno terranno il mulinello alto, quello centrale tiene il mulinello sotto.
Io ho fatto gli scassi di misura sui miei mulinelli.

Visto dal davanti (i tubi sono tenuti da viti autofilettanti).

Potendo non fissare i tubi che tengono dritto il portacanne sulla fiancata del belly (che devono fare l'ambidestro), questi per il trasporto possono essere messi davanti al portacanne - tanto le canne sono più lunghe!- riducendo l'ingombro laterale dove si vedono i 4 fori che consentono l'uso ambidestro

Ovviamente manca solo da creare 4 tappi removibili per i fori femmine che consentono l'uso ambidestro sul fondo e che non vanno siliconati.

Invece le estremità superiori possono essere tranquillamente siliconate, i fori femmina di dietro (lato dei mulinelli) non  servono per ulteriori incastri e quelli anteriori, che sono incastri maschi, possono essere siliconati perché si incastrano lo stesso.

Qualora l’insieme non galleggi a sufficienza si potrà attaccare con delle fascette un poco di foam (in vendita a pochi euro al decathlon in cilindri) o del polistirolo o poliuretano da edilizia.

grazie per l'attenzione e buona permanenza sul sito.

Mauro Maccagnani

 

 

 

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |