FAI DA TE accessori & co

 

 

 

 

Fai da te - il porta minnow

 pubblicato Nov. 2000 - aggiornamento Febb. 2001

La mobilita' nella pesca a spinning da terra e' fondamentale. Nel nostro zainetto dobbiamo riporre l'essenziale ma nello stesso tempo dobbiamo disporre di un ampia scelta di artificiali per riuscire a sfruttare al massimo tutte le occasioni e le condizioni che si presentano.

Per quanto riguarda i minnow o più in generale le esche dure come crank, jerk, popper ecc, mi sono costruito allo scopo un porta esche in legno. Nulla di particolarmente tecnologico ma essendo costruito ad hoc ha due caratteristiche che consentono di ottimizzare lo spazio: la larghezza che coincide con la larghezza dello zaino; gli scomparti che hanno dimensioni che si adattano esattamente alle dimensioni dei miei artificiali, o meglio, alcuni di questi scomparti si adattano perfettamente alle dimensioni di alcuni miei artificiali  che richiederebbero l'utilizzo di una ulteriore grossa e fonda plano di plastica. 

Questo mi consente di avere abbastanza spazio libero nello zaino per contenere senza rigonfiamenti fantozziani, tutto il resto del corredo, comprese un paio di bottigliette di acqua fresca davvero indispensabili nelle giornate di caldo intenso. 

Veniamo ai materiali per costruirlo: Quello che ci occorre è un portaoggetti in legno, nel mio caso le dimensioni sono 30x25 cm. Io nell'esempio ho recuperato una vecchia cassetta di colori in tubetto. In ogni caso cassette come questa , di tutte le dimensioni, si trovano presso i centri del fai da te o nelle mesticherie. Oltre alla cassetta servono delle viti con occhiello, delle molle in acciaio con occhielli , delle strisce di compensato, colla vinilica, una pezzo di tela cerata.


Le dimensioni che ho suggerito sono puramente indicative, ciascuno si adatterà a seconda delle proprie e specifiche esigenze utilizzando una scatola di dimensioni maggiori o inferiori.

prtminnow1.JPG (25371 byte)

Per garantire un riempimento ottimale della scatola, gli artificiali,  devono essere alloggiati sia sul coperchio che nella scatola vera e propria. Per contenere gli artificiali sul coperchio, dovremo fissare le viti ad occhiello a breve distanza l'una dall'altra, da entrambi i lati, in modo che risultino  in linea tra di loro. Nelle viti ad occhiello poste in basso , verranno fissate le molle. Le molle ci permettono di fermare artificiali aventi lunghezza differente.

prtminnow2.JPG (34118 byte)

prtminnow3.JPG (36384 byte)

prtminnow4.JPG (33725 byte)

La parte bassa della scatola,  piu' profonda, puo' essere realizzata allo stesso modo, oppure, possono essere costruiti, come si vede nelle foto, dei vani di varie dimensioni. Per realizzare questi vani utilizzeremo delle strisce di compensato che fisseremo con colla vinilica alla base. 

prtminnow5.JPG (33738 byte)

Per evitare che gli artificiali posti negli scomparti inferiori vadano ad abbracciare gli artificiali alloggiati sulla parte superiore, dobbiamo isolare le due parti. Per fare cio' e' sufficiente un pezzo di tela cerata che fisseremo con la colla o con alcuni  punti metallici solo da un lato. 

prtminnow6.JPG (35357 byte)

Ecco finita la nostra scatola che e' in grado di ospitare una quindicina di artificiali nella parte superiore e con almeno una ventina di alloggiamenti nella parte inferiore dove disporremo come minimo altrettanti artificiali ma dove potremo riporre anche piccoli accessori o minuteria varia.

prtminnow7.JPG (60282 byte)

Buon divertimento... 

Gianni Burani

image linking to 100 Top Bass Fishing Sites Black Bass & Co
|Home | | Indice per argomento | | Indice per autore |