Il carlino nell'arte

                                                                                                                                     

Tino di Camaiano  ( 1285-1337)

Nel Museo del Duomo di Milano è conservata una testa di cane, attribuita a Tino di Camaiano (Siena circa 1285-Napoli 1337), che ricorda un carlino.

Pisanello ( 1395-1455 )

Nel Codex  Vallardi compaiono sei piccoli schizzi a penna e inchiostro di un cane sotto varie angolazioni e con varie espressioni : la faccia del cane è incredibilmente simile ad un carlino , il corpo invece presenta tronco arti e coda molto più lunghi.

Bernhard Strigel  ( 1465/70-1528 ) 

David che ritorna con la testa di Golia  (cm 77 x 45 ) Monaco , AltePinakothek

Nella tavola in pino di Strigel (Memmingen 1465/70-1528) in primo piano compare un cagnolino paffuto che presenta molti caratteri analoghi al quelli del carlino.

Adam Frans van der Meulen (1632-1690)

Ritratto d'un maresciallo di Francia ( cm 60.5 x 70)

Bordeaux : Musée des Beaux-Arts

Olio su tela : Ritratto equestre di sconosciuto in uniforme con carlino  . ( ref. 000PE023286)

(Per ulteriori dettagli relativi al quadro dopo aver cliccato sul titolo è sufficiente scegliere la voce CONSULTATION della base JOCONDE : nel campo  AUTEUR trascrivere VAN DER MEULEN ADAM FRANS , nel campo VILLE/MUSEE scrivere BORDEAUX , nel campo TITRE scrvere PORTRAIT D'UN MARECHAL DE FRANCE e, facoltativamente, nel campo ECOLE scrivere FLANDRE)

Leonard Knyff (1650-1722)

Old Virtue (c. 1702)

Si dice che il quadro sia uno tra i più antichi ritratti di un carlino. Il cane rappresentato però, nonostante le rughe sul muso, appare un po' troppo  massiccio per essere convincente come carlino.

 

Nicolas de Largillière (1656-1746)

Luigi XIV e la famiglia. Londra, Wallace Collection (1713 o 1714 ).

A destra di chi osserva il quadro, in secondo piano, un fiero carlino nero.

Giuseppe Maria Crespi  (1665-1747)

Ritratto di dama

Nel quadro del pittore bolognese detto Lo spagnolo compare un carlino.

Jean Baptiste Oudry (1686-1756)

Carlin ( del 1730 , cm 54.5 x 65.3)    Lille  : Musée des Beaux-Arts

Olio su tela che rappresenta un carlino su sfondo di  fogliame . Il quadro è stato restaurato nel 1976. ( Ref. 000PE019081). Il carlino ritratto era un beniamino di  Louis XV.

(Per dettagli sul quadro cliccare sul titolo, dalla base JOCONDE scegliere CONSULTATION , nel campo AUTEUR scrivere OUDRY JEAN BAPTISTE , nel campo TITRE scrivere CARLIN, nel campo VILLE/MUSEE scrivere LILLE )

William Hogarth (1697-1764)

The Wollaston Family (1730)

In primo piano compare un carlino dall'aspetto birichino.

The House of cards (circa 1730)

Qui è dipinto un piccolo carlino nero.

Secondo alcuni autori il primo carlino di Hogarth, chiamato Pugg , è  riprodotto impettito in The Strode Family (1738) 

The Fountaine Family (1731)

Di nuovo in primo piano un cucciolotto paffuto.

Nella quinta scena del   Rake progress  ( il matrimonio del libertino, oberato dai debiti, con una ricca vecchia zitella ) a sinistra in primo piano compare un carlino.

 Autoritratto(1745 -cm 90.17 x 69.85) Londra , Tate Gallery

 In primo piano TRUMP, il carlino dell'autore.

Il quadro, dipinto nel 1745  quando Hogarth era all'apice della sua carriera, intendeva essere una dichiarazione dei suoi fini artistici. La figura del pittore è racchiusa in un "quadro dentro il quadro". Trump simboleggia il suo profondo patriottismo, mentre la tavolozza a sinistra ( percorsa dalla sinuosa Line of beauty) allude al tema centrale della sua teoria sull'arte. Il quadro in cui è effigiato il pittore inoltre poggia sui volumi delle opere di Shakespeare, Milton e Swift, non solo a simboleggiare ammirazione per questi autori ma anche ad indicare l' ambizione a eguagliare il loro contributo all'arte britannica.

Che questo quadro fosse particolarmente significativo per l'autore viene testimoniato dalla scelta di utilizzarlo come frontespizio del volume delle sue tavole  .

Trump appare inoltre  nel quadro The Strode Family e in un'incisione di Hogarth ititolata The Bruiser (  anche qui il suo ruolo è significativo: fa pipì sul volume del critico d'arte Charles Churchill acerrimo nemico del pittore , autore del pamphlet satirico Epistle to William Hogart , che aveva criticato l'autoritratto e sottolineato la somiglianza tra cane e padrone).

Louis Michel van Loo (1707-1771)

Ritratto della Granduchessa Yekaterina Golitsina (1759) : La nobildonna trattiene con la mano sinistra la zampa anteriore del carlino accucciato sulle sue ginocchia

Thomas Patch (1725-1782)

An Interior with a Lady and Gentleman Seated on a Sofa. ( Witt Library,Courtauld Institute of Art)

Accucciato in primo piano un carlino dalla mascherina nera  scruta attento lo spettatore.( Il cane è decisamente simile allo standard attuale )

Giuseppe Diziani  (1732-1803)

Il Battesimo di San Daniele da parte di San Prosdocimo da Padova ( cm 98 x 131.5)

L'olio su tela conservato al Louvre è così descritto nel catalogo del museo : rappersentazione di scena storica con personaggi, interno di chiesa,altare,baldacchino,carlino(?)  (ref.000PE030616).

(Per vedere la riproduzione dopo aver cliccato sul  link del titolo del quadro , è sufficiente scegliere la voce CONSULTATION della base JOCONDE al campo AUTEUR fornire il nome dell'autore , nel campo ville/musée scrivere LOUVRE e nel campo che richiede se si vuole l'immagine rispondere OUI . Per vedere il quadro ingrandito cliccare sull'immagine stessa)

Henry Pickering (1738-1771)

Arnold Rosenhagen (Witt Library , Courtauld Institute of Art )

Un antenato degli attuali carlini posa sopra ad un tavolino accanto al gomito del gentiluomo ritratto.

Francisco de Goya y Lucientes (1746-1828) 

La marchesa de Pontejos (circa 1786), Washington, National Gallery

In primo piano, con un fiocco rosa al collo e le orecchie tagliate secondo una riprovevole usanza dell'epoca , c'è il carlino della marchesa , a simboleggiarne la fedeltà : il ritratto fu infatti molto probabilmente eseguito in occasione delle nozze della nobildonna con Don Francesco Monino, fratello del conte di  Floridablanca.

( Per vedere una bella riproduzione a colori del quadro cliccare sul  link  National Gallery e selezionare nell'ordine: The collection   /  painting  / spanish  / Francisco de Goya  / The Marquesa de Pontejos   , cliccando sull'immagine la si ingrandirà e dalla voce  detail images si potrà vedere in particolare il carlino )  

Philip Richard Morris (1838-1902)

Quite Ready

Il delizioso quadro rappresenta una elegantissima  bambina e il suo carlino che aspettano di uscire seduti sull'ultimo gradino delle scale di casa.

Charles Burton Barber (1845-1894)

Acquerello rappresentante BOSCO, beniamino della regina Vittoria (16.5 x 23.7 cm ) : Royal Collection - Osborne House.

 A family of pugs  (1887) La pittura rappresenta un gruppo di carlini della regina Vittoria :Royal Collection - Osborne House.

Pug,Yorkshire terrier and Italian Greyhound (1879).

Walter Harrowing

Three Pugs ( 1882 )

William Hepple

The Swarland Pugs (1898).

Jean Thomas Ungerer detto Tomi Ungerer

Carlino ( prima del 1989  , cm 42 x 29.7)  Strasburgo : Cabinet des estampes et des dessins

Rappresentazione a matita nera e tempera su carta bianca di un carlino ( Ref. 00000090958).

(Per ulteriori dettagli dopo aver cliccato sul titolo scegliere la voce CONSULTATION della base JOCONDE: nel campo AUTEUR trascrivere UNGERER JEAN THOMAS, nel campo VILLE/MUSEE scrivere STRASBOURG)

                                                                                             

HOME