scacchiere tavolieri
dadi astragli trottole
carte
puzzle rompicapo
strategia wargames

giochi antichi

gioco da banco e da strada
giochi vari
labirinti
strumenti
sala giochi
 
 

Popcorn
Un vero rompicapo.

Axis & Allies - Europe
Un wargame da tavolo.

Mappe
Consulta le mappe di A&A.

Le 8 regine
Il rompicapo di Gauss.

Scacchi
Il gioco per eccellenza.

Gioco del 15
Un classico rompicapo.

Ricerca
Immagini e notizie.

Chat
Discuti senza registrazioni.

Servizi
Utilità per gli amici del sito.
LA VOLPE E LE OCHE
Autore: ? - Giocatori: 2 - Durata media: 5/15 min - Anno: 1200 (o prima)


VOLPE E OCHE
di F. Germanà

Le origini e il nome

La volpe e le oche è un gioco strategico basato sulla caccia, fa parte della famiglia dei giochi a forza disuguale, ed appartiene a quel vasto gruppo di giochi parenti dell'el-qirkat. Risale sicuramente ad un lontano passato, ma le origini incerte non ci consentono di collocarlo in un epoca ben definita. Sicuramente veniva giocato durante il Medioevo, e probabilmente era noto anche prima.


Tavola raffigurante una rara variante del gioco.

Il gioco è conosciuto con vari nomi, molto diversi tra di loro, ma nonostante qualche piccola differenza di regolamento tutti indicano il medesimo oggetto.
L'Halatafl (o Hala Tafl) è il termine islandese con il quale viene indicato il gioco della volpe. Nella Saga di Grettis (o Saga di Grettir), che narra le epiche vicende di Grettir Ásmundarson e dei Berserker, feroci guerrieri vichinghi devoti al dio norreno Odino, vi è un passo in cui viene citato il gioco in questione. La Saga di Grettis è stata scritta molto probabilmente da un monaco islandese alla fine del XIII secolo, questo ci permette di datare La volpe e le oche come posteriore al 1200. Vale la pena di ricordare che il termine saga veniva utilizzato per ogni racconto o storia trasmessi oralmente o per iscritto (saga, quindi, è ciò che si racconta: basti pensare al tedesco sagen o all'inglese to say, che significano entrambi dire). Con il nome De Cercar la Liebre è conosciuto in Spagna e, questa volta, lo si trova citato nel primo vero manuale dei giochi risalente al 1283 di Alfonso X detto il Saggio. In questo Libro de los juegos (98 pagine e ben 150 illustrazioni, ricche di implicazioni simboliche riguardanti la rappresentazione dell'universo) sono raccolte regole e informazioni di vario genere su parecchi passatempi e giochi, tra cui gli scacchi ed il backgammon.
Altre notizie le rinveniamo in Inghilterra, nelle Royal Household il re Edoardo IV (1461-1483)
scrive dell'acquisto di "due volpi e ventisei segugi d'argento" facendo riferimento a due set di pezzi.
Rinveniamo ancora una citazione nel Gargantua e Pantagruel (Francia del XVI secolo) dello scrittore François Rabelais, che inserisce in un lungo elenco di giochi anche quello oggetto di questo articolo.
Il gioco si diffonde rapidamente in tutta Europa con il nome la Volpe e le Oche, ma è anche conosciuto come La volpe e le galline oppure La volpe e le pecore e anche La volpe e i mastini. Se questi nomi non sono ancora sufficienti eccone altri: Il lupo e i cani (in Francia), La tigre e gli uomini (in India), e Il leopardo e le mucche (ancora in India), e Il generale e i ribelli (in Cina - il quale però presenta numerose differenze). Per non parlare dei nomi in inglese: Wolf & sheep, Fox and sheep e soprattutto Fox & geese. Ci risulta che una rivista di lingua inglese lo abbia pubblicato con il nome Dalmatian Pirates and Volga Bulgars, sovrapponendo ad un disegno raffigurante mare e coste il reticolo di gioco, e sostituendo ai pezzi delle imbarcazioni. E' stato pubblicato dalla Jumbo con il nome Citadel, attribuendogli una ambientazione militare franco-prussiana. E' stato messo in commercio (probabilmente negli anni '60) con il nome 20 to 2 sempre con ambientazione navale e bellica ww2. Nel 1964 venne pubblicato in Olanda Skado della Egel-Spelen, in questo caso con 24 pezzi bianchi (oche). Queste ultime citate sono versioni commerciali e fanno uso alla medesima variate di gioco (a 2 volpi), che sarà richiamata successivamente.
Altri nomi con cui il gioco è conosciuto sono Rävspel, Capture Hauberk, e Fuchs und Henne.

Secondo alcuni autori il gioco in questione sarebbe un'evoluzione del più vecchio el-qirkat, altro strategico simile come concezione, menzionato nel manoscritto arabo del X secolo Kitab el-aghani e citato con il nome spagnolo Alquerque nello stesso Libro de los juegos di Alfonso X. Altri autori evidenziano le numerose similitudini con i giochi nordici Tablut e soprattutto Hnefatal con cui è evidente anche una affinità con il nome islandese Halataf con cui abbiamo aperto questa lunga lista di nomi.

Come si gioca

Si gioca in due persone, usando (nella variante più comune) 13 pedine bianche raffiguranti le oche, 1 pedina nera o rossa per rappresentare la volpe.


I due giocatori perseguono obbiettivi differenti:
- Il conduttore del bianco (le oche) deve bloccare la volpe circondandola e impedendole qualsiasi mossa;
- Il conduttore del nero (la volpe) ha l’obbiettivo di catturare le pedine nemiche e vince quando ne saranno rimaste solo 4.
La prima mossa spetta al bianco. Ciascun giocatore può effettuare una sola mossa per volta durante il proprio turno. I pezzi bianchi si spostano da una intersezione ad un'altra adiacente, purché sia libera, con movimenti esclusivamente in verticale o orizzontale. Il nero muove il suo pezzo di su un incrocio limitrofo, in qualsiasi direzione, compreso lo spostamento anche in diagonale.
Il nero può catturare i pezzi bianchi come nel gioco della dama, quindi saltando cioè la pedina adiacente e andando a occupare un incrocio vacante che sta dietro quest'ultima. E come nella dama è ammessa la cattura multipla; cioè la volpe può compiere cioè più salti/mangiate successive, anche cambiando direzione. Le pedine catturate vengono tolte. Tuttavia, la cattura non è obbligatoria.
Come detto, i bianchi non possono catturare la Volpe, ma devono cercare di immobilizzarla, impedendole qualsiasi mossa.

Varianti

Tutti gli antichi tavolieri di questo gioco hanno in comune la struttura a croce mentre è estremamente variabile la lunghezza dei bracci ed il numero di pezzi bianchi, in qualche caso la disposizione delle pedine. Queste differenze hanno dato vita a delle varianti, pur senza modificare radicalmente lo spirito del gioco. La versione più conosciuta e diffusa è quella con un tavoliere a 33 posizioni e 13 oche. Su questo stesso tavoliere, attorno al 1600, il numero delle oche venne portato a 17.
Qui riportiamo le varianti più conosciute:

Configurazione standard

La versione più conosciuta del gioco, con 13 pezzi bianchi ed un tavoliere con 33 caselle (intersezioni). Si applicano le regole sopra descritte.

Configurazione alta

Questa versione prevede 17 pezzi bianchi ed un tavoliere con 33 caselle (intersezioni). Si applicano le regole sopra descritte, ma le pedine bianche non possono arretrare.

Configurazione allargata (variante moderna)

Questa versione è caratterizzata da un piano di gioco più grande, con 18 pezzi bianchi ed un tavoliere con 45 caselle (intersezioni). Si applicano le regole sopra descritte.

Configurazione doppia (Bolp)

Questa versione prevede 20 pezzi bianchi/oche, 2 pezzi rossi/volpi ed un tavoliere con 33 caselle (intersezioni). Lo scopo delle volpi e mangiare le oche sino a ridurle ad un numero inferiore di 9. Lo scopo delle oche è riempire la "stalla" costituita dalle nove intersezioni che si trovano alle spalle delle due volpi (in alto). I movimenti sono i consueti, ma le pedine bianche non possono arretrare, mentre se ve ne è l'opportunità le volpi sono obbligate a mangiare le oche. Date le caratteristiche del gioco in cui il ruolo attivo spetta alle oche è opportuno che ogni partita si componga di due manches a ruoli alternati. Questa variante di gioco è quella usata per Dalmatian Pirates and Volga Bulgars >>, 20 to 2 e per Citadel.

Variante Mallet
Nel 1668 Pierre Mallet propose di giocare su una normale scacchiera (8 per 8 caselle) mettendo a confronto dodici Oche contro una Volpe. Valgono le regole della Variante Moderna a 45 incroci.

Variante posizionale
In questo tipo di variante (valida in tutte le versioni di gioco tranne quella a configurazione doppia), il conduttore della Volpe - prima dell'inizio della partita - può scegliere un posto qualsiasi in cui collocare il proprio pezzo.

Variante Volpe limitata
Questa variante prevede che la Volpe, pur mantenendo per intero ed inalterate le proprie capacità di movimento, non possa catturare un pezzo avversario magiandolo in diagonale.

Variante cinese

In Cina si pratica un gioco conosciuto con il nome Il generale ed i ribelli (in originale shap luk kon tseung kwan). Pur potendo essere considerato un gioco diverso, ha parecchi punti in comune con La volpe e le oche e, soprattutto, con Alquerque.
I ribelli (pezzi bianchi) devono cercare di immobilizzare il generale, mentre il generale (pezzo rosso) deve catturare il maggior numero di ribelli. I bianchi vengono posizionati sui bordi come in figura, mentre il generale si mette al centro. I movimenti sono simili a quelli già visti nelle altre varianti: lo spostamento avviene di un posto alla volta sia per i ribelli che per il generale, ma solo il generale può accedere al santuario rappresentato dalla parte triangolare in alto nello schema.
Le differenze più profonde riguardano la cattura. La cattura si verifica quando tre pedine di tipo diverso risultano allineate (in verticale, orizzontale o diagonale). Se é il generale a inserirsi tra due ribelli, questi vengono catturati, se invece sono i ribelli a chiudere tra due loro pedine il generale, questo viene catturato ed ha perso. Allo stesso modo se il generale rimane intrappolato nel santuario senza possibilità di movimento ha perso la partita.

Variante castello

Questa è l'ultima variante che prendiamo in considerazione. Questa versione prevede 17 pezzi bianchi ed un tavoliere con 37 caselle (intersezioni). A differenza del solito la volpe muove per prima. Si applicano le regole generali sopra descritte. Esistono e sono giocate delle varianti alle regole le quali prevedono pezzi bianchi che possono o non possono arretrare, e pezzi bianchi che possono o non possono muoversi anche in diagonale.

Download Regolamenti
Download Files
Download Articoli
 
VOTO 8
1. Gioca online >>
2. Gioca online >>
Costruisci il gioco >>
 
 
 
 
 

 

 

   

GiocoLab