Sabato, 27 Aprile 2002

 
IL CASO Clamorosa decisione delle squadre di Venezia, Belluno, Udine e Trieste Football Usa troppo caro in Italia: meglio giocare in Austria
 
La squadra di football americano di Venezia giocherà nel campionato austriaco. I Mariners iniziano infatti questa sera alle 19, contro i Draghi Udine, al campo sportivo delle Quattro Fontane al Lido di Venezia, la loro avventura nella Alpe Adria League, paragonabile alla serie A2 italiana. «Quella di partecipare al campionato austriaco anzichè a quello italiano - spiega la presidentessa Roberta Longhin - è stata una nostra scelta motivata anzitutto da una questione di costi economici per poter affrontare una stagione. Per iscriversi al torneo italiano è obbligatoria una fidejussione bancaria (il cui costo complessivo si aggira sulle 8mila euro) di gran lunga superiore a quella austriaca. Nel campionato italiano, inoltre, la federazione, alla prima difficoltà logistica, non rimborsa la fidejussione versata. Noi ci siamo appena ricostituiti, ci autofinanziamo completamente e, per il primo anno, non potevamo accollarci costi così alti. In Austria, invece, abbiamo trovato più elasticità nell'interpretare il regolamento.»Una decisione, quella di partecipare alla competizione austriaca, condivisa anche da altre società italiane come Grifoni Belluno, Muli Trieste, ed appunto Draghi Udine. Nella seconda fase sono previste anche diverse trasferte in Austria con la finalissima che si disputerà a Vienna il 20-21 luglio, sogno dei giocatori veneziani. «Anche dal punto di vista delle trasferte - continua la presidente - per noi rimane più conveniente affrontare una trasferta in pullman a Vienna ed Innsbruck, piuttosto che scendere fino in Sicilia o Puglia. E poi anche il livello tecnico del nostro girone è valido e molto buono.»A comporre la formazione lagunare, diretta dal responsabile tecnico Daniele Turcolin, sono 35 giocatori di un'età compresa tra i 20 e 45 anni.Lorenzo Mayer


Back

 

 

 

Copyright © 2002 Ceda Computers Srl. All rights reserved.