Mi presento

Mi presento ancora

Basda presentazioni

Il mio Palermo

La mia Musica

Le mie donne

D&D's Band

Astornomia

Ufologai

Sukalora

Iablasturi

Anime 6 Oltre

Slevaggia

ATTNASIO'S MEMORY


Hompage

LA GRANDE TERROIA DEI BUCHI NERI

ho appeno concluso studiato insieme a un mio amcio di Palermo i buchi neri, veri e propri catalizzatori dell'universo, in grado di aspirare e contenere a loro volta tutto ci˛ che gli passa vicino. Le loro voraggini son portentose e risucchiano con una veemenza paruosa tutto ci˛ che gli passa attonno. I dati in norot posesso sono questi: F + W - 2,34r alla cuba. Dalla foto sopra si pu˛ dedurre quale e il probabile diametro di ogni buco nero.

In ongi galassia ci sunnu almeno una centina di bichi grandi e piccoli, questo perchŔ in ogni galassia oggi cento anni circa muore una stella che si trasfroma in antimateria. La morte di una stella pu˛ causare uun esplosione creando rumore e qindi generaldo un squilibrio tale che le stelle si allontanao dal punto di orgine. Non si capisce bene se l'allontanamento delle stelle e' causato oltre che daal rumore, anche dalla puzza. COmunque, nel caso secondoario la stella implode diventando a sua volta - questa la' scritta il mio amico di aplermi che e' unanche un grando scrittoe - un grosso centro di smaltimento scorie stellari.

Qualcuno, che credo dice cose intelligenti ma senza fondo, ha detto che i buchi neri servono a dare equilibrio. Senza questi, ci sarebbe il caos piu' totale, le stelle e le nebulose non starebbero piu' al loro posto e le costellkazzoni attuali sarebbero sempre in continuo mutamente, ad esermpio la Vergine non sarebbe piu' Vergine o i Pesci si dividerebbero in due distinte costellazioni: Pesce Nero e Pescivendolo. A tal porposito abbiamo raccolto da Chobin alcune testimanianze circa il suo viaggio intergalattico in cui ha dovuto fare molti chilomitri prima di raggiungere la terra, specificcamo: Tokuo. Lui stesso ci ha detto di aver trobato piu' proiblemi in punti della galassia dove non c'erano buchi neri che non dove c'erano che bastava girare all'argo dal buco nero e non c'erano problemi. I problemi erano causati dal passaggio incostante di asteroidi che erano usciti dalle orbite di crpoi celesti piu' grandi.

Concludo dicendo che dal mio telescopio che ho diligentemente, accuratamente e idiosincraticamente posto in bagno, vicino alla doccia, tenendo la luce spenta pero', riesco a dissipare le onde elentromagnetice che c'ircondano l'aere e raccolgiere infornazioni che arrivano dal profondo spanzio. L'altro iere ho avuto un cambio di rotta e mi sono abbassato di 40 gradi vicino allo zigurath, pressapoco vicino all'orizzonte e ho osservato il buco nero pu' grande che io ho mai visto in questi anni di grande lavoro. Ma la cosa che piu' mi ha lasciato sbalordito e' che questo buco nero non risucchiava tutti gli oggetti circostanti (asteroidi, pianteti e qualt'altro) ma in quell'attimo istante (carpe diem) ha espellato un enorme oggetto di colore marrone con moltissime crepe, a forma di cilindro, per poi sparire nell'infinito.



Teoria scritta da Attanasio Bonný in collaborazione con Emidio Asps Laureti e A.RB.EL


Questo sito Ŕ fatta in jsphp, il brevetto Ŕ stato realizzato da Dem.
Per malfunziamenti inviare una mail a attanasio_bonni@hotmail.com.
E' possibile che dopo la visione di questo soti, si pssano riscontrare porblemi col pc. Copiright 2003 - Tutti i dritti sono riservati al titolare del sito, cioŔ io.


Bella come mangusta grazie ai suoi prodotti di belezza.



Testa il tuo browser.



Patcha il tuo sito.



Scansione on line.
Uccidi i virus.