Aggettivi

Gli aggettivi, nella forma femminile normalmente prendono una "A" finale (es.: bl bello bla) quando l'aggettivo nella sua forma maschile termina con consonante o "NA" se termina con vocale (es.: bu buono buna).

Gli aggettivi che terminano con una "F" sostitutiva di una "V" esistente in italiano perdono la consonante al femminile, mentre se la "F" anche nel corrispondente termine italiano rimane anche al femminile (es.: catf cattivo cata, nf nuovo na, mentre zginf gonfio zginfa).

Gli aggettivi che terminano in "BE" "FE" e "PE" al femminile cambiano la "E" in "IA" (es.: trbe torbido trbia, gnfe gonfio gnfia, sempe singolo sempia).

Altre finali solitamente cambiano in :

finale maschile finale femminile esempio maschile traduzione femminile
at (participio pass.) ada pi-t morsicato pi-da
at (no participio pass.) ata mat matto mata
ch (italiano g) ga larch largo larga
ec ecia strc stretto strcia
  egia c vecchio gia
ech ica rstech rustico rstica
  ega 'ntrch intero 'ntrga
s (italiano esso) sa ls lesso lsa
s (italiano ezzo) za ms mezzo mza
est sta st visto sta
  ezda dst sveglio dzda
t (accentato) ta sturt triste sturta
et (atono) ida stpet stupido stpida
is iza lis liso liza
orp orba rp orbo rba
s za ls sciocco lza
t ta mt muto mta
  da t vuoto da
p (italiano b) ba gp gobbo gba
s za s abituato za
t (italiano d) da grant grande granda

Abbiamo cercato di inserire nel testo i femminili quando sono diversi dalle regole qui elencate.

A volte un aggettivo contrapposto ad un altro; il tutto non ha un significato specifico ma serve ad evidenziare e rafforzare il secondo aggettivo usato.

puart ma gnch [povero ma] ostinato

puart ma spurcaci [povero ma] sporco

L'aggettivo tat tanto si usa spesso come rafforzativo di un altro aggettivo o avverbio

trp tat troppo [tanto]

tat as [tanto] abbastanza

Il comparativo di maggioranza si costruisce con ps ... da ... , ps ... che ... , ps ... che gna ... (pi di ..., pi che ... , pi che neanche ...)

'l ps picn da tc il minore, il pi piccolo di tutti

ps tat che [gna] l pi di lui (pi tanto che [neanche] lui)

mi meglio, che gi un comparativo, si trova anche nell'espressione ps mi pi meglio

Il comparativo di minoranza si costruisce con meno ... da ... , meno ... che ... , ..meno . che gna ... (meno di ..., meno che ... , meno che neanche ...)

'l meno grant da tc il minore, il meno grande di tutti

meno che [gna] l meno di lui (meno che [neanche] lui)

Il comparativo di uguaglianza si costruisce con cum, cumpgn da, tzo spesso preceduti da tat

al ga n' tat cum l ne ha tanti come lui

'l vc cumpgn da m vecchio come me

'l grant tzo l grande tanto quanto lui

Nelle frasi negative si usa di solito is ... cum

'l ma is bl cum 'l m non cos bello come il mio, meno bello del mio

Il superlativo relativo si costruisce con 'l ps ...

'l ps bl da tc il pi bello di tutti

'l ps car 'ntr tc il pi caro tra tutti

Il superlativo assoluto si costruisce con le espressioni 'n grant [tat], usando dopo l'aggettivo fs o con espressioni varie che indicano il massimo per quell'aggettivo

bellissimo si pu tradurre con :

'l bl b bello bene

'l bl fs bello assai

'l 'n grant bl un gran bello

'l bl 'n grant tat bello un gran tanto

'l 'l ps bl da chi bi il pi bello di quelli belli

'l bl ca 'l l' la fi da 'l mnt bello che la fine del mondo

A volte si ripete l'aggettivo con aggiunto il suffisso "NT"

mat matnt completamente pazzo (matto mattento)

nf nunt nuovissimo (nuovo nuovento)

l' pita piatnta completamente piatta ( piatta piattenta)

oppure si aggiunge un avverbio

picn afc piccolissimo (piccolo affatto)

o un altro aggettivo

cioch 'ntrant ubriaco fradicio (ubriaco che stato in un'osteria)

clt pelt molto caldo [da togliere la pelle]

ms mazert bagnato fradicio (fradicio macerato)

stf pect molto stufo (i due aggettivi hanno lo stesso significato)

stf mars molto stufo (stufo marcio)

strach mast stanchissimo (stanco ucciso)

si fa un esempio (anche se molti di questi esempi sono incomprensibili es.: arrabbiato come una tegola, ignorante come un cesto etc.)

amr 'm 'l tsech/la fl amarissimo [amaro come il veleno/il fiele]

bit 'm San Quint senza pi niente, completamente senza soldi (nudo come san Quintino)

'nvrs 'm 'n cp arrabbiatissimo [come una tegola]

gnurnt 'm 'na bba/'n gabe molto ignorante [come un'upupa/un cesto o crinolina]

o infine si usa una frase esplicativa

grant che 'l fins p vastissimo, immenso [grande che non finisce pi]

'l spsa che 'l ternga puzzolentissimo (puzza tanto da togliere il fiato)

'l dt che 'l nga impegnatissimo ( dentro che annega)

'l d'una magrsa ca 'l fa spant/pura magrissimo ( di una magrezza che lui fa spavento/paura)

Aggettivi possessivi

mio m
tuo t
suo s
nostro nst
vostro vst
loro s

Spesso questi aggettivi vengono rafforzati dall'uso congiunto del pronome alla terza persona, sia singolare che plurale (es.: 'l s da l suo [di lui], la s ca da l la sua casa [di lei], 'l s ca da lur il loro cane [di loro]).

Aggettivi dimostrativi

  maschile femminile plurale masch. plurale femm.
questa cosa cal lar ch cala lara ch chi/chi lar ch chi/chle lare ch
codesta cosa cal lar l cala lara l chi/chi lar l chi/chle lare l
quella cosa cal lar l cala lara l chi/chi lar l chi/chle lare l

Indietro Inizio Avanti