TERME DI S. LEO


Foto del 1928

Dell'antico edificio restano soltanto sette corpi angolari in muratura apparentemente slegati ed indipendenti. Tutte le murature conservate sono attraversate verticalmente da tubuli di terracotta ed orizzontalmente da cavitÓ cilindriche leggermente inclinate in cui trovavano sfogo i prodotti della combustione che cosi restituivano completamente il calore dopo aver attraversato gli ipocausta, le intercapedini esistenti sotto il pavimento sostenuto dalle suspensurae. E’ evidente pertanto che i muri conservati appartenevano ad ambienti riscaldati di una terma. Il monumento si data al II sec. d.C..

 

 

 

 

 




Parte del muro A in opus caementicium delle terme di S. Leo ancora visibile dal Cardo Maximus





[Indietro] [Indice] [Avanti]



Cales Home Page dell'I.T.C.
"Galileo Galilei" di Sparanise (CE)