Marsala, I Misteri viventi
Si consiglia la visualizzazione delle immagini a schermo intero

A proposito delle processioni religiose in Sicilia, soprattutto quelle pasquali, Domenique Fernandez scrive: "Nel dramma della Crocefissione ognuno ritrova, esaltato dal mito cristiano come giÓ lo era stato dal mito pagano il dramma del Figlio strappato alla Madre. La Sicilia della vita quotidiana: anche in assenza di una tragedia personale, giÓ solo la difficoltÓ della vita traccia rughe profonde sul viso delle donne, piega i fanciulli sotto un lavoro precoce, irrigidisce gli uomini in un'immobilitÓ silenziosa. A che cosa pensano tutti, con gli occhi fissi malinconicamente sull'orizzonte sconfinato? Persino quando si riuniscono in folla per una festa cattolica, per un comizio politico o semplicemente per una passeggiata vespertina lungo il corso, rimangono soli. Rigidi, rinchiusi nel loro isolamento, quasi sempre tristi e assorti nella contemplazione del loro destino."

MARSALA. Con un corteo lungo circa un chilometro, e un copione che si ripete da trecento anni, Marsala celebra il Giovedý santo: una sacra rappresentazione con duecento tra personaggi di pimo piano e figuranti che animano il dramma storico dell'ascesa al Calvario, della Crocifissione e della Morte di Cristo. Nei vari gruppi, cinque sono i personaggi che  interpretamo Cristo: col volto coperto da una maschera di cera per dare un pi¨ intenso carattere di ieraticitÓ.

Villalba

Palermo

Cefal¨

Trapani

S. Vito Lo  Capo

Lo Zingaro

Sicilia

Salvatore Lumia, una passione per la fotografia

e-mail: matlumi@tin.it