Maat - Conoscere la storia per creare il futuro

| STORIA | FILOSOFIA | RELIGIONE | SCIENZA | ECONOMIA |
| SINCRONIA | TAVOLE GENEALOGICHE | CARTOGRAFIA STORICA |
| MAPPA DEL SITO | LIBRI | MULTIMEDIA | COLLEGAMENTI | COMUNICAZIONI | RICERCHE | PAGINA INIZIALE |
| ENGLISH VERSION |

 

CROCIATI:
I Musulmani sotto il dominio dei Franchi

 

 

I Crociati, chiamati Franchi dai Musulmani, costituirono in Medio Oriente degli Stati simili a quelli europei.

Vi si trovavano nobili, clero e borghesi. Ma anche "infedeli" che vennero trattati come i cristiani.

A tutti vennero applicate le norme di diritto e di giustizia, secondo i principi che i Romani avevano trasmesso all'Occidente e di cui l'Occidente era rimasto l'unico erede.

Non si è sudditi di un principe, ma cittadini di uno Stato.

I magistrati non hanno un potere arbitrario, ma devono sottomettersi alla legge.

Nella testimonianza di Ibn Giobair, uno storico arabo, si riconosce chiaramente il timore dei Crociati apportatori di giustizia e di buona amministrazione dello Stato.

Si percepisce anche il timore che i Musulmani, paragonando la loro società con quella creata dai Franchi in Medio Oriente, avrebbero potuto accorgersi che qualcosa nel loro sistema politico-religioso non funzionava.

I Musulmani avrebbero potuto prendere coscienza delle ingiustizie e delle arbitrarietà che caratterizzavano l'operato dei loro correligionari più potenti.

 

LocalitÓ: Medio Oriente

Epoca degli avvenimenti: XI-XIII secolo d.C.

 


 

TESTIMONIANZA

DI

IBN GIOBAIR

 

"Lasciando Tibnin (presso Tiro), abbiamo attraversato una serie ininterrotta di fattorie e di villaggi le cui terre sembrano efficacemente sfruttate.

Gli abitanti di quei luoghi sono tutti Musulmani, ma vivono nel benessere con i Franchi - che Dio ci preservi dalle tentazioni! - Sono proprietari delle loro abitazioni e di tutti i loro beni.

Tutte le regioni controllate dai Franchi in Siria sono sottomesse a questo regime: le proprietà fondiarie, i villaggi e le fattorie sono rimasti nelle mani dei Musulmani.

Ora un dubbio si fa strada nel cuore di un gran numero di questi uomini quando paragonano la loro condizione con quella dei loro fratelli che vivono in territorio musulmano.

Questi ultimi soffrono, in effetti, dell'ingiustizia da parte dei loro correligionari, mentre i Franchi agiscono in equità."

Citato in Maalouf A. - Le Crociate viste dagli Arabi - SEI - pag. 285

 

 


Riferimenti bibliografici:

Maalouf A.

Le Crociate viste dagli Arabi
SEI

 

 
PRIMA PAGINA STORIA   INIZIO PAGINA


MAAT FORUM
Per esprimere la vostra opinione cliccare su


MAAT
CONOSCERE LA STORIA PER CREARE IL FUTURO