SPUNTI DI RIFLESSIONE PER INSEGNANTI E GENITORI

 

IL TEMPO DELLE PAROLE:

PARLO E ASCOLTO

 

La comunicazione è importante proprio perché si mettono in comune le esperienze, le idee, i sentimenti e non solo permette di arricchire le conoscenze ma fa scoprire diversi modi di comportarsi e di affrontare le situazioni.

L’ascolto : non si comunica se non si impara ad ascoltare cioè a controllare l’urgenza di parlare, a tener conto delle esigenze degli altri e a considerare  ciò che è stato detto prima  e/o da altri.

Il silenzio è altrettanto importante darsi il tempo necessario di riflettere sulle esperienze, sulle idee e sulle emozioni  per rielaborarle.

 

 

IL SALUTO E LA CORTESIA

 

In ogni ambiente c’è bisogno di uno sguardo di simpatia e di calore .

Ciao, buongiorno :  è importante un saluto, non per galateo o convenienza, ma per il piacere di incontrarsi, di riconoscere la tua presenza.

Chiedere con cortesia, saper aspettare, ringraziare per il piacere di una relazione  rispettosa dell’altro.

 

 

ESSERE SEMPLICI

 

Ricercare la semplicità non vuol dire banalizzare, ma favorire la scoperta del senso vero delle esperienze, dare importanza a ciò che si ha aiutando i bambini ad orientarsi nell’abbondanza di stimoli e di possibilità.

  

L’APERTURA VERSO

GLI ALTRI

 

Comprendere gli  altri va oltre la spiegazione, comporta un processo di empatia, di proiezione che richiede simpatia e generosità.

C’è una comprensione tra vicini  che solo apparentemente può sembrare più semplice e c’è una comprensione tra lontani  perché  si moltiplicano gli incontri, le relazioni tra popoli e culture differenti.

La condivisione ,come clima ed atmosfera del gruppo, per favorire la capacità di affrontare insieme una situazione .

Cooperare cioè lavorare insieme facendo leva sulla responsabilità e l’impegno di ciascuno.