Queste regole sono state indicate, già lo scorso anno, dai bambini di tutte le classi attraverso un questionario che raccoglieva proposte e suggerimenti.

 

REGOLE  NEL  PARCO

·        Non strappare  i rami degli alberi e i fiori dalle siepi  perché le piante soffrono e il parco diventa brutto e senza colori e profumi   

·        Non lanciare sassi o sporcare l’acqua dello stagno perché  gli animaletti muoiono

·        Non buttare i sassi nell’erba perché poi non cresce più bene

·        Non gettare carte perché il parco così si sporca e diventa brutto, dobbiamo usare i cestini.

·        Non uccidere gli animaletti del prato perché dopo non li possiamo più vedere e osservare

·        Non spostare le tegole della fontanella perché l’acqua esce sulla terra invece di entrare nello stagno

 

                                                 Come giocare

·        Non fare giochi pericolosi soprattutto sul ponte e sulla montagnola, ad esempio spingersi forte o lanciarsi  i sassi.

·        Non usare modi sgarbati.

·        Organizzare gli spazi in modo che tutti possano giocare: ad esempio a calcio si gioca solo al di là della montagnola.

·        Fare i turni quando si gioca in modo da divertirsi tutti  ( quest’anno abbiamo stabilito turni per l’uso del cortile durante l’intervallo e per l’utilizzo del campo  grande).

·        Giocare  insieme  bimbi grandi e piccoli.

·        Avere la possibilità di trovare spazi in cui stare tranquilli un po’ in pace.

 

                                                                 Tutti i bambini della scuola

  

REGOLE  A MENSA

I nostri bambini si fermano in mensa due volte la settimana. Siamo consapevoli che questi due soli  momenti incidono in misura limitata ma  possono comunque aiutare i bambini ad assumere comportamenti alimentari più equilibrati e corretti.

Abbiamo concordato insieme alcune linee comuni :

 

·      il momento dell’entrata deve essere abbastanza tranquillo, e se qualcuno ci accoglie occorre salutare o rispondere al saluto;

·      parlare a tavola è piacevole ed è un momento di scambio anche con l’adulto presente , ma bisogna sforzarsi di parlare a bassa voce per evitare quella confusione che impedisce poi la comunicazione stessa;

·      salvo diete indicate dal medico o segnalazioni da parte dei genitori per particolari motivi, è bene vengano assaggiati tutti i cibi proposti per favorire una corretta alimentazione comprensiva di frutta e verdura

·      il cibo è un bene e come tale non va sprecato; cerchiamo di far  riflettere i ragazzi su questo e abituarli a richiedere quello che sono grado di consumare evitando di gettare via ;

·      aiutiamo i bambini ad assumere comportamenti corretti : stare seduti, usare le posate, chiedere  ciò che  si vuole in modo educato;

·      al termine del pasto si sparecchia ,ogni classe si organizza autonomamente per l’esecuzione di questo compito.

*** Esiste una apposita commissione composta da una insegnante e da un genitore per ogni scuola , più rappresentanti dell’ente locale e della C.I.R che ha il compito di raccogliere le varie osservazioni e i suggerimenti. Pertanto in caso di bisogno i genitori possono rivolgersi alle insegnanti che penseranno a riferire.