Vetrina di un'artista autodidatta

Momenti intimi

 

La mia stanza

Il silenzio intorno

Una tenue luce

Io penso, fantastico

E sogno.

                    Stamani

 

Stamani tutto è bigio all’orizzonte

Al di qua di esso vari tono di grigio

Mi colpiscono

Il grigio cemento dell’asfalto bagnato

Il grigio chiaro del mare

Il grigio bruno del verde

Nel cielo una luce argentea sfavillante

Si fa spazio tra il grigio delle nuvole

Abbaglia a tratti la vista

Luccica a dispetto del grigio

Come carta stagnola

Ogni tanto riflette fulgidi raggi

Sul mio viso e poi disegna in cielo

Mutevoli macchie

D’un argento brillante impossibile

Che ti fanno pensare

A squarci cangianti d’un manto

A elementi innocui

D’una lotta tra il bene e il male

Che sembrano vincere sul  male

Risplendendomi sul viso sempre di più

Delineando sempre di più

Benaugurate e cerulee figurazioni

Che mi rassicurano

Ritornerà presto il sole

Dardo vincitore sul suo carro infuocato

E vitale

Ritoccherà quest’opera fenomenale

Della natura

Cancellerà il grigio e l’argento

Tutto si tingerà d’oro splendente

Scalderà i cuori e ci regalerà

Un altro meraviglioso e singolare

Scenario naturale

Un’altra sceneggiatura spettacolare

Per farci stupire, gioire ed emozionare.

 Il mio pensiero

 

Il mio pensiero intrigato

Intrigante, preoccupato

Incoerente, disubbidiente

Va dove vuole

Non si lascia zittire

Non si lascia ammansire

Non si vuole fermare

Neppure per darmi

Il tempo di pregare

Come un monello

Mi impegna anche la notte

Mi sfinisce a volte

sino all’alba

Lasciandomi dentro

Tanta ansia ed agitazione

E continua… 

continua a destarmi sospetto

A brigarmi, a  preoccuparmi

Senza mai lasciarmi in pace

Senza mai darsi pace.

              Alla fine

 

Arriveremo ad amarci alla fine

quando forza per amare

non ci sarà più

quando forza per lottare

non ci sarà più

quando forza per odiare

non ci sarà più .

    Luna tu

 

Ogni volta che ti guardo

globo argentato, volto illuminato

mi perdo con lo sguardo

nel tuo sorriso misterioso

entro in te

mi sento vicina all'Immenso

cerco di capire, di sentire

cosa vorresti e potresti dire

sai, ma non parli

vigili in silenzio

appari e scompari regolarmente

illumini il buio

saluti la sera

quando ancora il sole non è tramontato

discreta come al solito

osservi dolente

vegli la tua creatura

culli questa terra

la segui passo passo da sempre

ma forse....

non la riconosci più neanche tu.

 

 

Momenti felici

 

Un verde prato umido

Un sole caldo nel

Cielo sereno

Rossi papaveri

Margherite bianche e gialle

Insetti e farfalle

La pace intorno

Io incantata guardo e sogno.

 

      Vorrei         

 

Vorrei essere

Meno orgogliosa

Vorrei essere meno presuntuosa

Per potermi sentire piccola

Per potermi  sentire schiava

Devota di te.

   Amore materno

 

Il mio amore

silenzioso e solitario

ti segue

in simbiosi col tempo

scandisce i momenti

più belli e meno belli

della tua vita

ed anche se non lo sai...

non sei mai solo.

   Per amarti

 

Spazi aperti

di memoria fustigata

vuoti di memoria

voluti

per amarti ancora.

 

 

Vento d’amore

 

Io sono la barca

Tu il vento che spingi

A volte sei dolce

A volte sei prepotente

A volte pericoloso

Ma sempre comunque

Dove vuoi portarmi

Di porti.

Cosa posso fare io?

Usare il timone?

Orientare la vela?

Non  serve a nulla

Tu sei più forte

E …sempre  ….

comunque…

Dove vuoi portarmi

Mi porti.

  Voci lontane

 

Voci lontane

sommesse e lusinghiere

richiamano il passato

il tempo dell'amore giovanile

immagini nitide

ritornano a rallegrare

la vista ed il cuore

per poi svanire rapidamente

come un bel sogno d'amore.

 

 

   I miei sogni

 

I miei sogni

granelli di sabbia al vento

caduchi petali di fiori

fuochi d’artificio multicolori

favole e bugie

meteore d’amore

nell’universo disperse.

 

immagine logo