La Nuova Chiesa

Veduta esterno della Nuova Chiesa prima dei lavori di ampliamento(foto 2003)

 

Durante gli anni '70, quando la Parrocchia aveva sede nel grande sottosuolo di via Carducci prima e di via Turri dopo, la comunità parrocchiale maturò la sua esperienza di fede. Varie furono le iniziative che favorirono la sua crescita. In particolare va ricordato il Cammino Neocatecumenale che iniziò nel 1969 dalla catechizzazione di Kiko Argùello e Carmen Hernandez, accompagnati nella predicazione da don Francesco Cuppini. Nacque così la necessità di esprimere in modo più adeguato la nuova realtà e si pensò alla costruzione di una nuova Chiesa. Il progetto fu affidato ad una équipe di architetti: Mattia Del Prete, Anna Gennarini, Massimo Marconi e Gabriella Diotallevi, che insieme al catechista Kiko Argùello, cercarono di creare uno spazio per l'assemblea liturgica, espressione viva del popolo di Dio.

I lavori iniziarono nel 1978 con l'aiuto e la benedizione del Cardinale Giovanni Benelli e si conclusero nel 1982. L'esterno della Chiesa è formato da una costruzione cilindrica che accoglie la cappella del SS. Sacramento e a destra da una costruzione cubica, che corrisponde a una sala di accoglienza. Sono simboli architettonici del "divino" e "dell'umano", della fede e della ragione, congiunti dalla "porta" attraverso la quale passa l'uomo in cammino verso Dio.

don Marco e don Piero

Il parroco don Piero Paciscopi (a destra nella foto), che ha costruito la Chiesa con don Marco Calamandrei, suo successore che ne ha continuato i lavori.

Schizzo interno Chiesa

Schizzo preliminare del progetto dell'interno della nuova Chiesa di Kiko Arguello (1974

 

L'interno, a forma ottagonale, è costruito ad anfiteatro. I gradini convergono al centro dove sono posti i segni liturgici (sede presidenziale, ambone, mensa e fonte battesimale), che risultano essere ben visibili da tutti. La disposizione favorisce così una migliore partecipazione alla Liturgia.

La forma del tetto, in legno, si concentra sulla mensa Eucaristica e dà unità all'assemblea.

Al piano superiore, tutt'intorno all'aula centrale, si trovano le sale per le attività parrocchiali. Nel 1990 al parroco don Piero Paciscopi successe don Marco Calamandrei che ha continuato e consolidato l'opera iniziata.

  

 

 

 

 

I segni liturgici come li vediamo adesso sono stati sistemati definitivamente nel 1992.

Il Cardinale Silvano Piovanelli, che nel 1982 aveva presieduto alla inaugurazione della Chiesa, ha celebrato, in mezzo ad un popolo in festa, l'Eucaristia per la consacrazione dell'altare.

Attualmente l'edificio della Chiesa sta ampliandosi con la costruzione del nuovo complesso parrocchiale "Catecumenium " e una rinnovata configurazione della parte esterna. il complesso sarà costituito da un'Aula Magna, Sale celebrative, il Santuario della Parola, Sale per l'accoglienza.

 

            Interno della Chiesa