Click sull'immagine per ingrandirle

SULLE RIVE DEL LAGO

Questo libro è nato giorno dopo giorno dalla vita e dalla riflessione sulla vita, interrogata con quella inquieta e amorosa ostinazione che rivela una ricerca appassionata e mai conclusa. Le rive del lago sono una suggestiva metafora che collega i nostri giorni a certe pagine del Vangelo, dal miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci a quell'altro grande miracolo del Risorto che proprio sulle rive del lago appare come un fantasma nel crepuscolo di un'alba che sempre si rinnova. Dentro questa cornice si racchiude « la liberissima, sobbalzante varietà di questo piccolo zibaldone - come scrive Luigi Santucci nella presentazione - dove l'autore svaria entro i materiali più eterogenei: opinioni, sogni, lampi di sgomento e segni di speranza, saggezza e disgusti, ricordi, ritratti, moralités, animali e paesi, teologie e scorciati saggi di letterario acume. Frammentario nei temi e nelle occasioni, il libro raggiunge una sua unità per una costante attenzione a ciò che sta oltre la provocazione del reale e anche i momenti più personali e privati finiscono per coinvolgere chi legge quasi gli appartenessero e fossero suoi ».

( dallla quarta copertina del volume)