Il nostro dialetto

la  parlata di santo stefano quisquina

RICERCHE CONDOTTE DA DOMENICO MISTRETTA - ANNO 2001

 

TERMINI PROPRI DEL MONDO CONTADINO e pastorale

elemento arabo

TUCCHIARA: da duccÓra - fico maschio selvatico - dall'arabo dukkar

GEBBIA: cisterna per la raccolta delle acque - dall'arabo djeb

DDISA: pianta, ampelodesmo - dall'arabo disa

VAVALUCI: o altrove babbaluci - piccola lumaca - dall'arabo babusÚ e babaluci

CATUSU: condotto d'acqua - dall'arabo kad¨s

COFFA: sporta - dall'arabo coffa o quffah

MARGIU : pantano - dall'arabo mardja - AMMARGIARI: verbo derivato ar marg'

SIRRACULU:o altrove sirraccu -sega a manico - dall'arabo serraqa

ZAGARA: fiori dell'arancio o dell'ulivo - dall'arabo zehar

ZIMMILI: grande contenitore per la paglia - bargella -dall'arabo zinbila

ZUBBIBBU: tipo di uva dolce- originariamente uva passa- dall'arabo zebib

'CHIACCA: spacco - dall'arabo cheqqueq - verbo derivato 'chiaccari : fessurare

LEMMI: grande catino - dall'arabo melemmu

MACCU: minestra di legumi (oggi di fave)- ricevuto dal latino maccus- ar. makla

SUMMACCU: sommacco, pianta utilizzata per la colorazione - ar. summaq

GIURANA: rana - ar. djerana

FUNNACU: ricovero per bestie - posto dove tutti hanno libero accesso- ar. funduq

BALATA: o  altrove valÓta - lastra di pietra per vari scopi- dall'arabo blath

FAMIARI - 'HAMIARI : scaldare con il fuoco (il forno)- ar. hamma: fuoco- v. deriv. Anche 'CAMIARI: dal castigliano di deriv. araba quemar : bruciare - AHHARARI: bruciacchiare - 'HARATA: ondata di calore e, per estensione, anche di odore - 'HARBIA:sensazione di calore ed ariditÓ alla gola - 

VUZZUNI - BUZZUNI: agnello immaturo - ar. muzz

BUNACA: giacca - ar. baniqah

ZABBARA: pianta dell'aloe da cui si estrae la fibra tessile usata in passato per "riempire" le sedie - Ar. sebbara

FAVARA: sorgente  che si trova a Santo Stefano Quisquina - ar. fawwarrah

ELEMENTO FRANCESE

BAGLIU: altrove bagghiu - luogo chiuso - fr. prov. baille

CAMPERI: guarda campi fr. prov. campiŔ

CIARAMEDDA: ciaramella - fr. prov. chalumelle

ARRINARI: condurre qualche animale - fr. prov. adrener

COZZU:  piccolo colle - fr. prov. cols o cox

CIMINIA: canna fumaria con fuliggine - fr. prov. cheminŔe

FACIGLIUNI: piccola falce - fr. prov. faucillon

GIUCCU: posto dove covano le galline - orig. bastone del pollaio - franco-provenzale ogguccu - verbo der. AGGIUCCARI

FUMERI: stallatico - fr. prov. femier

FUNCIA: fungo - fr. prov. fonge

FURCEDDA: forcella - fr. prov. fourcelle

GISERI: ventriglio (di gallina) - fr. prov. jusier

JAZZU: giaciglio (specie nei pagliai) - fr. prov. jas

MERCU: marchio (di animale o cicatrice umana) - fr. prov. mierc

MUFFULETTA: pane schiacciato di  semola grossa - fr. prov. mofflet

MUNNEDDU: misura di grano o altro - fr. prov. monÚe

MUNZEDDU: piccolo cumulo -Jiri a lu munzeddu: andare in mezzo alla folla (in festa) - fr. prov. moncel - verbo deriv. ammunziddrari: accumulare

PARPAGLIUNI: farfalla, ora nottua- fr. prov. parpaillon. V. deriv. PARPADDIARI dicesi di palpebre battute come ali di farfalla

PIDICUDDU: peduncolo - fr. prov. pequole

PIRRERA: cava - fr. prov. perriere - AVIRI LA PIRRERA: avere dove trarre beni

PURRITU: fradicio - fr. prov. pourri - v. der. 'MPURRIRI : marcire -PURRITIA: marciume

PUTRU: puledro - fr. prov. poultre

RACINA: uva - fr. prov. raisin

DARICA: radice - fr. prov. radis - per trasposizione sillabica radis-daris

ARRAMAZZARI: gettare a terra con forza - fr. prov. ramasser

RATTIDDU: topolino - fr. prov. rats e ratson

RINGU (A): a fila (in ordine)- fr. prov. renc

SCECCU: asino - fr. prov. jeque

SCURCIARI: scorticare - fr. prov. ecorcher

STEDD(R)A: pezzo di legno (da ardere)- fr. prov. astelle

SARPIDD(R)IZZA: cotta - fr. prov. sepelice

TRAZZERA: sentiero- fr. prov. drecier

TROFFA: cespo (di verdura)- fr. prov. toffe - CAPIDD(R)I A TROFFA: capelli incolti- AGGIRI A LA TRUFFINA: agire alla carlona, in maniera grossolana

TRUSCIA: fardello- fr. prov. trousse - v. deriv. 'ntrusciari: incartare, avvolgere, ma anche frequentare assiduamente q.no

TRUZZARI: urtare (anche di corna di animali)- fr. prov. toucer - atoucer

VADD(R)UNI:vallone dove scorre l'acqua - fr. prov. vallon

VIOLU: viottolo - fr. prov. viaul - term. deriv. viulata

VUCCERI: macellaio - orig. beccajo- fr. prov. bouchier

ELEMENTO SPAGNOLO

CARCARIARI: cantare di gallina - dallo spagnolo castigliano  carcarear e catalano carcarejar - Oggi anche gorgogliare

CICARA: chicchera, tazzina - dallo spagnolo catalano xicara e cast. jicara

CILECCU: panciotto - cast. chaleco derivato dall'arabo yelec, voce di origine turca

'CHIOCCA: chioccia - dal catalano xoca

FRAZZATA: coperta da letto - dal cast. frazada  e dal catalano flassada 

GASENA: orig. scansýa ad uso credenza - oggi locale con scaffalature per la stagionatura del formaggio - cast. vasena

GINISELLA: dim. di ginisi - carbone minuto - cast. cenizo

GRIGNA: criniera - cat. grenya - cast. grena - Per affinitÓ di forme e di colore GREGNA:  grosso fascio di spighe

IFFULA: brano di qc., di cotone - cast. jifa

LACCIATA: latte sieroso - cast. lachada

MUSCHITTA: moscerino - cat. mosquit e cat. mosquito

PICATA: impiastro per curare varie malattie - oggi dispregiativo: composto alimentare sgradevole - cast.  pegado

PIPITUNI: upupa, volatile selvatico - Oggi anche qualcosa che sta ben ritto- cat. puput - cast. putput

SANARI: castrare - cat. sanar

SMAMMARI: svezzare ma anche togliere i polloni alle piante - cat. e cast. desmamar

STACCIA: stecca - cast. estaca

STIGLIUSU: che si rompe in schegge - In bocca : fibroso- cat. estillos

TIMPA: precipizio - Zona scoscesa sopra Capo Favara - cat. timba

TRUPPICARI: inciampare, anche di animali - cast. trompicar

OVERA: vasetto per uova - cat. ouhera - cast. huevera

ZOTTA: frusta - cat. azote

ELEMENTO GRECO

ARIANU: origano - dal greco origanon

BUMMULU: bottiglione in terracotta per acqua- dal greco bombulo˛

SCIFU: recipiente - persona rozza - dal greco scufo˛

CATOIU: stanza a terreno - greco catwgeon

 CUCCýA: tradizionale preparato di cereali e legumi per la festa di S. Lucia - greco koknia: legume

CUDD(R)URA: ciambella - deriv. cuddruruni: pasta fritta- greco: kollura

LIPPU: muschio o alga- greco lipo˛

 PAPULO -  VAPULA: molle - greco apalo˛ - OVU PAPULU O VAPARU : uovo anomalo con guscio molle.

 STRIPPA: sterile - senza latte- greco sterifh

TIMUGNA: cumulo (di legna,di roba, etc) - greco temwnia

ELEMENTO LATINO

CICIRU: cece - legume fondamentale nell'alimentazione contadina - Ciciri caliati (tostati nella cenere o nella sabbia) venivano distribuiti durante i banchetti nuziali a scopo propiziatorio - lat. cicer   

VASCEDD(R)A: cestino di giunco per ricotta (oggi bandito dalle norme CEE, ma cosý gradevole rispetto alla plastica!) - lat. fiscella

PUDD(R)ASTRA: pollastra - Ruspanti in campagna, li puddrastri venivano allevate da ogni buona massaia davanti casa entro grandi gabbie o, quando non c'erano le automobili, per strada - lat. pullastra

CRIVU: crivello - serviva per la cernita della farina - Crivu di l'occhiu, pi¨ grosso per la cernita di granaglie. Modo di dire:Vuliri ammucciari lu suli cu lu crivu di l'occhi - Voler negare l'evidenza - lat. cribrum


ALTRE DERIVAZIONI DI USO CORRENTE DALL'ARABO

 

LAFIARI O LIFIARI: fare carezze, scodinzolare - dall'arabo al-afiya (Ŕ l'atto di chiedere la vita  al nemico)

NACA: dondolo, culla - dall'arabo cunac

NAMPARA: nanfara, voce nasale - dall'arabo khanfara

NICHIARI: indispettirsi,dispiacersi- dall'arabo nikeja

TABBIA: muro di pietre o mattoni - dall'arabo thabia

TABBUTU: cassa da morto - dall'arabo tabuth

TANNURA: cucina in muratura - orig. forno fatto nel suolo - dall'arabo tennura


ALTRE DERIVAZIONI DI USO CORRENTE DAL FRANCESE

 

ABBRAMATU: franc. bramer

AFFRIVIGLIARI: diventare febbricola - franc. afflavilier

AGGHIURNARI: far giorno - dal franc. ajorner

ALLUCCHIRI: alluccari, abbarbagliare - dal franc. allucher

AMMUCCIARI: nascondere - dal franc. mucher

APPARIGLIARI: uguagliare - dal franc. aparager

APPALURARI: tener fede in parola - dal franc. aparoler

RISACCATU: scosso - dal franc. saccade

ARRE': da capo (arreri) - franc. prov.le areire

ACCUSSI': cosý - franc. a ce aussi

BRUCCETTA: Forcella, posata - dal franc. broche

CRIPIARI: sgualcire - franc. creper

CROZZA: gruccia, croce - prov.le crotz

CURTIGLIU: cortile - fr. courtil

CUSTURA: cucitura- fr. custurrer

DARRE': dietro -  fr. derrer - derriere

FORGIA: fucina - fr. forge

FINURIGLI: o funarigghi - fondigliulo - fr. fondrilles

GREVIU: scipito - fr. grieve

LAGNUSU: poltrone - fr. lanier - lanious

MACCAGNUNI: intrigante - fr. maquignon

MATRICI: chiesa principale - fr. maitrise

MATTU:appannatu - fr. mat

MPIGNA: tomajo fr. impiegne

 MUFFULETTA: Pan buffetto - fr. mofflet

AMMUGLIARI:ammollare - fr. moullier

MUGNU: mutilato al braccio- fr. moun

AMMUNZIDDARI: ammucchiare - fr. amonceler

a MUZZU: all'ingrosso - fr. muz, multsi

'NCAGNARISI: imbronciarsi - fr. anguegne

NTRASATTU: improvviso fr. entresait

NTRUSCIARI: affagottare - fr. trosser - TRUSCIA: fagotto - fr. trousse

PARPAGLIUNI: farfalla - fr. parpaillon

PARRINU: prete - fr. parrin

PIANCIA: lastra metallica- fr.planche

PICCIOTTU: giovane  - fr. puchot

PINZEDDU:pennello - fr. pencel

PIRCIARI: bucare- fr.perchier

PIDICUDDU: peduncolo - fr. pequole

PIZZU: punta - fr. pics

PRIMA SIRA:  prima sera - fr. primseir

PRIMU SONNU: primo sonno - fr. primson

RIPUSTIGLIU: rispostiglio - fr. repoustaille

SAGNARI: salassare - fr. saigne - cat. (sagnia)

SCAGLIUNI: dente canino - fr. ecaillon

SCALUNI: gradino - fr. esquelle

SCAMPARI: spiovere - fr. decamper

SANZERU: intatto - fr. sancer

SCARDA: scheggia - fr. esquarde

SCATTARI : crepare - fr. esclater

SCRIPINTARI: rompere le bolle della pelle - fr.  escraventer

SCIARDARI O SCIRARI: strappare - fr. eschirer

SCHETTU: celibe - fr. quitte- prov. esclet

SEGGIA: sedia - fr. seia

SCUTTARI: pagare - sudarsi - fr. escoter

SFRIDU o SFRITU: consumo - fr. frait

SPINGULA: spillo - fr. espingle

SPIRCIARI: penetrare - fr. perchier

STEDD(R)A: pezzo di legno (da ardere) fr. astelle

STRANIU: straniero - fr. estrange

STUCCARI: rompere, spezzare - fr. estoquer

STUJARI: asciugare - fr. estoyer

STRUSCIARI : scartare, svolgere - fr. estrusser

STUNARI: stupire - fr. estonner

STRUTTIGLIARI (STURTIGGHIARI): storcersi un arto o parte di esso - fr. detortiller

TRIPPARI: ballare, saltare - fr. triper

TRIZZIARI: scherzare, sbeffeggiare - fr. tricier

TRUNZU: torso - fr. tronce

TUMMARI O TUMMARIARI: cadere - fr. tumber - prov e cast. tumbar

TUPPU: crocchia (di capelli) - fr. top

VANEDD(R)A: vicolo - fr. vÚnelle

VOZZU: pustola - fr. boce - boss

ELEMENTO CATALANO E CASTIGLIANO

ABBUCCARI: versare, cat. abocar, abocarsi e cast. volcar

ACCANZARI: conseguire - cat. alcansar e cast. alcanzar

ADDUNARISI: accorgersi - cat. adonarse

AFFRUNTARISI: vergognarsi, cat. afrontarse

AGGHICARI: giungere -cast. llegar

ANCIOVA: sardella - cast. anchoa

APPARRUCCIANARISI: acquisire clienti - cat. aparroquianarse

ASSAMMARARI: risciacquare, inzuppare, cat. aixalavar, amarar

BABBU: sciocco - cat. e cast. bobo

CANNATA: boccale, latta - cat. canada

CAPUNATA: caponata - cat. caponada

CARNIZZERI: macellaio - cat. carnicer - cast. carnicero

CAFISA: capo, ingegno - cast. cabeza

DISAMURATU: insipido - cat. dessaborat

IFFULA: brano di cotone, cast. jifa

LASTIMA: miseria, pena - cat. llastima - cast. lastima

LASTIMIARI: dolersi - cast. lastimar - Lastimusu - cast. lastimos

LAVANNERA: lavandaia - cast. lavandera

MALUPARATU: perduto - cat. malparat

ANGULIARISI: perder tempo, facendo finta di lavorare - cast. mangonear (altrove: manguniarisi)

MASCARIARI: tingere con il carbone - cat. mascarar - Mascariatu:  fig. disonorato, pregiudicato (sin. di  tacchiatu)

 

 

 

 

in costruzione

index