Ovada

Proverbi e modi di dire dialettali

Questa sezione stata prelevata dal libro "ei co d'uo" realizzato dalla    Classe 5a C Ovada 1 anno 1996, sotto la guida della M. Priolo e con la collaborazione del nostro regista Guido Ravera

(cliccando sui proverbi evidenziati potrete vedere le illustrazioni) 

FORMA DIALETTALE

TRADUZIONE IN LINGUA ITALIANA

SIGNIFICATO

A i h na sai cha beivraiva lUiba an Cast

Ho una sete che berrei lOrba in Piazza Castello

Ho molta sete

Am soun murd nt ia laingua

Mi sono morsicaro nella lingua

Mi sono imposto di star zitto

A m lesa ia vita

Mi legge la vita

Sparla di me

A breti !   

Alla rinfusa !

Disordinatamente !

A buia m !

Bolle male !

Si mette male !

A Casnele us f er vein cu i axnele. A Cheimurein cu i axnele i fan ei vein

A cassinelle si fa il vino con gli acini. A cremolino con gli acini si fa il vino

 

A f e a disf us guverna ei mondu

A fare e disfare si governa il mondo

Non c niente di non perfezionabile

A fuma ma cha puma fin cha puma

Facciamo come possiamo fino a che possiamo

 

A hi scansoia dai gheibu du rtu

Lha evitata dal buco del topo

Lha scansata per un pelo

A i h ia laingua xlatinoia

Ha la lingua sciolta

E disinvolta nel parlare

A i h ei c berx

Ho il bruciore al cuore

Ho mal di stomaco

A i h i magoun

Ha un nodo alla gola

 

A i h na sai oiba

Ho una sete cieca

Ho molta sete

A i suma !

Ci siamo !

 

A i uma sarseia

Labbiamo rammendata

Siamo riusciti ad aggiustarla

A i in mon nt u sctomi

Ha un mattone sullo stomaco

Ha una situazione difficile da accettare

A i in giu cu mira an t ia scmana santa

Ha un occhio che guarda nella settimana santa

E strabico

A lav ia tscta a lzu us perda larxeia ci u savon

A lavare la testa allasino si perde il bucato fatto con la cenere pi il sapone

Non ne vale la spesa

A manfira in fzu

Mi infila un fuso

Mi frega ! ( Non me ne importa)

A n h mancu ci in citu da tir antin giu a noibu

Non ha neppure un centesimo da tirare in un occhio ad un cieco

E caduto in povert

A nh as

Ne ho abbastanza !

Sono stufo !

A nan sciortu ci a fene dinei

Non riesco pi a farne soldi

Non so pi cosa fare

A paraiva chavese bf ntia enre

Sembrava che avesse soffiato nella cenere

Aveva un brutto aspetto

A puliscia donda u psa ei prve

Pulisce dove passa il prete

Pulisce solo i punti in vista

A rig

A rigore !

Nonostante tutto !

A rigu dlanda !

A rigore dellannata !

Nonostante tutto .... !

A scica i pigi per pieie u saivu

Schiaccia i pidocchi per prendere loro il sego

E un avaro

A se vguma !

Ci vediamo

 

A son lucu cme n pesciu

Sono rintronato come un pesce

Sono intontito

A son nicr

Sono apatico !

 

A son scciup

Sono scoppiato

Sono sfinito

A soun cauciu antia pucica

Sono caduto nel fango

Mi sta andando male

A soun divent in candrotu

Sono diventato un candelotto di ghiaccio

Sono gelato dal freddo !

A suma nti ruti !

Siamo nei rotti

Siamo in difficolt. Siamo in lite

A suma antei firgnu d-foundu

Siamo nel filare di fondo

Siamo sempre al punto di partenza

A suma antia brta

Siamo nel fondo del caff

Siamo in difficolt

A tammasccru

Ti do un ceffone

 

A tancartelu !

Ti metto a posto a suon di botte !

 

A tdgu in tir-an-l

Ti do un tirati in l

Ti do un ceffone

A tfsu veghe u diau ant lmura

Ti faccio vedere il diavolo nellarbanella

Ti spavento a morte

A tle savr d !

Te lo sapr dire !

 

A tira a ttu cme ia sciupeta dLenciu

Tira a tutto come la carabina di "Lenciu"

Tutto gli fa gola

A ugnu ci and a seich u lime drera au trenu

Guadagno di pi andare a cercare il letame dietro il treno

Ci rimetto

A v ch avoia and

Va che vuole andare

E destino

A v cme na lria

Va come una lontra

Scappa velocissimo

A vgu an ramangon !

Vado ramingo !

Mi muovo senza concludere niente !

A vegu sctuibiu

Vedo torbido

Non metto a fuoco bene

Abelin cme ei can du Lippa

Stupido come il cane di Lippa

Molto sciocco

Ac manda a bachetu

Comanda a bacchetta

Autoritaria

Ai cav giasm, ui luxia saimpre ciu tantu ei pai

Al cavallo bestemmiato luccica sempre pi tanto il pelo

Pi critiche riceve pi giovamento ne trae

Am narcuvru !

Ci godo !

 

Amaru cme u tosci

Amaro come il veleno

Amarissimo

An po' ci

A momenti

 

An s cixsa f

Non so pi cosa fare

 

An te scceru mancu

Non ti schiarisco neppure

Non ti prendo in considerazione

Anc das

Ancora assai

 

Andva cme in lach

Andava come un servitore

Andava velocemente

And a cant i ve

Andare a cantar le uova

Andare a cantare brani profani in occasione della Pasqua

And a duim cu i galeine

Andare a dormire con le galline

Andare a dormire presto

And a u cr du tucu

Andare alla luce del tocco

Avanzare al buio

And an galisopu

Andare su una gamba sola

 

And an gatezu

Andare in amore

Andare in cerca di avventure galanti

And an paradisu an carosa

Andare in paradiso in carrozza

Aver la strada facilitata

And an tantaron

Andare traballante

 

And ci che Bachetu

Andare pi che Bachetto

Andare velocemente

And tantu cme na casctgna bavsaia

Valer tanto come una castagna gi messa in bocca

Valere niente

Anduma reri ch a suma pochi !

Andiamo radi che siamo pochi !

Non facciamo capire che siamo in pochi

Angirinein dei quaie !

"Angirinein" dalle voglie !

Desiderare molte cose !

Anversu cme in cas

Rovesciato come un mestolo

Molto arrabbiato !

Arriv ai pontu d-lampic

Arrivare al punto dellimpiccato

Arrivare al limite

Arvexe d reru

Arrivederci di rado

 

At fasu and tantu cme Bachetu che l and veia frescu e l turn secu

Ti faccio andare tanto come Bachetto che andato via verde ed ritornato secco

Ti faccio correre velocemente

 

At dgu na masc chei mir ut nan d ntra

Ti do una sberla che il muro te ne d unaltra

Ti do un ceffone violento

At fsu and cui c stortu

Ti faccio andare col culo storto

Ti concio per le feste

At fsu cagh i ravigni

Ti faccio cagare piccole rape

"Mi vendico"; Te la faccio pagare !

At mandu a i murein sainsa scu

Ti mando al mulino senza sacco

Ti picchio

At salt Bergn

Ti saluto "Bergn"

Non c pi nulla da fare

Aura cha i suma !

Adesso che ci siamo !

Va bene !

Avai in diau per cav

Avere un diavolo per capello

Essere molto arrabbiato

Bon pri povri !

Buono per i poveri !

E tremendo !

Brutu becamortu !

Brutto becchino !

Iellatore !

Bugia !

Muoviti !

 

Buxiardu an buca

Bugiardo in bocca

Contafrottole

Cut gnse in cuesu

Che ti venisse il desiderio di covare

Che ti venisse un accidente !

Can da fette

Cane da fette

Cane da zuppa

Ch a ngia pau !

Non abbia paura !

 

Chi lh da f camein u mira u taimpu

Chi ha da fare del cammino guarda il tempo

Non bisogna perdere tempo

Chi u n h av u n h av !

Chi ha avuto ha avuto !

Non si recrimina !

Chi u po' u po e chi u n po u scciopa

Chi pu pu e chi non pu scoppia

Se la cava solo chi "pu"

Cian cian che i marotu u porta u san

Piano piano che il malato porta il sano

Ci rimettono i deboli

Cianta nainta dgranne

Non piantare di grane

Non creare difficolt

Cipa li !

Prendi l

 

Ciapumia bsa

Prendiamola bassa

Andiamo con calma

Ciocchi cme na lma !

Suoni come una lama

Sragioni

Ci che vagi un se po gn

Pi che vecchi non si pu venire

Ogni vita ha il. suo termine

Ci tosctu che roba avansa, crepa, pansa !

Piuttosto che avanzi roba crepa, pancia !

Mangiare a crepapelle

Cicia in ci

Succhia un chiodo

 

Cimelein l h pi u trotu !

"Ciumelein" ha preso il trotto !

E scappato di corsa ! (Si defilato)

Cmera ?

Come mai ?

 

Cosa it vi chu scia dMazini e dGaribaldi

Cosa vuoi che sappia di Mazzini e Garibaldi

Persona poco competente !

Cramaintu !

Accidenti !

 

Cui c us f ttu

Col culo si fa tutto

E pi facile dire che fare

Cui nan fise !

Che ce ne fosse !

 

Cunt ia fora du luvu

Raccontare la favola del lupo

Raccontare sempre le stesse cose

Cunt tantu cme u xbiru a "gofu"

Vale tanto come il fante che si toglie dal mazzo al gioco del "goffo"

Vale niente !

Cunusce donda a sct ia casceta dia s

Conoscere dove sta il cassetto del sale

Sapere il valore delle cose. Sa dove andare a parare

Da suvra lisciu lisciu da suta merda e pisciu

Di sopra liscio liscio di sotto merda e piscio

Lapparenza inganna

Die in can da mn

Dalle un cane da portare in giro

Toglitela di torno

Dainci rri furtoina spessa

Denti radi fortuna abbondante

 

De cmand n moi scciup nsciin

Di comandare non mai scoppiato nessuno

 

Deie a la xgagi

Darci di fretta

Sbrigarsi !

Deie na casir

Dare un colpo di cazzuola

Far le cose alla " belle e meglio " !

Dese da turnu

Darsi dattorno

Impegnarsi

Di dond in d ndanda da l ?

Dove andate andando da quella parte ?

 

Di, donde anduma ?

Di, dove andiamo ?

Ditemi dove andiamo

D, donde in d ?

Di, dove andate ?

 

Disciulte !

Sbrigati !

 

Donda u ni na un se nan po pi

Dove non ce n non se ne pu prendere !

 

Donde imdan di dsci

Dove ci danno dei dolci

Dove ci trattano bene

Donde in na dan

Dove ne danno

Dove sono generosi

Eh..... da l da i bi da paci !

Eh.... di l dal canale che porta lacqua al mulino da Paci

 

Ei bricu d ia vle u mincia ua

Il monte della valle minaccia acqua

Sta per scatenarsi un temporale

Ei maru l an c

Il marcio in casa

Ti tradisce proprio chi ti vicino

Ersu cme i brenu

Asciutto come la crusca

Arido

Ese xgrsiu

Essere rude

 

Ese a lri

Essere allolio

Sentirsi poco bene

Ese an sant

Essere in salute

Essere presente a se stesso

Ese cme n rtu patan

Essere come un topo nudo

Non possedere nulla

Ese giancu e ruu cme in mai

Essere bianco e rosso come una mela

Avere un bellaspetto

Ese in trampuli

Essere tutta gamba come un trampoliere

Saper aggirare gli ostacoli

Ese luntan camein !

Essere lontano cammino

Essere distante dallobiettivo

Esse a mazu cme i ve mrse

Essere a mezzo come le uova marce

Essere sempre tra i piedi

Esse da fudrein

Essere dal diavolo

Essere morto

F dia str !

Fai della strada

Allontanati

Fme nainta voze lanma

Non farmi girare lanima

Non farmi venire il nervoso

Fta cme larsceia

Insipida come il bucato fatto con la cenere

Molto insipido

F ci danu che ia gragnra

Fare pi danno della grandine

Avere effetti rovinosi

F fiuch

Far nevicare

Fare cose fuori dallordinario

F gn u lete ai xnuge

Far venire il latte alle ginocchia

Annoiare

F ia mnesctra d - Broxiu

Fare la minestra di " Broxiu "

Fare una minestra povera di ingredienti

F lvu fora da i cavagnu

Fare luovo fuori dal cesto

Dire smargiassate

Fesne fe a r

Farselo durare

 

Fetta "Cilu" !

Taglia "Cilu" !

Sparale meno grosse

F da l !

Gi di l

Da quelle parti

Fin cu sgoda un se patiscia

Finch si gode non si patisce

 

Fscia !

Davvero !

Forse - sul serio

Futle ntin fundoun

Buttalo in una buca nel fondale del fiume

Allontanalo in modo definitivo, o nascondilo

Futu ai gtu u l scap !

"Futu" al gatto : scappato !

Troppo tardi per intervenire

Galeina neira quandu l noce as peira

Gallina nera quando notte pelata ......

 

Gianca, rusa, tracugnota cme i feie di na vota

Bianca rossa rotondetta come le ragazze di una volta

Sei florida

Giancu cme na pasa

Bianco come una pezza

Essere molto pallido

Gianu cme n limon

Giallo come un limone

Avere un brutto colorito

Gixu scapein

Ges calzino

Esclamazione di sorpresa

Gira gira per u cian che u martu u porta u san

Gira gira per il piano che il malato porta il sano

Sono sempre i pi deboli a rimetterci

Gir a viu

Girare a vuoto

Non concludere nulla

Gni zu da lUiba

Venire gi dallOrba

Essere sprovveduti

Gnine a iina

Venirne ad una

Concludere

I dan ei cr ai cureze

Danno il colore alle scoregge

Danno importanza a cose che non ce lhanno

I ian fciu in capotu

Gli hanno fatto un cappotto

Ha preso una batosta

I r-giu i avuge per fut veia i pi dferu

Raccolgono gli aghi per buttar via i pali di ferro

Danno pi importanza alle cose che ne hanno meno

I se xmaiu cme dou guce dua

Si assomigliano come due gocce dacqua

Sono identici

I servu tantu cme i fiure ai morti

Servono tanto come i fiori ai morti

Sono cose inutili

I sodi i van cme ia pia

I soldi vanno come la paglia

Si fa presto a spendere

I son tanci cme na cugnra !

Sono tanti come una nidiata di conigli

Sono molto numerosi

I t hi saimpre mangi pulainta aura it voi u zambaioun ?

Hai sempre mangiato polenta ora vuoi lo zambaglione ?

Pretendi cose non al tuo livello

I tei ci gofu d Ciuna

Sei pi goffo di "Ciuna"

Sei sciocco

I tei ambast

Sei imbastito

Sei poco agile

I tei caudu cme na pita

Sei caldo come una chioccia

Sei particolarmente caldo

I tei d linze

Sei dellundici ( 1911 )

Sei ignorante, sempliciotto, indietro

I tei dCni !

Sei di Cuneo !

Sei un ignorante sempliciotto !

I tei de i buigu

Sei del borgo

Sei un po sempliciotto

I tei grevu

Sei pesante

Sei stanchevole

I tei in caz gheib

Sei un mestolo bucato

Sei uno spendaccione

I tei in cipa e lscia

Sei un prendi e lascia

Sei un inconcludente

I tei in discprexidu

Sei un dispettoso

 

I tei in lambrucioun

Sei uno sbrodolone

 

I tei in peia e possa

Sei un prendi e posa

Sei un inconcludente

I tei in pesevrein !

Sei un bruco dannoso

Vuoi sempre aver ragione

I tei in ruzri

Sei un rosario

Ti lamenti sempre

I tei in ursein

Sei un dispettoso

 

I tei na cianta e ranca

Sei una pianta e leva

Sei una provocatrice

I tei na cianta granne

Sei una piantagrane

 

I tei na laingua grma

Sei una lingua grama

Sei una pettegola

I tei na pute mola

Sei una poltiglia molle

Sei senza vitalit

I tei na tascta secca

Sei una testa secca

Sei testardo

I tei pezu che ra Scia Delein

Sei peggio che la signora Adele

Sei piena di cianfrusaglie

I tei propi in cuertoun

Sei proprio un copertone

Capisci poco. Sei un sempliciotto dai modi rozzi

I tei riondu cme in zanein

Sei rotondo come un verme

Sei grasso !

I tei uoiu cme na cna

Sei vuoto come una canna

Sei senza cervello

I thi bat in balon !

Hai battuto un pallone !

Hai avuto una grossa fortuna !

I thi na vuxe ca p na xghinzra

Hai una voce che sembra una " Sghinzera"

Hai una voce stridula

I xlaversugni i ndovu e i gnivu: le u martlova e mi ai ciapova

Gli schiaffoni andavano e venivano: lui li dava e io li prendevo

Le ho buscate solo io

Ia muscit l pezu che ia fme

La "muscit" peggio della fame

Lessere incontentabili peggio di qualunque cosa

In posctu a lardosu

Un posto al riparo dal vento

 

In posctu au lubi

Un posto dove non batte il sole

 

In posctu au sur

Un posto al sole

 

In te me suvei mancu

Non mi sovvieni neanche

Non ti considero

Irtu cme in epu

Spesso come un ceppo

Essere rozzo, rude

Ise i son ei sciurteie dcat quande l misu ei c an big

Quelle sono le battute di "Cat" quando ha messo il culo nellacqua da bucato.

Sono battute senza senso!

It i ia tascta ansima a na carsa

Hai la testa sopra unasta da sostegno

Sei sbadato

It bufi ntei brenu

Soffi nella crusca

Non hai un bellaspetto

It e spusi drequiem eterna

Puzzi di requiem eterna

Stai per finir male

It ei a vesu cme na galeina

Sei in alto come una gallina

Sei in alto

It ei grande cme in sodu dfuimgiu

Sei grande come un soldo di cacio

Sei molto piccolo

 

 

It ei in martfu

Sei un salame

 

It ei onciu cme in lume

Sei unto come un lume

Sei molto sporco

It ei rustegu cme na scorza druvre

Sei ruvido come la corteccia di quercia

Sei rozzo

It ei vagiu cme tera dcastgne

Sei vecchio come terra da castagne

Sei molto vecchio

It finisci dmur chu rtu an buca

Finisci di morire con il topo in bocca

Rimani a bocca asciutta

It hi ci musse che dini

Hai pi balle che soldi ( dal Genovese )

 

It hi ei c fciu a giroda

Hai il culo fatto a trottola

Sei sempre in giro

It hi lurege irte

Hai le orecchie spesse

Hai bisogno di una "compagna"

It ie tiru s scie

Te le tirano su asciutte

Non ti trattano meglio

It ei antr

Sei intero

Non capisci

It ei drtu !

Sei suscettibile

 

It ei in perda-ble

Sei un perda-balle

Sei poco affidabile

It ei in scu d-patte !

Sei un sacco di patate !

Sei poco agile !

It ei in Bastian cuntrri

Sei un Bastian contrario

 

It ei in plison !

Sei un pidocchio !

Sei un parassita, fannullone !

It ei in spilorciu

Sei uno spilorcio

 

It ei lovu dia galeina gianca

Sei luovo della gallina bianca

Sei al centro delle attenzioni

It ei moisu !

Sei matto

 

It ei n arubi

Sei una cianfrusaglia

Sei inutile

It ei na gadanna

Sei una ridanciana

 

It ei ne scfundron

Sei uno senza sfondo

Mangi smodatamente

It ei pesu che ia Pasqura

Sei peggio della Pasquara

Sei stracarico

It ei pezu che in libru scianc

Sei peggio di un libro strappato

Sei vuoto

It ei pezu che na cianta dpaivru

Sei peggio di un chicco di pepe

Sei puntiglioso

It ei propi in f fiuch

Sei proprio un "fa nevicare"

Non sei affidabile

It ei propi in fargnocu

Sei proprio un infagottato !

Sei un salame !

It ei distun cme in troun

Sei esagerato come il tuono

Sei esagerato

It ei in cianzrein

Sei un piagnone

Si lamenta di gamba sana

It ei nairu cme in crovu

Sei nero come un corvo

Sei molto scuro

It hi fcio in capociu

Hai fatto un lavoro malfatto

 

It dan dei bacie chit vi cu i c sctortu

Ti danno delle bastonate che vai con il culo storto

Ti conciano male

It dimi dan p

Dormi din piedi

Sei disattento

It ei ne sctrafzri !

Sei un impiastro !

 

It ei andr cme ia coua du rtu

Sei indietro come la coda del topo

Non capisci niente

It ei angemmoia cme ia Scia Delein

Sei agghindata ome la Signora Adele

Sei piena di fronzoli

It ei fora cme in pugiolu

Sei fuori come un poggiolo

Sei completamente fuori ragione

It ei in epu

Sei un ceppo

Sei ingombrante; duro di comprendonio

It ei in conta ble

Sei un racconta storie

 

It ei in quaisctru !

Tu sei un cavedano !

Abbocchi facilmente !

It ei in tabalri

Sei un buono a nulla

 

It ei in tuvu

Sei un pezzo di tufo

Capisci poco

It ei laintu cme na limsa

Sei lento come una lumaca

Sei molto lento

It ei mtu cme in cav

Sei matto come un cavallo

Sei bizzoso

It ei na ciula ( ciulandran o ciulandri )

Sei un ingenuo ( uno sprovveduto )

 

It ei oibu cme in m

Sei cieco come un mulo

Non vede quello che non vuol vedere

It ei uacu ?

Sei sordo ?

 

It fi cme lzu dCapotu

Fai come lasino di " Capotu"

Non sai deciderti

It finisci ch it vi da fudrein !

Finisce che vai da "fudrein" !

Rischi di finire al camposanto, cio di lasciarci la pelle

It h i gi fudroi dcarne saria

Hai gli occhi foderati di carne salata

Non vedi levidente

It hi ia muscit

Hai la "muscit"

Sei difficile da accontentare

It hi ia tascta dura cme n zu

Hai la testa dura come un asino

Sei molto testardo

It hi pi u lecu

Hai preso gusto

Ti piace questa situazione

It mangi cme nUssaru

Mangi come un Ussaro

Mangi smodatamente

It me fi mur dai pei !

Mi fai morire dai piedi

Mi esasperi

It pghi in Christu it veghi na Madona

Paghi un Cristo vedi una Madonna !

Ti ingannano

It ronfi cme nUssaru

Russi come un Ussaro

Russi sonoramente

It vi a fete sciusc da i vaintu !

Vai a farti soffiare dal vento

Vai a farti frastornare dal vento

It vei a c ch u erciu ?

Vieni a casa col cerchio ?

Come fai a venire a casa?

L gnurante cme in tccu !

E ignorante come un tacco !

E molto ignorante !

L na cumpagneia id Leichera !

E una compagnia di Lercaro !

E una compagnia malcombinata !

L na peia c

E una prendi cuore

E assillante

L na sciola !

E una sciocca

 

L pezu che and d nce

E peggio che andar di notte

Peggio di cos non pu andare

L sr cme ne spegiu

E gelato come uno specchio

E talmente lucido per il gelo da sembrare uno specchio

L sciu !

E asciutto !

Sta sulle sue, mantiene le distanze

L mru !

E morbido !

E socievole, aperto, espansivo !

L h cag fra da i bulcu

Ha cagato fuori dal recipiente

Ha fatto qualcosa al di fuori del normale

L na gta da pr !

Ha una gatta da pelare !

Ha un guaio da risolvere !

 

 

L pi lippa !

Si rovesciato !

 

L nti na bute dferu

E in una botte di ferro

E al sicuro da tutto

L uiu cme na canula

E vuoto come lanima della pannocchia

Non hai sale in zucca

L an po' ansr (ambast)

Eun po innestato (imbastito)

E un tipo dai movimenti rigidi

L and a f u giru de i srsuron

E andato a fare il giro del gelso

Ha preso la strada pi lunga

L and a mang a xiapa

E andato a mangiare a sbaffo

 

L and ttu a crte quaranttu

E andato tutto a carte quarantotto

E andato tutto a monte

L calar

E al dente

 

L ci vagiu d-linvenzion du sctucafisciu

E pi vecchio dellinvenzione dello stochefisso

E risaputo da tutti

L cume lav ia tascta a lzu

E come lavare la testa allasino

E tempo perso

L ginu cme ne xgaib

E giallo come un rigogolo ( uccello cantatore dal becco forte e dal piumaggio giallo con ali e coda nere

 

L in c da ceti

E un culo da pettegolezzi

E molto pettegola

L in gnuton !

E un musone !

 

L in parl sccetu e netu

E un parlare schietto e netto

E un parlar chiaro

L in perda-brie

E un perda-braghe

E uno che non ha niente

L in quaranttu !

E un quarantotto

C una gran confusione !

Le in santanar

   

L lura dseira a sctura n ci trdi, n ci bunura

E lora di ieri a questora ne pi tardi ne pi buonora

Rifiuto a rispondere

L lecu cme na paiela

E goloso come una padella

E molto goloso

L magru cme in picu

E magro come un piccone

E magrissimo

L meiu carite che ampte

E meglio caricarti che riempirti

Mangi troppo !

L nanveria

E una ghiacciaia

E un luogo molto freddo

L na scheina dricia

E una schiena dritta

E uno sfaticato

L na cazanna !

E un cliente abituale !

E un furbastro !

L na gta cuensa !

E una gatta che cova !

E una persona infida !

L na tascta dbecu

E una testa dariete

E un testone

L na tascta feina

E una testa fina

E un genio

L na xghinzra

E una "raganella"(strumento di legno che riproduce il verso delle rane)

E unavoce petulante

L ne scterci

E un avaro

 

L pas ntia carosa m l saimpre in caret

E passato sulla carrozza ma sempre un carrettiere

Ha migliorato solo apparentemente

L pezu che in caret

E peggio di un carettiere

Parla in modo volgare

L Rusina

E "Rosina"

Euguale; non cambia niente

L saimpre ia mxma (leluia) fora

E sempre la stessa (alleluia) favola

E una cosa che si ripete

L sctreciu cme i c dna galeina

E stretto come il culo di una gallina

E avarissimo

L u ci bon dia gn

E il pi buono della nidiata

E il migliore

L vagi cme i cucu

E vecchio come il cucu

E molto vecchio

L vagiu cme Taradan

E vecchio come "Taradan"

E vecchissimo

L xgrziu !

E rude,ordinario !

 

L z-r in zu cari d-lazgne caude

E gelato un asino carico di lasagne calde

Presa in giro di chi ha freddo

Lera tantu mgra cha paraiva na carsa

Era tanto magra che sembrava unasta di sostegno

Era magrissima

Lera xgonfiu cme in balon

Era gonfio come un pallone

Era particolarmente gonfio

Lh uoi libi

Ha vuotato il trogolo

Ha vomitato tutto ! Ha detto tutto . Si sfogato

Lh ci gni che Giafu

Ha pi anni che "Giafu"

E vecchissimo

Lh ci debiti che cavai an tascta

Ha pi debiti che capelli in testa

E molto indebitato

Lh fciu trantoin e oinze

Ha fatto trentuno e undici

Ha fatto (ottenuto) pi di quello che si aspettava

Lh in tocu d-corda

Ha un pezzo di corda

Ha una persona difficile da gestire

Lh saimpre ei c rutu

Ha sempre il culo rotto

Ne ha sempre una

Luspi u f elemoxna a ia gexia

Lospedale fa elemosina alla chiesa

E pi generoso chi ha meno soldi

Lpasuche !

Lecca zucche !

Adulatore !

Lscia che lua a vga a u so murein

Lascia che lacqua vada al suo mulino

Lascia che le cose seguano il loro corso

Laur tan da sch

Lavorare tanto da seccare

Lavorare senza porsi limiti

Lavese ia fcia cme i gtu

Lavarsi la faccia come il gatto

Lavarsi superficialmente

Ma v a f i meneghein !

Ma vai a fare il " Meneghinio " !

Ma vai a fare il furbastro!

Mang de sctranguscion

Mangiare con una fretta che soffoca

Mangiare troppo in fretta

Mangia pan a tradimaintu !

Mangia pane a tradimento !

Persona parassita

Mangia ti cha mangiu mi a suma tci din part

Mangia tu che mangio io siamo tutti di un partito

Tutti ne approfittano

Mangnie dpscta frola

Mani di pasta frolla

Mani che lasciano cadere tutto

Mre pietusa a f i gatigni oibi

Madre pietosa fa i gattini ciechi

Non bisogna essere troppo permissivi

Meiu din d an tin giu !

Meglio di un dito in un occhio !

Meglio di niente !

Meiu perdle che truele

Meglio perderlo che trovarlo

Persona indesiderata

Meiu perdle che truele

Meglio perderlo che trovarlo

Persona da evitare

Mete a cadelu

Metter in riga ( a posto )

Far rigar dritto

Mete a pusctisu

Mettere posticcio

Mettere in posizione precaria

Mete an careza !

Mettere in carreggiata !

Correggere una persona

Mirte cavagnu chit hi in bal manni !

Guardati cesto che hai un bel manico !

Non vantarti che non lo meriti !

Mirte !

Guardatene !

 

Moila an po' !

Smettila un po' !

 

Molu cme ia quagi

Molle come il latte cagliato

Molto lento

Molu cme in figu

Molle come un fico

Pappamolle

Nainta tir ia coua ai gti

Non tirare la coda ai gatti

Non prenderti confidenza

Nairu cme in frandu

Nero come un fungo non commestibile

Molto arrabbiato

Nevera !

Non vero ?

 

Pale cha se stira an v mancu ci na lira ma quande l bain stiria u gn sodi da pagheia

Pelle che si stira non vale pi una lira ma quando ben stirata non c soldi da pagarla

Lapparenza (a volte) vale pi della sostanza

Pan e nuxe mang da spuse

Pane e noci mangiare da spose

Cibo prelibato

Prla mit mangi

Parla come mangi

Sii semplice

Parl scquar cme an tei carugi

Parlare sguaiato come nei vicoli

Parlare sguaiatamente

Pein cme novu

Pieno come un uovo

 

Pezu che and d-nce

Peggio che andar di notte

Peggio di cos non pu andare

Pica ursu ant lgiu bon !

Picchia cieco nellocchio buono

Insistere inutilmente

Pochi ma bugni cme i macherugni

Pochi ma buoni come i maccheroni

Pochi ma in gamba

Pover sangeiman

Povero Sangermano

Povero diavolo !

Povra mta !

Povera ragazza !

 

Povra pita

Povera chioccia

Persona che non reagisce

Predica Bertu chit predichi au desertu

Predica Berto che predichi al deserto

Spiegare inutilmente

Quande ia lina lh u r ua o vaintu a v

Quando la luna ha lalone o acqua o vento vuole

 

Quando ia merda a monta u scgnu o cha spsa o cha f dnu

Quando la merda sale sullo sgabello o puzza o fa danno

Gli incapaci presuntuosi fanno sempre danno

R men i cupi

Sistemare i coppi

Risistemare il tetto

Raxiunuma !

Ragioniamo !

 

Rompe ei ve ant ei cavagnu

Rompere le uova nel cesto

Intromettersi

Ruu cme in pevron

Rosso come un peperone

Molto accaldato

Rusu cme in biscion

Rosso come un biscione

Arrabbiato!

San Martein u v per tci

San Martino viene per tutti

I momenti di difficolt vengono per tutti

San Valentein u f sr i barbarein

San Valentino fa gelare il mento

A S. valentino fa ancora freddo

Sccrap ant ei fuicu

razzolare nel fogliame

 

Sccursa lanuila !

Accorcia languilla !

Non raccontare spacconate !

Sciib e scisc un se po'

Sorbire e soffiare non si pu

Non si possono fare due cose contemporaneamente

Sct ntin cascinotu an riva a lua

Stare in un "cascinotto" in riva allacqua

Non saper niente

Sct a ia roscta du su

Stare alla sferza del sole

 

Scte antin cantoun

Stare in un angolo

Mantenere le distanze dagli altri

Se i han rangi quela dei bitiru.....

Se hanno aggiustato quella del burro.......

Nulla irreparabile

Seich ei pai nt lvu

Cercare il pelo nelluovo

Essere pignoli

Sgscte !

Sbrigati !

 

Si i han rangi quela dei 48, i rangiarn anche iscta

Se hanno aggiustato quella del 48, aggiusteranno anche questa

Non c problema senza soluzione

Son messe dice !

Sono messe dette !

E inutile dirlo !

St an duzina

Stare in dozzina

Stare in compagnia

Su e zu da ia Vultegna chi u i h i neivi cu si e tegna

Su e gi dalla Voltegna chi ha i nervi se li tenga

A ognuno i suoi guai . Chi arrabbiato ci resta

Su fioca prima di Santi, tuci i maixi u svega i campi

Se nevica prima dei Santi tutti i mesi si vedono i campi

 

Tanta navaiva Antoniu tanta a navaiva mi

Tanto ne aveva Antonio tanto ne avevo io

Non ho niente

Taravela dia scmanna santa

Parlantina della settimana santa

Linguacciuto

Tascta da brigne ( osci )

Testa da prugne

Testa dura

Ti ei in ciaputon

Sei un pasticcione

 

Tichitle !

Eccotelo !

 

Torsa !

Torce !

Patisce

Tra tci e dui i fuim in dur dc !

Tra tutti e due formate un dolor di cuore

Deludete ogni aspettativa

Tru quelu dia fuimagta

Trovare quello della formaggetta

Trovare quello che ti sistema

Tuca e bustica

Tocca e tormenta

Infastidirsi reciprocamente

Tci i taimpi i veru bscta speciie

Tutti i tempi vengono basta aspettarli

Conviene temporeggiare per aspettare il momento propizio

U h d pau da d

Mi da poco da dire

Non mi importa

U h me suv mancu

Non mi sovviene nemmeno

 

U slamainta dgamba sanna

Si lamenta di gamba sana

Si lamenta senza serio motivo

Um vo feina nti onge di pi

Mi va fino nelle unghie dei piedi

Mi fa molto piacere

Us f mu sp

Si fa come si pu

 

Ut i e v in sciscia c da dui manege

Ti ci vuole un soffia culo da due manici

Pretendi troppo !

Ut piscia antei c e utl arxenta cun po' daxiai

Ti piscia nel culo e te lo sciacqua con un po' di aceto

Ti superiore

U m pariva disctranna

Mi sembrava strano, quasi impossibile

 

U i lh an tei c cmei ciarabale

Ce lha nel culo come le lucciole

E spacciato

U s perda!

Si perde

Si distrae

U bta da lucu

Batte da stupido

Fa finta di non capire

U cga din fiancu

Fa i suoi bisogni girato su di un fianco

Vuole essere originale a tutti i costi

U crescia cme na preia nt in gheibu

Cresce come una pietra in un buco

Non cresce

U crisa

Lo desidera molto

Con invidia

U cura cme i can da lsciu

Corre come i cani seguci

Si comporta con esuberanza

U f ceru ai morti

Fa chiaro ai morti

E molto deperito

U f dei tapuli

Fa degli interventi di poco conto

E una persona poco capace

U f gn ia pelgra

Fa venire la pellagra

Fa star male

U f i gatigni

Fa i " gattini "

Vomita

U f i sfuigani

Fa i fuochi dartificio

D in escandescenze

U f ia vita dei Michelasu chu mangia u doima e u v a scpsu

Fa la vita del "Michelasu" che mangia, dorme e va a spasso

Fa la bella vita

U f lvu da dui rusci

Fa luovo da due rossi

Vuol strafare

U f na fregiu da fica

Fa un freddo da forca

Fa molto freddo

U f u lucu per nainta pagh dsi

Fa il rintronato per non pagare dazio

Fa finta di non capire

U finiscia ttu tin cut mutu

Finisce tutto in un coltello spuntato

Finisce in nulla

U fo ci dnu ia gura che u lave !

Fa pi danno la gola che il lavandino !

Fa pi danno chi usa la gola per dir dietro agli altri che chi la usa per gozzovigliare

U fo i bafe a loibu

Fa le beffe allorbo

Se ne approfitta impunemente

U futa zu i palasci dai beicugni

Butta gi i palazzi dalle finestre

E uno spaccone

U girva cme n ueindru

Andava come un arcolaio

Girava veloce

U hie mescia mancu in cav

Non gli muove neppure un capello

Apatico

U hi ei c an cunfisxion

Ha il culo in confusione

E sovreccitato

U hi lanma ambosa

Ha lanima inclinata

E contrariato

U i a tanta munt che tanta car

C tanta salita come tanta discesa

Nella vita vi sono tanti momenti positivi quanti negativi

U i crescia an buca

Gli cresce in bocca

Non ha appetito

U i d andrainta cme nte i sche

Ci d dentro come nelle zucche

Si d da fare

U i d tranta en flu

Gli da trenta e un fallo

E molto pi in gamba

U i ci caru ruz che mang

Gli pi caro bisticciare che mangiare

E molto litigioso !

U i in barbasan !

C un disordine !

 

U i pocu da f

C poco da fare

E inevitabile

U i scchi ei mandilu

Gli scivolato il fazzoletto

Ha fatto "fracasso"

U i h cangi nsu e buca

Ha cambiato naso e bocca

E cambiato decisamente

U i h da f ci che i rti an tia sctupa

Ha da fare pi dei topi nella canapa

E molto indaffarato

U i h ei c an tera

Ha il culo in terra

E mal preso (finanziariamente)

U i h ia lina sctorta

Ha la luna storta

E di cattivo umore

U i h misu na pasa

Vi ha messo una pezza

Ha salvato la situazione

U i h saimpre i f an tei brie

Ha sempre il fuoco nei pantaloni

Ha sempre premura

U i hi na gura da lav

Ha una gola da lavandino

Mangia qualunque cosa

U i h grat

Ha rubato

 

U i n an f tanta cme a Ruzina lomu

Gliene fa tanta come a Rosina luomo

Non gli fa niente

U i sutera tci

Li sotterra tutti

Prevale su tutti . Scampa tanto

U i v d l onciu dgumi !

Ci vuole olio di gomito !

Bisogna lavorare con impegno

U i v quatrgi !

Ci vuole quattro occhi

Ci vuole particolare attenzione

U i ei blu dSan Vitu

Ha il ballo di S. Vito

Non riesce a star fermo

U io ei cap an" sce" lorsa

Ha il cappello di traverso

E contrariato ( ant lorsa = ovadese ; sce = genovese )

U l in cipa rti

E un prendi topi

E una persona che conclude poco

U m dvizu

Mi sembra

 

U m gn na futa !

Mi venuto un diavolo !

Mi sono arrabbiato !

U m fciu gn na tascta cme in balon

Mi ha fatto venire una testa come un pallone

Mi ha frastornato

U m cauciu brsse e brie

Mi sono cadute braccia e braghe

Sono rimasto costernato

U m gn a niria

Mi venuto a nausea

Non lo sopporto pi

U m gnu i bagetti antia pansa

Mi sono venuti i rospetti nella pancia

Mi son trovato paura

U m resct ant ei ganarezu ( o gavoun )

Mi rimasto nellesofago

Non sono riuscito ad accettarlo

U n an so n d ti n d mi n d chi l h fciu

Non nesa n di me n di te n di chi lha fatto

Non ne sa di niente

U n i mescia mancu in cav ( pai )

Non gli muove neppire un capello ( pelo )

Non si scompone

U n faciu ci che Carlu an Fransa

Ne ha fatto pi che Carlo in Francia

Ha avuto molte avventure

U n faciu ci che Guerin Meschein

Ne ha fatto pi che Guerin Meschino

Ha avuto molte avventure

U n na quaia da mur !

Ne ha una voglia da morire

E uno sfaticato

Non ne ha voglia

U nh mancu dc

Non ha neanche di culo

Non ha niente

U nh tera feima

Non ha di terra ferma

E sempre in movimento

U ni e ci dreligion

Non c pi di religione

Non ci sono pi di regole

U nua cme n pesciu

Nuota come un pesce

Nuota molto bene

U paira loca sainsa fera xbragi

Pela loca senza farla gridare

Ottiene ci che vuole senza suscitare reazioni

U raxiouna cme in tempur

Ragiona come un temporale

E irragionevole

U ronfa cme in ghein

Russa come un maiale

Russa sonoramente

U sd da turnu

Si d dattorno

Si impegna

U s paxi

Si calmato

 

U siarmeta dai tpu e ci da ia pregia

Ci rimette dal tappo e pi dal piolo che ottura il foro della botte da cui si spilla il vino

Ci rimette in ogni modo

U snarcuvra

Se la gode

 

U sciura da merlu e ci da ruscign

Fischia da merlo e pi da usignolo

Ha due parti in commedia

U sctera i morti

Sotterra i morti

Nasconde o non affronta i problemi

U th ciap a cuciu

Ti ha preso a cuccia

Ti ha sorpreso

U terzu u goda se dui i rzu

Il terzo gode se due bisticciano

 

U v tantu cme lassu da cuppe

Vale tanto come lasso di coppe

Vale poco

U v a epetti dbroua

Va a piccoli ceppi di erica

Ha poca energia da spendere

U v an "sce" lorsa

Va di traverso

Dal genovese (antlorsa)

U v ci in to de Milan che saintu pigia pigia d Zena

Vale pi un "tieni" di Milano che cento "prendi prendi" di Genova

Sono pi generosi i Milanesi che i Genovesi

U vegna nce

Viene notte

Viene tardi !

U v a pisci luntan

Va a pisciare lontano

Ha voluto far diverso da tutti

U vo ci na bouna fcia che na grosa maereia

Vale pi una faccia tosta che una grossa tenuta

 

U xneja an tin gotu dua !

Annega in un bicchiere dacqua

Non sa superare la minima difficolt

Uacu cme narian

Sordo come un ruscello

Molto sordo

Uataroun !

Grossa zolla !

Persona grossolana !

Ui n per lzu e per chi ul meina

Ce n per lasino e per chi lo porta

Le colpe sono di entrambi

Um f gir lanma

Mi fa girare lanima

Mi fa arrabbiare

Un s ne parl n txe

Non sa n parlare n tacere

 

Un se po' quet

Non si pu quietare

 

Un v ch a saia dicia

Non vuole che sia detta

Non vuole accettarlo

Us fo gn ia quiga rusa

Si fa venire la pelle rossa

Si arrabbia molto

V a cunteia ai frti !

Vai a raccontarla ai frati !

Non raccontar storie !

V a Potusso

Vai a "Potusso"

Vai allinferno !

V allinfernu a f di cupi

Vai allinferno a fare dei coppi

Vai al diavolo !

V ca vegnu !

Vai che vengo !

Precedimi

V nainta a xgati ei c ai vaspe

Non andare a sollecitare il culo alle vespe

Non provocare reazioni pericolose

V per gnie !

Vai per nidi

Non far perdere tempo

V per niie !

Va per nidiate !

Vai a far dei giri !

Vagiu cme na coiba

Vecchio come una corba

Con molta esperienza

Vante cavagnu ch it hi ei manni rutu

Vantati cesto che hai il manico rotto

Non vantarti che non lo meriti

Vte a sctr !

Vatti a sotterrare !

Vergognati di quello che dici ( o che hai fatto ). (Vai allinferno)

Vurai u lete dgaleina

Volere il latte di gallina

Volere limpossibile

Xuvent dpap

Giovent di carta

Giovent debole

Zuvnu cme lua

Giovane come lacqua

Molto giovane