Circuito Comando

Home
Su
Alimentazione
Circuito Comando
Reparto RF
Partic. Costruttivi
Immagini Lineare GI7

CIRCUITO DI COMANDO E SEGNALAZIONE DEL LINEARE H.F. 1,5KW  CON 3 GI7B (descrizione e funzionamento)

 

Scopo di questo circuito è comandare la messa in funzione con la dovuta cadenza dei vari dispositivi dell'amplificatore.

L'alimentazione di rete, arriva dall'alimentatore che al momento è ancora spento anche se il suo interruttore è chiuso.

La tensione di rete, attraverso il fusibile da 5A,  giunge all'interruttore luminoso bipolare S1.

Il neutro, giunge direttamente anche alle ventole di raffreddamento (V1-V2-VC), nonchè al sensore di temperatura (TC) ed ad un contatto di RL5 (al momento aperto).

La fase, giunge direttamente alle bobine di RL7 - RL8 ed al contatto fisso dello stesso RL7.

Con la chiusura di S1, si alimentano: T1 (trasform. 220/14 - 18V 100VA) per alimentazione relè e diodi; T2 (trasf. 220/13V 150VA) per alimentazione filamenti. (13V, sembrano un pò eccessivi, ma vi sono circa 0,4V di caduta su RFC2).

Vengono alimentate le ventole di raffreddamento (VC, gira a pieno regime, V1-V2 invece per effetto del condensatore da 1,2 microF in serie girano circa a metà velocità, producendo di conseguenza poco rumore), viene ad essere alimentato anche il contatto fisso di RL4 che è ancora aperto.

Con la messa sotto tensione di T1 viene portata alimentazione tramite R da 3,9Ω ai contatti F2 N2 che osservando poi il reparto RF corrispondono ai filamenti delle valvole.

In questa fase per la presenza della resistenza ai filamenti arriva una tensione di circa 5V, essendo anche T2 alimentato, vengono a loro volta messi in azione i ponti raddrizzatori P1 e P2, ottenendo quindi in uscita da essi 20 e 25V continui, opportunamente filtrati dai rispettivi elettrolitici da 1000µF.

La tensione 20V giunge al regolatore 7815 da 3A al fine di essere stabilizzata (occorre per alimentare i 555 ed i transistor).

In uscita dal 7815 i 15V tramite la resistenza da 1Ω (serve per limitare possibili rientri RF), giungono, ad uno dei contatti fissi di RL6 che è ancora aperto, al piedino 8 del 555, al collettore del BC237(ancora non conduce) ed al contatto fisso di RL2 che invece è chiuso a causa della caduta di tensione sulla resistenza da 3,9Ω di limitazione.

Si avrà di conseguenza l'accensione del led rosso di Alarm (resistenza inserita), inoltre con RL2 chiuso viene interdetta la prosecuzione dei 15V per il prosieguo della sequenza.

Essendo però alimentato il 555,  in base alla posizione del trimmer da 3,9MΩ dopo circa 10" viene portato in conduzione il BC237 con conseguente chiusura del relè RL1 che esclude di fatto la resistenza di limitazione della corrente di filamento.

Con l'esclusione di quest'ultima, si diseccita RL2, permettendo il transito dei 15V.

Vengono pertanto ad essere alimentati: il piedino 8 dell'altro 555; il collettore dell'altro BC237; ed il contatto fisso di RL3 che al momento è ancora aperto e provoca di conseguenza l'accensione del led giallo Warm UP (preriscaldo).

Come in precedenza ma con una regolazione diversa del trimmer il 555 manda in conduzione dopo circa 150" il  suo BC 237, si ottiene quindi la chiusura di RL3, il led di Warm Up si spegne, si eccita RL4 che fa transitare la fase 220V~ verso il contatto F1 (predispone l'accensione del trafo H.V) e verso il commutatore a 3 posizioni.

La chiusura di RL3 porta anche +15V al contatto A, che va all'alimentatore ed con il trasform. H.V. in funzione ritornerà indietro al contatto B.

In base alla posizione di S3, verrà portata la fase 220V~ ad uno dei contatti C - D - E, che a loro volta andranno ad eccitare il relativo relé nell'alimentatore per l'accensione del trafo.

Con l'alimentatore a regime, ritorna il +15V sul contatto B, che la porterà all'interruttore del PTT sul pannello ed al led verde Ready (pronto), permettendone l'accensione.

Con la chiusura del PTT, si attiva il led giallo PTT ON e si porta +15V alla bobina di RL5 che è aperto fintanto non viene messo in trasmissione il trasmettitore (riceve il negativo dal contatto PTT del TRX).

Andando in trasmissione, chiude RL5 che aveva già +25V sul contatto fisso, di conseguenza porta l'alimentazione al contatto X che nel reparto RF provocherà la chiusura del relé OUT, inoltre provoca la chiusura di RL6 e la messa sotto +25V di uno dei suoi contatti fissi.

La chiusura di quest'ultimo, provoca con uno dei suoi contatti l'accensione del led rosso TRX, con l'altro porta +25V al contatto Y il quale nel reparto RF provocherà la chiusura dei relé IN e BIAS, mandando quindi in trasmissione il lineare.

Si è inseriti RL6 nella sequenza al fine di provocare la chiusura dei relé IN e BIAS con un attimo di ritardo rispetto a quello OUT in modo che quando viene applicato il segnale d'ingresso vi sia già il carico inserito.

La chiusura di RL5, tramite l'altro suo contatto fa transitare il neutro verso le bobine di RL7 - RL8 che quindi possono eccitarsi, in modo da shuntare il condensatore in serie alle ventole V1-V2 che pertanto gireranno alla normale velocità.

V1-V2, gireranno a velocità normale anche con l'interruttore d'accensione aperto, nel caso la temperatura vicino gli anodi fosse >50°.

Questo per effetto della chiusura di TC (snsore di temperatura), che è montato a circa 1,5 cm dall'anodo di una delle 3 valvole.

I relé RL1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6, trovano posto unitamente agli altri componenti (transistor, 555, diodi, resist. ecc) su di un'unica basetta la quale è ancorata ad una parete divisoria di alluminio.

I relé RL7 - RL8, sono stati invece montati nella parte sottostante del telaio.

Il commutatore S3 viene azionato da una manopola posta sul frontale.

I 2 trasformatori T1 e T2, sono montati a sinistra della parete divisoria del telaio.

I contatti F - N - F2 - N2 - F1 - A - B - C - D - E,  trovano posto su apposite morsettiere tipo mammut posizionate sulla parete posteriore del telaio.

Le foto sicuramente aiuteranno almeno si spera a comprendere meglio l'assemblaggio.

 

Lo scopo dei condensatori sui piedini dei led è evitare la loro indebita accensione dovuta alla presenza di RF in trasmissione.

 

Spero la descrizione sia stata abbastanza chiara ed esauriente, nel caso si rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento.

 

Ovviamente si accettano critiche  e suggerimenti circa le soluzioni adottate.

Ultimo aggiornamento: 10-10-21 

Home | Su | Alimentazione | Circuito Comando | Reparto RF | Partic. Costruttivi | Immagini Lineare GI7