LĺEden dolomitico


la lontra genitrice

Il distretto di Primiero comprende la valle del Cismon, la valle del Vanoi, il comune di Mis-Sagron e la ValVenegia. Il suo Comprensorio raccoglie i comuni di Fiera di Primiero, Transacqua, Tonadico, Siror, Mezzano, Imer, Canal San Bovo e Mis-Sagron. Nonostante non faccia comune lĺinsediamento abitativo pi¨ famoso Ŕ certamente quello di San Martino di Castrozza, nota localitÓ sciistica che aspetta di ospitare una gara di Coppa del Mondo di sci appena saranno omologate le nuove piste dellĺAlpe Tognola.

La valle del Vanoi Ŕ la meno popolata ma anche per questo Ŕ considerata un vero e proprio polmone verde del Trentino. I suoi boschi sono ancora abitati da esemplari floristici e faunistici che sono quasi spariti dalle nostre latitudini. Il legname che fu usato per il palco del Giubileo del 2000 a Tor Vergata proveniva proprio dal Vanoi.



clikka sul mappamondo per sapere
COME RAGGIUNGERE
PRIMIERO
come raggiungerci WO LIEGT PRIMÍR?
Klicke auf die Welt!



I NOSTRI COMUNI



comune (1) (2)

in dialetto abitanti soprannomi (3)

tel. pro loco

FIERA DI PRIMIERO

Fiera FierÓcoli Strapasýni o BrÓchi

0439/62407

TRANSACQUA

Tresacqua TresacquŔri ZacalÓresi

(Ormanýco)

(Romanýk) (Romanýghi) (StrazapaltÓn)

(Pieve)

(Pieu) (PievÓtoli) (SaltamÓndre)

TONADýCO

Tonadých Tonadýghi TosŔle o Strýghi o GravatŔi

SIROR

Sirˇr Sirˇri Slapaz¨che o PorzŔi

0439/762124

(S. Martino di Castrozza)

(San Martýn) (Sanmartinoti
o Sanmartini)
(Siˇri o Saltamartini)

0439/768867

MEZZANO

MedÓn MedanÚschi Gambar˛i o Orsi

0439/67032

IM╚R

Imer Almer˛i (o Armer˛i) GoÜi o Z¨s-ci

0439/67023

CANAL SAN BOVO

Canal Canalýni StrasinÓsaki o Slýsi

0439/719041

(Caˇria)

(Caˇria) (Caori˛ti) (Strazacaore
o Beg˛ni o Orsi)

(Ronco Cainari)

(Ronk) (Roncaroi) (PÚndoli o Revoltýzi)

(Prade)

(Prade) (Pradar˛ti) (St˛rti o Branche o BarŔle)

SAGRON-MIS

Sagrˇn Gn˛doli Conza, Scßbelamenti

0439/65009

LAMON (?)

presto un referendum per aggregarsi ai primierotti




clicca per espandere l'argomento

(1) Da dove deriva il nome?

etimologia dei nomi dei comuni

Ci sono diverse interpretazioni sull'etimologia dei nomi dei comuni.
Le pi¨ attendibili sono le seguenti, derivanti dal latino, lingua madre delle comunitÓ cattoliche subalpine. Fiera di Primiero anticamente non esisteva, o comunque non era considerato paese; era solo un punto di incontro di tutti i paesi dove periodicamente avveniva il mercato e il commercio che attirava per giorni persone da tutta la valle o anche da altre confinanti, oltre che i feltrini. Da qui il nome odierno di Fiera. Guardando la fisionomia della valle osserviamo in linea verticale (esclusa Fiera quindi), da nord a sud, i centri abitativi di Siror (da "Superior", superiore), Mezzano (da "Medium", nel mezzo) e Imer (da "Imus", inferiore).
Sull'origine di questi ultimi tre paesi ci solo altre interpretazioni di chi non crede alle origini latine dei loro nomi. Siror si ipotizza derivi dal nome celtico Sirtori, villaggio sul torrente, mentre Mezzano, nome comune di molti paesi anche nella Pianura Padana, pu˛ intendere i campi di coltivazione delle vicinanze. Imer, improbabile la caduta della "u" di "Imus" in "Ŕ" (semmai Ŕ il contrario), pu˛ derivare dalla contrazione di PrimiŔr. Transacqua Ŕ cosý chiamata vista la sua ubicazione al di lÓ della confluenza tra i fiumi Canali e Cismon, mentre San Martino, che nel secolo scorso non era che un gruppettino di case formate da un paio di locande e monasteri di confraternite da cui il nome religioso dedicato a San Martino. Castrozza Ŕ il nome di alcuni prati ai piedi delle Pale. E' importante precisare inoltre che per "Pale" non si intendono le montagne ma gli ampi prati al di sotto delle stesse (da cui hanno preso il nome il gruppo delle cime).

m.m.d.



(2) Scopri la storia

la descrizione storica

Cliccando sul nome del comune si pu˛ scoprire pi¨ nel dettaglio la storia e le caratteristiche dei paesi della valle, attraverso anche alla descrizione che nel lontano 1887 (negli anni d'oro dell'impero asburgico, trent'anni prima dell'annessione trentina al Regno d'Italia) fece Ottone Brentari nella "Guida alpina di Belluno-Feltre-Primiero-Agordo-Zoldo". E' interessante osservare oltre al linguaggio nenanche poi tanto diverso dal nostro (da notare l'"Ó" acentata al posto dell'utilizzo dell'acca "ha"), le antiche notizie utili dell'epoca come l'indicazione dove possibile trovare da noleggiare i cavalli.

m.m.d.



(3) PerchÚ gli abitanti si chiamano cosý?




I SOPRANNOMI DELLE NOSTRE FAMIGLIE

na vecia famŔa de Tonadich

Capita a volte di incontrare qualcuno del tuo paese e di chiedere tra un discorso e l'altro se questi conosce una tal persona. Spesso il nome che ci viene detto non ci dice niente anche se la persona in questione la conosciamo da sempre. Nascono cosý i soprannomi, pi¨ o meno graditi ma a volte indispensabili, veri e propri cognomi. Clikkando sulla foto potrete trovare tra i pi¨ usati soprannomi della valle.




LA COSINA
PRIMIEROTA

La cucina tipica della nostra valle: primi piatti, dolci e leccornie.
che che se magnea


LA FESTA
DE LA DORC

Il "rito" del taglio del fieno


CANZONI POPOLARI
PRIMIEROTTE

Gli Aisemp˛neri, la bŔla mora
i GÚgheri (coscritti) e tanto altro...
crulŔ, cirulŔ...

La cultura e la tradizione per un popolo si fa e si vede anche attraverso la musica. Riscopriamo i testi delle musiche tra le pi¨ significative che caratterizzano la nostra terra, le melodie di ieri e le melodie di oggi.






raccolta fotografica RACCOLTA FOTOGRAFICA

raccolta fotografica






I TRENTINI I MENO LITIGIOSI
Curiosa indagine della rivista Focus





Stimmen Votaci

Hilfe - Aiuto




Download



Download

Download




back