I RAGAZZI DI PIETRA (Black Hawks)

 

LE BAND
IL GRUPPO
STORIA                      REPERTORIO 

 

PERUGIA '60:

Formazioni 1

Formazioni 2

Formazioni 3

Formazioni 4

LYRICS1               LYRICS2                  LYRICS3                       LYRICS4                               LYRICS5    
SPECIALS
COVER

LINKS

I FAVOLOSI '60
PERUGIA BANDS
NEWS                                 GALLERY

 

Bandloimg.jpg (207365 byte)Il beat è una musica popolare, immediata derivazione del Soul e del Rhythm&Blues, che emerge sopratutto in Inghilterra nel 1962 con la formazione di band che utilizzano per il loro sound un tempo base, ovviamente in battere, e come strumenti chitarre elettriche (di norma basso, ritmica e solista) e batteria; solo in seguito saranno completati da altri  come sax, tastiere, etc…. La nuova musica si diffonde rapidamente prima negli States e poi in tutta Europa, Italia compresa. E' l'epopea degli Yardbirds, dei Beach Boys, dei Credence Clearwater Revival, dei Doors, Animals, Who, Them, Blues Magoos, 13th Floor Elevator  e  i migliori solisti del Soul e del R&B come Otis Reding e James Brown.

 

 

pasqstone4.jpg (3291 byte)I gruppi più conosciuti, nati spesso anche dalle band che hanno accompagnato in precedenza i cantanti più noti del periodo, sono ora massicciamente presenti in trasmissioni radiofoniche e televisive e trovano consacrazione in tour e gare a tappe sulla penisola, come ad esempio il Cantagiro, tanto che dal 1966, in questa manifestazione, è aggiunta specificatamente nel Girone C la categoria complessi (vince l’Equipe 84  con “Io ho in mente te”).Altre formazioni  vengono  in Italia e raggiungono qui il loro successo, è il caso dei Rokes, dei Sorrows, Primitives e via dicendo.

 

Da noi giunge tutto con qualche anno di ritardo, precisamente verso il 1964, soprattutto sulla scia di formazioni divenute improvvisamente famose : come i Beatles per gli amanti di un genere che potremmo definire soft e come i Rolling Stones per un filone un po’ più trasgressivo. Da questo momento e per un periodo di circa sei anni, fioriscono ovunque numerosi complessi e molti giovani scaricano nella musica molte delle pulsioni di ribellione da cui quegli anni sono particolarmente segnati. Fioriscono dal 1964 al 1969 cover italiane di brani inglesi e americani famosi in tutto il mondo ma alcuni autori italiani (peraltro i migliori) riescono a piazzare con successo sul mercato discografico anche prodotti  nazionali (Mogol per citare secondo noi  il n° 1).

 

 

pietratest.jpg (95193 byte)Perugia e la sua provincia non sono immuni da questa febbre e come sempre fanno la loro parte offrendo band di interesse e qualità, composte nella maggior parte dei casi da musicisti bravi ed appassionati, alcune di esse raggiungono, anche se non con particolare successo ma almeno con grossa soddisfazione, contratti e incisioni discografiche. Furono prodotte in massa cover dei brani stranieri più noti ed adattamenti di quelle già famose dei più noti gruppi nazionali. Su questo sito non troverete  tutti, ma quelli che ci sono potranno  comunque ricordarvi che ai tempi del beat anche Perugia e la sua provincia c’erano …

 

I COMPESSI MUSICALI A PERUGIA E PROVINCIA

I COMPESSI MUSICALI IN ITALIA E NEL MONDO