Mos maiorum - Lo sfondo storico La biografia di Catilina - L'autunno del 63 a.C.- Il nemico - Il ritratto - Sempronia


Hostis

 

Hostis il nemico pubblico per eccellenza, contro cui lo stato legale dichiarava guerra. Lhostis era considerato un fuorilegge, il nemico che aveva preso le armi contro la patria: perdeva ogni diritto costituzionale e civile, compresa la vita. Catilina, secondo la versione di Sallustio (ma discusso se Catilina si atteggiasse veramente a massimo magistrato), si presenta al campo di Manlio con le insegne del comando consolare: i fasci littorii, e il mantello del comandante. Per questo il Senato dichiara hostis un uomo che aveva osato prendere illegalmente il commando di un esercito, e impugnare le armi contro Roma.

 

Home page