News
Cronologia
Discografia
Videografia
Filmografia
Teatro
Tv
Articoli
Curiosità
Bowie & Co
Gli altri su Bowie
Foto del mese
Collaborazioni
Quiz
Links
Home

Prefazione
Brevi
Citazioni

 

L'Arte, l'artificio e la sincerità

"Penso che l'impressione del calcolo, dell'essere calcolatore, sia stata spesso applicata a me perchŔ sono una delle poche persone nella musica popolare a non avere particolare rispetto per ci˛ che viene percepito come genuino..... Penso che nell'arte sia molto pi¨ importante la teatralitÓ, l'artificio" .
David Bowie (1997)

Quale piccola introduzione a questa sezione ed al personaggio cui il sito è dedicato, David Bowie, spendiamo due parole su un tema fulcro del suo lavoro.

Bowie è uno degli artisti più controversi della musica popolare, e forse più controversi in generale, visto che spesso il suo lavoro si è spinto oltre i confini di questo tipo di musica.

Bowie è stato spesso accusato di essere insincero, artificioso, a causa dei "piccoli personaggi" (come lui stesso li ha definiti) che ha creato e nelle cui vesti è salito sui palchi di tutto il mondo; il che equivarrebbe a sostenere l'insincerità di un commediografo perché porta sul palcoscenico personaggi fittizi e storie inventate, o a dare del mentitore ad uno scrittore perché narra le vicende immaginarie di personaggi altrettanto immaginari.

Eppure, proprio attraverso la loro artificiosità quei personaggi sono sinceri fintanto che riescono ad esprimere le idee, i sogni, i timori di chi li ha creati, e, nei casi più felici, di ciascuno di noi.

Per questo ci piace andare a teatro o al cinema e leggere libri. Perché i personaggi creati dalla mente di un artista riescono spesso ad essere espressione di ciò che c'è di più recondito e profondo nell'animo umano, riescono a parlarci di noi stessi. E fintanto che ci riescono hanno successo.

Come ha detto giustamente Bono, cantante degli U2, non è un caso che tutti i personaggi che Bowie ha creato per se stesso ed incarnato siano diventati famosi quanto lui.

Bowie ha filtrato ed espresso i propri pensieri e le proprie emozioni scrivendo spesso attraverso una sorta di prisma psicologico fornito dai personaggi che ha creato, distanziandosi da ciò che viene comunemente percepito come "realtà", utilizzando l'artificio per giungere alla "sincerità".

La sincerità dell'artificiosità (A.M.)